Venerdì 16 Novembre 2018
   
Text Size

MENSA, INTERVISTA AI GENITORI CON ULTIM’ORA. Audio

Mamme_e_pap_in_consiglio

L’incontro tra i capigruppo consiliari e il direttore di ragioneria del comune dott. Michele Tetro ha dato buoni risultati: all’unanimità i capigruppo hanno sottoscritto la seguente decisione.

Nel consiglio comunale di giovedì prossimo sarà approvato, a questo punto all’unanimità, un atto di indirizzo che impegni l’amministrazione ad elaborare un sistema di calcolo del costo della mansa basato su tre fasce di reddito Irpef (non ISEE).

Una prima di esenzione totale, una seconda -molto ampia- sulla quale praticare una sorta di agevolazione che alla fine farà pagare circa la stessa cifra dell’anno scorso, intorno ai 36 euro. La terza fascia di reddito, quello delle famiglie abbienti, pagherà la quota che corrisponde allo scaglione ISEE più alto.

Questo indirizzo sarà dato alla giunta, come abbiamo detto, giovedì prossimo, dopodichè la stessa giunta lo codificherà in una delibera immediatamente esecutiva.
Insomma è probabile che la mensa parta, con la nuova agevolazione, agli inizi di novembre.

Qui sotto pubblicata l’intervista ai genitori presenti al consiglio comunale di ieri.
Buon ascolto.

 

 

Commenti  

 
#43 libero_n 2010-10-21 18:45
Cara Redazione, perchè continui solo a far politica? perchè non pubblichi tutti i post che ti arrivano?
questa polemica è solo "strumentalizzazione politica"!
Bisognerebbe vergognarsi di usare i propri figli per far politica!
Se tutto è troppo....state a casa con i vostri figli!
...e se è troppo per la mensa ...perchè continuate a comprare video giochi e altre cavolate varie?
Comprate meno patatine o non rinnovate l'abbonamento a sky...e pagate la mensa!!!
 
 
#42 ciani 2010-10-20 00:54
il sign Fortunato ha ragione a richiedere una valutazione della situazione economica tramite ISEE che e' uno strumento abbastanza... efficace per inquadrare la capacita' reddituale di ogni famiglia..Peccato che quando faccio compilare l'ISEE dal patronato o dal commercialista questo si basa sulla dichiarazione dei redditi dell'anno precedente.Nel frattempo e' passato un anno e nessuno sa in che condizioni mi trovo adesso.Non sono un dissennato che sperpera al casino' ma far capire come un piccolo o medio imprenditore agricolo potrebbe trovarsi in difficolta' in pochissimo tempo vedo che risulta molto difficile a chi non e' abituato a certi sbalzi di mercati e vive di busta paga. senza rancore si intende ma riflettete
 
 
#41 AMICO 2010-10-19 12:52
A Ciani.
Crisi, crisi, crisi. OK. OK. OK.
Ma perchè? Qualcuno se l'è mai chiesto.
La colpa è sempre degli altri? No. Questa è deresponsabilizzazione.
Come si è alimentato buona parte del settore agricolo negli ultimi 30 anni?
Leggete le notizie relative alle truffe ...... e poi ne riparleremo.
Senza parlare dell'assenza di programmazione da parte del settore agricolo.
Anzi si ribellavano, quanto l'UE ha posto il divieto di impianto di uva.
Hanno voluto la separazione del concetto di uva da vino rispetto all'uva da mensa, per poi poter impiantare altri 10.000 Ha.
Risultato? Quello a cui oggi assistiamo.
 
 
#40 AMICO 2010-10-19 12:45
A Cobras.
CONDIVIDO pienamente.
Dico solo che la pancia è piena, ed i sacrifici nessuno li vuole più fare.
Anzi vogliamo tutto e possibilmente GRATIS.
Penso invece, che occorre innanzitutto avere rispetto degli altri, pagando quello che spetta. Il principio che vige in un paese civile è il seguente: quello che consumi paghi.
 
 
#39 antonio fortunato 2010-10-19 10:25
.. ciani, non ho mai fatto i conti in tasca a nessuno e mai mi permetterei!

Ritornando al discorso mensa e servizi, ho più volte ribadito la necessità che ci fosse equità sociale, riconoscendo fasce più ampie di esenzione e di agevolazioni per le famiglie meno abbienti; per far questo è necessario (perchè è previsto per legge) che il comune applichi l'ISEE - l'indicatore della situazione economica equivalente, accertando la reale situazione economico patrimoniale del nucleo familiare.
Non facendo questo ed applicando i coefficienti IRPEF, si crea disparità di trattamento e si accentua il divario tra classi/categorie di cittadini.

Amo sentire e vedere che le regole si applicano indistintamente a tutti; .. e mi fa arrabiare e mi crea un senso di forte fastidio sentire che, visto che la nostra è una realtà agricola, forse ... non si applicano a tutti!
 
 
#38 ciani 2010-10-19 02:49
Signor fortunato , non voglio portare la discussione fuori dai binari che il servizio della redazione intendeva esporre, ma devi convenire che molta gente campa e lavora intorno al comparto agricolo artigiani e costruttori compresi. Ora nessun falso povero p presunto ricco ma una piu attenta valutazione della effettiva capacita' finanziaria della nostra categoria vorrei che si facesse con piu serenita'. I nostri prodotti sia uva che basilico sono soggetti alle oscillazioni di un mercato e lo sapete, non abbiamo delle sicurezze come una bella busta paga a fine mese e quindi siamo in balia anche della pioggia che mentre dgto questo post sta cadendo con buona pace di produttori e (attenzione) commercianti che hanno in mano prodotto pagato e che molto probabilmante non andra' sul mercato . E poi venisse qualcuna a fare conti in tasca e vedete quanto trovate ... saluti:cry::cry::cry:
 
 
#37 cobras 2010-10-18 22:45
sono veramente inorridito ,
tutte queste discussioni per i buoni mensa !
propongo risoluzione al problema;
perche' i genitori non fanno come si faceva anni fa?
preparassero un bel panierino pieno di cibi genuini e lo dessero ai loro figli!
 
 
#36 canova 2010-10-18 22:32
non vi smentite mai:cry:
nessuno di voi ha il coraggio di parlare della vera poverta' di famiglie che viene penalizzata dalle false poverta':o
Prima ho letto un confronto politico di chi sapeva esporre filosofie e colpe da aDdossare,ora se spostato il confronto sui tendoni,a chi guadagna discretamente ma dichiara poco,e chi invece non si accontenta aver coperto spese portandosi come introito una buona giornata lavorativa,e vuole dichiararsi povero per scroccare una riduzione sulla mensa.

Vi manderei tranquillamente delle verifiche sul possesso di mobili ed immobili :o
Io non sono un'arrabbiato tantomeno geloso di chi riesce a guadagnare con onesto lavoro,e' LA FALSITA' CHE MI FA' INCAZZARE!
Nel video c'e' una donna che denuncia le sue precarieta',i suoi problemi di sopravvivenza,le difficolta' di tirare su dignitosamente i suoi figli,la stessa signora e come lei tantissimi altri casi,che deve coprire le fatture di acqua,enel,gas,telefono,spazzatura,cibo,vestiario,spese scolastiche...poi se ci sono ritardi arriva l'usuraio che si chiama AGENZIA DELLO STATO CON LE SUE MOROSITA',FERMI AMMINISTRATIVI E PIGNORAMENTI:cry:
Di questo bisogna parlare gridando ad alta voce in questo web,di sicuro letto da amministratori,del disagio esistenziale che vivono moltissime famiglie che a lungo andare,non avendo altro da perdere si possono avviare alla professione di fuorilegge,di brigante.....esattamente quello che gia' si sta' verificando in moltissime zone dell'interland.
Carissimo giovanni,ai forse dimenticato le occupazioni delle case popolari,i cortei,le accese discussioni con Ciavarella che ci definiva terroristi ( che poi siete andati a braccetto) ai forse dimenticato LA CICALA,LA FESTA DEL PROLETARIATO,il C.A.I.C.K.M. o ti 6 anche tu imborghesito?
Non credi che e' ora di ricominciare a scendere in piazza,per le strade a far sentire la voce di un popolo che da anni vive alla merce' di personaggi che hanno scoperchiato tombe fasciste,socialiste e democristiane e governano indisturbatamente decidendo il buono e cattivo tempo nascosti sotto ideologie da regime?
Nelle vene dei lavoratori e dissocupati rutiglianesi,scorre sange avvelenato di sofferenza e rabbia,pronto a far pazzie.
CARI AMMINISTRATORI SAPPIATELO QUESTO:o
 
 
#35 ....... 2010-10-18 21:26
Certo, sono passati alle piatagioni di fotovoltaico!
 
 
#34 Alex 2010-10-18 21:10
Una provocazione: sconto sui buoni mensa a chi si impegna a non chiedere più raccomandazioni scolastiche per questa o quella insegnante.
Vedrete quanti passi indietro!
 
 
#33 Peter Pan 2010-10-18 19:09
Citazione:
...scritto da Giacomo V...Aggiungo solo che la l'aver fatto girare tutta la vita rutiglianese intorno agli interessi dell'imprenditoria agricola (attenzione a non parlare di contadini, perchè i nostri sedicenti contadini ormai, oltre che l'uva, non saprebbero coltivare neance una piantina di basilico) e dei costruttori, ne ha fatto uno dei peggiori paesi della provincia.
MI PIACE ASSAI ;-)!
Ribadisco che Rutigliano non è più la REALTA' raccontata dai tanti agricoltori...si è evoluta! Vicino la tanta amata agricoltura ci stanno tanti artigiani(all'infuori dei costruttori), tante attività commerciali...

La tanto amata verdura o i frutteti, ormai dai nostri imprenditori agricoli vengono presi come una barzelletta difronte all'uva...è sbagliato!
Eppure da qualche anno qualche CORAGGIOSO a deciso di cambiare produzione, difronte all'ormai saturo mercato dell'uva!
 
 
#32 ....... 2010-10-18 17:07
Lamentosi o no la situazione è sotto gli occhi di tutti. Rutigliano è un paese basato sull'agricoltura. Chi si ostina ad affermare il contrario non è obbiettivo o fa finta di non vedere. Apriamo tutti gli occhi per favore!
 
 
#31 Giacomo V 2010-10-18 16:14
L'intervento di Antinio Fortunato è semplicemente perfetto.
Aggiungo solo che la l'aver fatto girare tutta la vita rutiglianese intorno agli interessi dell'imprenditoria agricola (attenzione a non parlare di contadini, perchè i nostri sedicenti contadini ormai, oltre che l'uva, non saprebbero coltivare neance una piantina di basilico) e dei costruttori, ne ha fatto uno dei peggiori paesi della provincia.
 
 
#30 antonio fortunato 2010-10-18 13:53
Non so se gli interventi di Teta facciano "bene" agli agricoltori/imprenditori agricoli!
Se è vero che il paese è a vocazione agricola, a Rutigliano non vivono solo agricoltori/imprenditori agricoli e l'economia del paese non si "regge" solo e soltanto sul comparto agricolo.
Sembrerebbe che, ancora una volta, tutto debba "girare" solamente intorno ai problemi della categoria degli agricoltori/imprenditori agricoli.
Il messaggio che si percepisce è sempre lo stesso: " ... richiesta di agevolazioni ed interventi a favore di una categoria "lamentosa" ", dimenticandosi che la "sofferenza" riguarda un pò tutte le classi sociali e categorie produttive ( ... che però non si lamentano!).
Devo essere sincero, questi messaggi accentuano il disagio ed il fastidio e creano un divario con gli "altri".
 
 
#29 Teta 2010-10-18 11:34
Adesso che il paese e l'intero comparto agricolo sta subendo l'ennesimo colpo all'economia per quello che in questi giorni sta accadendo in campo; altro che reddito dominicale, agrario o da fatturato!
Lutto è scritto su molti tendoni delle nostra uva... Rivedete le tabelle e trovate i veri ricchi!!!
 
 
#28 ciani 2010-10-17 23:52
amico non deve venire a dare lezioni a nessuno tantomeno a me come si calcola il reddito della gente ma lo esoorto a vedere con gli okki della realta' che lo circonda e delle effettive capacita' di certe categorie e non basarsi sulle leggende metropolitane . prego ti invito a faccia a faccia per confronto...
 
 
#27 mazzinga 2010-10-16 22:40
Ogni anno 8 mln di bimbi muoiono di malnutrizione

 
 
#26 canova 2010-10-16 21:28
Parlate esattamente come i politici che si autocelebrano in tv come i salvatori di tutte le pecche italiane,autoaccusandosi a vicenda e poi alla faccia del popolo,delle fasce piu' deboli,di quei cittadini che vengono penalizzati perche' tra la loro comunita' dichiaraTA ISEE,c'e' sempre il farabutto intrufolato spacciandosi da povero.
( di sicuro qualcuno lo ha aiutato indirizzandolo a far questo e questo qualcuno lo si puo'individuare nel nostro paese tra i colletti bianchi,sindacalisti,patronati,commercialisti,fiscalisti,politici...
che poi alla fine sono quelli che sotto sotto sono i maggiori evasori.
Sapete come va' a finire....QUELLO DI CENTROSX (BUONO) DI CENTRODX (BUONO)IL POVERO CHE NON GLI FREGA NULLA DELLA POLITICA E'CHE PER CAMPARE DEVE ABASSARSI ANCHE LE BRAGHE PER QUALCHE GIORNATA DI LAVORO E' IL CATTIVO IL LADRO.
 
 
#25 antonio fortunato 2010-10-16 21:02
Ok Gianni Nicastro. Visto che poni l’accento sulla questione sociale, considerato che il “papocchio” durerebbe un paio di mesi, mi fermo qui.
Per inciso, mi piacerebbe leggere che il Comune di Rutigliano ed il responsabile della Ragioneria hanno messo in piedi/ si stanno dotando (manovra correttiva 2010) del Consiglio Tributario con il compito di affiancare l’Agenzia delle Entrate, la Guardia di Finanza e l’Inps nelle azioni di accertamento tributario e contributivo; così come mi piacerebbe leggere che si sta dando corso ad un protocollo d’intesa tra l’Agenzia delle Entrate, l’Anci (Associazione nazionale dei Comuni italiani) ed il Comune di Rutigliano, finalizzato a definire il percorso con il quale fornire tutta la strumentazione necessaria al Comune (formazione del personale, strumentazione comprensiva del software, ecc) per effettuare gli accertamenti.
 
 
#24 AMICO 2010-10-16 20:46
A Gianni.
Visto che l'amministrazione aveva già garantito il suo intervento da gennaio 2011, era proprio necessario creare tutto questo polverone? Per 10 , 20, 40 euro di aumento per 2 mesi ha determinato a tutto ciò? E stiamo perdendo il nostro tempo per così poco?
Una sommossa, seguito da un consiglio comunale, ecc. ecc. E stiamo facendo tutto questo per alcune decine di euro? Quando invece, il paese necessita di ben altro?
Ecco la politica inutile quali obiettivi insegue e persegue. E noi che ci facciamo coinvolgere da queste sterili ed inutili disquisizioni.
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI