Lunedì 12 Novembre 2018
   
Text Size

SERIE C1: IL MARTINA E GLI ARBITRI MANDANO KO L'AZETIUM

62883_152081574830278_100000853087784_240963_15216_n

Azetium ancora sconfitta in campionato nonostante un'altra grande prestazione. Partita condizionata ancora dall'arbitraggio. Il Martina vince 3 a 1 e vola in testa.


L'Azetium incassa la seconda sconfitta stagionale in due partite. I rossoblu vengono sconfitti per 3 a 1 dall'Lc Five Martina, squadra che sulla carta ha ottime possibilità di vincere il campionato, ma gli uomini di Delledera se la giocano dal primo all'ultimo minuto della partita.

Si parte con il quintetto iniziale composto da Troiani, Gungolo, Pavone, Pedone e Altieri.

Il Martina già dai primi minuti di gioco mantiene un buon possesso palla, i rutiglianesi sono costretti a difendersi (facendolo benissimo per tutta la partita); Troiani fin da subito chiude la saracinesca in molte occasioni.

Il ritmo della partita è molto alto, con l'azetium che prende campo e ha un occassione con Altieri che si trova a tu per tu con Boschiggia ma calcia a lato. I grifoni prendono coraggio ma il Martina fa venire i brividi ogni qual volta si rende pericolosa, e al 13° minuto colpisce il palo con Abdala, che salta Troiani ma incrocia troppo il tiro. 3 minuti più tardi il palo lo colpisce anche l'Azetium con Pedone, che di testa direttamente sul rinvio di Troiani, non trova per poco la via del gol.

Improvvisamente però arriva il gol martinese firmato da Vera al 24', che di punta beffa Troiani. Ma i granata non ci stanno e dopo soli 30 secondi arriva il pareggio con Pavone che deve mettere solo dentro il pallone, dopo una grandissima giocata personale di Campanella.

Il Martina prova a rispondere subito con 2 occassioni pericolose, ma su un capovolgimento di fronte, Sassanelli al 26' manda al lato di poco la palla che poteva valere il vantaggioe dopo 2 minuti di recupero termina il primo tempo.


Il secondo tempo si apre con il vantaggio del Martina dopo un minuto con De Matos che deve solo mettere dentro un assist sul secondo palo di Abdala. L'Azetium sembra subire duramente il colpo,ma prova a reagire con una punizione da centrocampo di Pavone al 6' che trova attento Boschiggia e sulla azione successiva il Martina fa 3 a 1 con Detomaso, azione però viziata da una spinta netta su Altieri e da questo momento gli arbitri sembrano entrare totalmente in crisi e la partita si accende. Un minuto più tardi Boschiggia ferma Pedone che era lanciato a rete. La partita diventa molto dura e vengono fischiati molti falli sopratutto da parte del Martina; i martinesi attaccano più volte con Vera, Detomaso, Abdala e Vieria ma Troiani si fa trovare sempre pronto.

Al 21' viene fischiato il 6° fallo a favore degli azetini, ma il tiro libero di Pavone è centrale e viene parato da Boschiggia. Al 25’ ingenuità de rossoblu che con un doppio retropassaggio al portiere regalano la palla a due dal limite ma De Matos calcia sulla barriera  Al 26’ De Matos arriva con un attimo di ritardo all’appuntamento col gol su un ottimo invinto dl solito Abdala. Termina cosi l'incontro tra gli applausi del pubblico numeroso presente sugli spalti.


Ora per l'Azetium è arrivata l'ora di vincere dopo due grandi prestazioni che però non hanno regalato la vittoria. I rossoblù andranno di nuovo in trasferta a Palese contro il Città di Bari, già affrontato nel primo turno di Coppa Italia. Si giocherà sabato 9 ottobre presso il Palazzetto "De Palo" alle ore 16.


Ecco i risultati della 2^ Giornata:

Futsal Taranto - Alberto C5 San Pietro Vernotico 8-1

Fovea Foggia - Futsal Barletta 2-6

Messapia Brindisi - Città di Bari C5 3-5

Nettuno Molfetta - Sammichele 10-8

Noci C5 - Pellegrino Altamura 4-1

Tris Gravina - Atletico Ruvo 9-4

Villeneuve Barletta - Salinis M. di Savoia 1-4


CLASSIFICA:

Futsal Barletta, LC Five Martina 6;

Noci, Salinis M. di Savoia, Nettuna Moltetta 4;

Taranto, Gravina, Bari, V. Barletta, Messapia Brindisi, Ruvo, Fovea Foggia 3;

Pellegrino Altamura 1;

RUTIGLIANO, Sammichele, San Pietro Vernotico 0.



Ufficio Stampa A.S.D. Azetium Rutigliano C5


 

Commenti  

 
#1 anonimo italiano 2010-10-13 17:44
la colpa è sempre degli arbitri......mai dell'allenatore è dei calciatori.
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI