Sabato 17 Novembre 2018
   
Text Size

IL GAL “PRENDE LE MISURE”: PUBBLICATO IL PRIMO BANDO

logo-gal

Superata la fase di sistemazione ed organizzazione interna, il GAL del Sud-Est barese, di cui si è abbondantemente discusso durante lo scorso consiglio comunale, ha intrapreso la sua attività.

Nell’ambito del Programma di Sviluppo Rurale della Regione Puglia 2007-2013, è stato, infatti, pubblicato il bando relativo alla Misura 311Diversificazione in attività non agricole”, con particolare riferimento alle azioni 1 e 4.

La prima prevede investimenti funzionali alla fornitura di ospitalità agrituristica in contesto aziendale, la seconda investimenti utili alla produzione e alla commercializzazione di prodotti artigianali.

In altre parole, il bando vuole essere una forma di sostegno per qualificare ed accrescere l’offerta agrituristica nel nostro territorio e realizzare spazi aziendali attrezzati per la trasformazione, esposizione e vendita dei prodotti.

A beneficiarne saranno gli imprenditori agricoli che ne faranno richiesta (secondo le modalità espresse nel bando), esclusi i giovani che hanno già avanzato richieste di sovvenzionamenti  per il “Pacchetto Giovani”.

Il contributo (in conto capitale) corrisponderà al 50% della spesa ammessa che, per l’azione 1 ammonta a 300.000 euro, per l’azione 4 ammonta a 200.000 euro.

Tutte le caratteristiche del bando, gli aspetti poco chiari e quelli da approfondire, verranno trattati in occasione di un ciclo di incontri organizzato dallo stesso GAL; incontri che si svolgeranno nei paesi aderenti al Gruppo di Azione Locale: Casamassima, Noicattaro, Mola di Bari, Conversano, Acquaviva delle Fonti e Rutigliano (il prossimo 29 Aprile alle ore 18.30 presso la Sala Consiliare).

La procedura scelta per la presentazione delle domande e per la conseguente erogazione dei contributi è quella della di un “bando aperto- stop and go”: ciò significa che sarà possibile inviare le richieste di aiuto, a cadenza bimestrale, sino ad esaurimento delle risorse.

La prima scadenza fissata è quella del 30 giugno 2011, come specificato nel bando consultabile sul sito internet www.galseb.it.

Il GAL comincia così la sua attività a favore della promozione e della valorizzazione del nostro territorio: si tratta di uno strumento da non sottovalutare e che, se utilizzato correttamente, può davvero giovare al nostro rinnovamento.

 

 

 

 

 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI