Giovedì 15 Novembre 2018
   
Text Size

PIU' SPAZIO ALLA MUSICA

nota_musicale

La festa della musica è una grande manifestazione popolare gratuita che si tiene ogni anno, è occasione importante per poter ribadire la concezione della cultura come bene comune, come parte integrante del welfare di una nazione, e di conseguenza, promuovere il diritto di accesso alla cultura. Lanciata in Francia nel 1982, la Fête de la Musique è diventata un autentico fenomeno che si iscrive ormai in un  contesto europeo capace di coinvolgere numerose città in tutto il mondo.

Il Comitato Territoriale Arci di Bari con la rete dei suoi circoli, partecipa alla costruzione del tradizionale appuntamento attraverso una serie di iniziative dedicate alla musica come occasione di incontro, di riflessione, di svago, di socializzazione.

Sostenuta dalla Regione Puglia– Assessorato al Mediterraneo e Attività Culturali- quest'anno avrà come filo conduttore la richiesta di nuovi spazi per la musica e di provvedimenti che sostengano e che valorizzino gli spazi già esistenti.

Il circolo Arci “V. Bodini” di Rutigliano in collaborazione con la S’i Fosse Foco Promotion aderisce all’iniziativa con il festival “21 gradi all’ombra”, l’indie contest che da qualche anno promuove sul nostro territorio gli artisti del panorama musicale indipendente.

La serata conclusiva del festival si terrà il primo agosto presso “Spasso Caffè” in via Porta Nuova, nella suggestiva cornice del borgo antico. Ospiti GIRL WITH THE GUN, ovvero Matilde Davoli e Populous. Il loro omonimo disco è uscito per la veneta Disastro Records, a seguire l'exploit esaltante di recente ottenuto con il lancio de Il Genio. Un album essenziale ed elegante, pieno di folk-pop song astratte adagiate su tappeti elettro tessuti con pulsazioni cosmiche. Molti gli ospiti del disco: Giorgio Tuma, i jazzisti Marco Bardoscia, Randy Abaticola e Alessio Borgia, l'ex-Slowdive Simon Scott, Short Stories, cantante newyorkese e il polistrumentista James Banbury, ex-The Auters e collaboratore anche di Natalie Imbruglia, U2 e Tricky.

Dal vivo tutta l’attenzione è per la chitarra e la voce sexy di Matilde Davoli, irresistibile nel suo incedere romantico e leggero, capace di "parlare direttamente all'anima, di colpire lì, tra lo stomaco e il cuore".

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI