Mercoledì 14 Novembre 2018
   
Text Size

II SAGRA DEL CAVATELLO: SABATO 18

cavatello

A cura del Comitato "SS. Crocifisso" e dell'Assessorato comunale al Turismo e agli Eventi, si svolgerà Sabato 18 Giugno dalle ore 20.00 in Piazza XX Settembre la seconda edizione della "Sagra del Cavatello".

Si potranno gustare, con l'accompagnamento di un buon bicchiere di vino rosso locale, varie pietanze con protagonisti i cavatelli, piatti preparati al momento nel rigoroso rispetto della tradizione gastronomica rutiglianese.

La Sagra sarà allietata dal concerto degli IKEBANA GROUP.

I cavatelli sono una pasta lavorata a mano ricavata con un impasto di farina e acqua; hanno una forma allungata con una incavatura all'interno prodotta dalla pressione delle dita.

Vengono gustati e serviti col ragù oppure con verdure tipo cime di rape, broccoli o cardoncelli. I cavatelli (insieme alle orecchiette) rappresentano il piatto regionale per eccellenza della Puglia, in particolare dell'entroterra barese, ma sono altrettanto tipici anche di altre regioni del Meridione, assumendo, diversi nomi nelle varie località di produzione: ad esempio, Cavateddi o Rascatielli in Calabria, Gnocculi in Sicilia e Cecatelli in Campania.

Commenti  

 
#3 titti 2011-06-20 14:12
ma voi avete trovato la sagra?
a parte un gazebo, triste e solitario (anche deprimente) che "stava" nei pressi del monumento io non ho visto nulla...siamo alle solite....
 
 
#2 grifo 2011-06-17 10:12
a "inorridita"...La farina è il prodotto ottenuto dalla macinazione di cereali o di altri prodotti. La semola è una farina di granulometria maggiore dove i singoli componenti sono di forma arrotondata e con presenza di poca polvere. es.: zucchero semolato, o semola di grano duro. Nell'uso comune, il termine farina serve ad indicare quella di grano e in particolar modo quella di grano tenero, mentre si usa la parola semola per la farina di grano duro. Ergo, non caprendo il tuo essere "inorridita"...
 
 
#1 inorridita 2011-06-16 15:51
per i cavatelli si ipasta semola acqua.
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI