Giovedì 15 Novembre 2018
   
Text Size

“VITTORIA” LA GRANDE FARSA DI RUTIGLIANO

Lama_S._Giorgio

Riceviamo e Pubblichiamo.

 


Il Gazzettino di puglia (edizione n. 548) riportava, in prima pagina, un articolo sul caso “Lama San Giorgio” con l’intitolazione, a grossi caratteri, che inneggiavano a una chimerica “vittoria”. A nostro avviso si è trattato di una “chimera”, in quanto il fermo dei lavori durato 30 giorni (così come riportato dai “media”) ha costituito, ha rappresentato un’autentica farsa. L’incontro (purtroppo senza alcun concludente accordo), avvenuto tra le personalità “che contano”, si è chiuso con l’impegno di ricontrarsi al fine di giungere a una conclusione. Purtroppo, con mio sommo rammarico, ho notato che i lavori continuano, senza alcuna interruzione e senza alcun blocco al progetto e, per di più, senza alcuna decisione scritta e oppositiva al provvedimento; e, sapendo lo scrivente leggere e scrivere, ha anche notato l’urgenza di far funzionare al più presto il depuratore. Per cui chi scrive ritiene che il tema sia molto più serio di quando si possa pensare. Infatti il n.549 del “Gazzettino di Puglia” recita così a pag. 15: “… il pericolo non è ancora passato”. Ciò porta alla conclusione che la gente è arrabbiata e che la stessa desidera diffidare il provvedimento regionale che autorizza in qualsiasi modo o distanza i lavori di scarico; ma si evidenzia che gli organizzatori stanno deviando il problema oppure aiutando qualche politico a prendere consensi e a salire sul palcoscenico. Si invocano elargizioni di denaro e ci si incontra senza inviti ufficiali alla cittadinanza, contravvenendo (il Comitato) al principio di partecipazione alle assemblee da parte di tutte le forze sociali della città (come ebbe a dire, in un incontro, il nostro Saverio Ciavarella) e non escludere.

E, per questa giustificazione, è diventato noto il fatto che tre forze sociali, dissociandosi, hanno scritto una lettera con una proposta di delibera consigliare indirizzata a Sig. Sindaco di Rutigliano. Unendosi, al concetto diversificato di queste impostazioni, altre forze quali “Progresso, Rinascita per Rutigliano e Comitato Salvaguardia Salute Pubblica” prendono le distanze dal Comitato cittadino. Per cui, consequenziale diventa la difesa della nostra lama. Difesa che ognuno espleterà con i propri slanci e le proprie vigorie; e ogni associazione o partito l’attuerà con le proprie idee e mezzi. Bisogna evitare ogni personaggio millantatore o disturbatore; è necessario che tutte le realtà sociali di Rutigliano facciano sentire, con sobrietà e civiltà, il grido di disapprovazione per ciò che la Regione Puglia (rappresentata dal dr. Vendola) sta mettendo in atto contro la nostra Lama. Non dimentichiamo che all’epoca il Comune di Rutigliano con la giunta di Lanfranco Di Gioia, (con il voluto silenzio/assenso), ha contribuito a questo sfacelo. Attualmente, ironia della sorte lo stesso ex Sindaco Di Gioia, invita il Sindaco Romagno a mettere in atto strumenti giuridici anche penali per bloccare quello che, nella passata epoca, lui stesso non ha fatto e che oggi, purtroppo, ci ha lasciato in eredità senza potuto o voluto porre rimedio, con il consequenziale aumento di oneri e costi a carico dei cittadini.  Questa è la grande FARSA di Rutigliano, che rappresenta un’offesa alla intelligenza dei cittadini tutti

 

Nicola Giampaolo

 

Commenti  

 
#2 xxx 2011-06-09 21:02
Sono d'accordo con quello che dice operatore...si può sapere tutti quanti dov'erano?come sempre si pensa a far politica per rimpinguare le tasche oppure attaccare la controparte...auguri!
 
 
#1 operatore 2011-06-02 11:30
Sig Giampaolo Lei(per cinque anni) e chi per Lei(per ulteriori cinque anni) non era "MEMBRO" della maggioranza con Sindaco Dott. L. Di Gioia? Non Le sembra di chiarire la sua posizione? Dirsi ..io in quei anni cosa ho fatto per evitare questa catastrofe? Medita Cav.Dott. N. Giampaolo
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI