SVELATO L’ARCANO DEL MANIFESTO “CLANDESTINO”

Manifesto_comitato



Tutti avranno notato il manifesto che è affisso da diversi giorni sulle bacheche pubbliche, un manifesto intitolato “Cittadini per il centro storico” che domenica scorsa era attaccato con lo scotch qua e là nel borgo antico.
Il contenuto è abbastanza chiaro, riguarda i problemi che da sempre affliggono il centro storico: la viabilità, il parcheggio, la “sporcizia”, l’abbandono, la valorizzazione.

Un manifesto bizzarro, nel senso che invita ad incontrarsi “insieme a tutte le associazioni interessate”, chiede se si vuol “far parte di un comitato per il centro storico” senza dare un recapito, un indirizzo, un numero telefonico, insomma senza firma, completamente anonimo. Se in questo modo gli autori volevano attirare l'attenzione e suscitare curiosità, hanno centrato l'obiettivo; nel centro storico da giorni non si parla d'altro.

Ora, siamo riusciti a capire di chi si tratta. Per adesso ci sono solo i nomi: Stefania, Pasquale, Andrea, Giuliana, Francesco Paolo, Franco… Tutti cittadini residenti nel centro storico e fortemente intenzionati a mettere su un comitato, cittadino appunto, che prenda di petto gli atavici problemi di questa parte della città e li risolva una volta per tutte.
Qualcuno dirà: “ma che ce ne facciamo dei nomi, vogliamo i cognomi”. Un attimo di pazienza, l’arcano sarà presto svelato e questo avverrà esattamente giovedì prossimo.

I cittadini promotori di quel manifesto hanno, infatti,  indetto un incontro pubblico e già da domani faranno recapitare ai residenti del centro storico una lettera-invito di cui vi anticipiamo qui il testo.

“Cara/o cittadina/omanifeato_comitatoSe credi che il Centro Storico non sia terra di nessuno dove regna l’abbandono e la sporcizia.
Se sei stanco di vedere le nostre strade chiuse con paletti, sporche, senza controllo del traffico, di vedere i negozi che chiudono.
Se sei stanco di sentirti abbandonato, di essere dimenticato il giorno dopo una manifestazione.
Se credi che la bellezza di un luogo dipenda dalla cura di chi lo abita.
Se pensi che un Centro Storico diverso sia possibile con il contributo di tutti noi che ci viviamo.
Se pensi che bisogna vedersi e confrontarsi per trovare insieme soluzioni.
Incontriamoci giovedì 18 novembre alle ore 19,00 presso la Sala Parrocchiale della Chiesa Madre.
Ti aspettiamo.
Cittadini per il centro storico

Chi vorrà conoscere, dunque, queste persone non ha da fare altro che presentarsi in quel luogo giovedì e, magari, partecipare ai lavori di costituzione del comitato, perché di questo si tratta. Un comitato cittadino che non esiste ancora e che nascerà appena in quella sala parrocchiale tra qualche giorno. La cosa che i promotori vogliono sin da ora far sapere è che si tratta di un comitato, appunto, non di una associazione. La differenza non è da poco.

I comitati generalmente nascono su questioni o problemi ben precisi, definiti,  che in questo caso sono declamati sia nel manifesto che nell’invito. Perseguono la soluzione di questi problemi attraverso il confronto con tutti i soggetti in campo: cittadini interessati, associazioni, autorità amministrative. Le associazioni sono altro.

Cosa sarà questo comitato, chi vi farà parte, da chi sarà rappresentato, quali saranno le prime iniziative che metterà in campo e con quale spirito eserciterà la sua “missione”, non c’è da attendere molto a scoprirlo. Giovedì è arrivato.