Venerdì 16 Novembre 2018
   
Text Size

BANCA DEL TEMPO INCONTRA LE ASSOCIAZIONI

banca-del-tempo_logo

Rutigliano - «C'è solo un modo per dimenticare lo scorrere del tempo: impiegarlo», scriveva Charles Baudelaire. Impiegare sì il tempo ma ancor meglio investirlo, seminarlo e raccoglierlo, utilizzarlo come merce di scambio, depositarlo come se fosse il capitale economico in banca. Il tempo è la cosa più preziosa che un uomo possa spendere, lo sanno bene le associazioni note con il nome di Banca del Tempo nate per scambiare in forma assolutamente gratuita minuti, ore e diverse competenze e servizi.

Le banche del tempo hanno conosciuto un netto interesse oltre che una diffusione esponenziale in diversi territori. Anche a Rutigliano lo sportello Banca del Tempo presso Palazzo San Domenico, sostenuto dall’Associazione di Promozione Sociale Occhi Verdi e auto gestito dai pazienti ed ex pazienti del Centro Diurno e della Comunità Terapeutica Phoenix ha ottenuto un notevole interesse come dimostra l’adesione di cinquanta correntisti, tra studenti, lavoratori, disoccupati e pensionati.

Infatti tutti coloro che in questi mesi hanno deciso di partecipare a questa bellissima forma di “welfare autogestito”, hanno aperto  un conto corrente come se si trovassero davanti allo sportello di una qualsiasi cassa depositi e prestiti. Anziché soldi, tutti regalano e comprano ore, offrono e scambiano in forma gratuita competenze e abilità: lezioni di inglese, di informatica, di cucina, di ginnastica dolce, di musica, doposcuola, lavori di cucito, attraverso l’unica e semplice economia del baratto per cui ad esempio un correntista impartisce una lezione di tedesco in cambio di piccole riparazioni domestiche oppure in cambio di compagnia per gite in bici. Le possibilità di interscambio tra i titolari di libretti di assegni-ore potrebbero andare avanti all'infinito e si basano tutte su questa particolare economia del dono e sulla cultura della reciprocità. La Banca del Tempo è il luogo in cui desideri e disponibilità si incontrano tante sono le capacità che vengono messe in circolo, di modo che ognuno possa dare agli altri quel che sa fare e prendere quello che non sa.

Lo sportello Banca del Tempo di Rutigliano prevede la possibilità di scambi sia a livello individuale sia collettivo nel caso in cui il correntista sia una associazione, una cooperativa, un comitato o ente pubblico. Al fine di intessere una rete tra i vari soggetti collettivi, venerdì 20 maggio alle ore 19:00 presso Palazzo San Domenico, è previsto un meeting tra le differenti realtà associative per la realizzazione di una stabile collaborazione e cooperazione. Molteplici le finalità dell’incontro: realizzazione di attività di inclusione sociale, la messa in rete delle diverse esperienze, la progettazione e realizzazione comune di interventi sociali e culturali, di eventi di promozione di campagne locali e regionali.

La partecipazione attiva della intera cittadinanza attraverso l’interscambio di innumerevoli servizi facilita l’interazione tra le persone e la loro reciproca conoscenza, permette un utilizzo più razionale del tempo, determina il superamento dello stigma e della diffidenza, stimola lo sviluppo e la conoscenza della solidarietà fondata sul reciproco scambio per rafforzare comportamenti socialmente positivi.

Inoltre per tutti coloro che sono interessati ad aprire o consultare il conto corrente personale possono rivolgersi presso Palazzo San Domenico in Via L. Tarantini n.18, tutti i  martedì dalle 10:30 alle 12:30 e tutti i venerdì dalle 15:00 alle 19:00 per la sottoscrizione della scheda di iscrizione in cui sono contenuti i propri dati personali, le richieste in dare ed in avere, per la contabilizzazione degli scambi avvenuti e l’aggiornamento dei saldi dei correntisti.

Per ulteriori informazioni: 345 0962987

Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

http://www.occhiverdi.eu

facebook.com/bancadeltempo.rutigliano

 

comunicato stampa Occhi Verdi-Banca del Tempo

 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI