Giovedì 15 Novembre 2018
   
Text Size

GUARDIE ECOZOOFILE RITROVANO CASSAFORTE RUBATA

cassaforte_2

cassaforte_1

Ancora una volta risulta vincente il binomio Guardie Ecozoofile-Corpo Forestale dello Stato. Lunedì 20 giugno 2011 le Guardie Ecozoofile del distaccamento A.N.P.A.N.A. (Associazione Nazionale Protezione Animali Natura Ambiente) di Rutigliano (Ba), su indicazione di un cittadino, hanno rinvenuto, in agro di Acquaviva delle Fonti, una cassaforte scassinata dalla massa di 1070 km.

 

Ebbene sì: dopo l’abbandono di teloni e retine è arrivato anche il turno delle cassaforti rubate! Le Guardie, constata la situazione, hanno immediatamente contattato il Corpo Forestale dello Stato  sul numero di emergenza 1515. Gli agenti del CFS, provenienti da Cassano Murge, hanno sequestrato l’oggetto del reato comunicando l’accaduto all’autorità giudiziaria.

Commenti  

 
#7 boh2 2011-07-10 22:17
Bravo Animalplus ,bisogna realmente ammirare queste guardie Ecozoofile , molti non sanno chi sono e cosa fanno , per questo bisogna far capire che sono vere e proprie guardie anzi di più, come dicevo in precedenza agenti con compiti di polizia giudiziaria coordinati dalla Provincia e Regione e persino dal Ministero degli Interni.
 
 
#6 AnimalPlus 2011-07-09 08:39
Dico: ma siete veramente convinti che le forze dell'ordine possano controllare tutto e tutti dappertutto? Le segnalazioni dei cittadini sono estrememente fondamentali a mio avviso. Stiamo sminuando l'operato delle Guardie Ecozoofile, munite per altro della qualifica di Polizia Giudiziaria, solo perchè hanno avuto l'informazione da un buon cittadino, ed è cio che quotidianamente accade a Polizia e Carabinieri... io direi di cominciare ad apprezzare maggiormente quello che fanno quotidianamente questi volontari dell'ambiente.
 
 
#5 boh2 2011-07-09 00:06
per boh ,in effetti diciamo "guardie" perchè sono agenti di polizia giudiziaria ed amministraiva, informati!!!!!
 
 
#4 boh 2011-07-08 10:24
sono molto scettico e credo che l'internento di queste ......... diciamo "Guardie" vale ben poco se non con previo avviso dal povero cittadino,
Saluti
 
 
#3 REXTON 2011-07-06 21:49
Come detto in precedenza il "bidone in ferro" di ben 1070 Kg (non Km)penso che se non si trattava di un reperto criminale lo avrebbero portato via gratuitamente qualcuno che raccoglie ferro vecchio, ma tutta l'immondizia NON di agricoltori vedi gomme, rifiuti edili e quant'altro presenti su quella strada comunale chi e quando si deciderà di ripulire ????
 
 
#2 verde 2011-07-05 21:51
ringrazio l'operato delle Guardie Ecozoofile,pensate , almeno l'oro sono riusciti a farlo rimuovere quel grosso "bidone in ferro di 1070 Kg" non cittadini o *** che da circa un mese l'avevano notato ,grazie ancora.
 
 
#1 REXTON 2011-07-04 01:08
Non pensavo si trattasse di una cassaforte, l'ho vista li da un mesetto,ed è su un tratto di strada sterrata percorsa giornalmente da molti concittadini e dalla vigilanza campestre di Acquaviva delle Fonti,comunque gia che c'eravate Voi e la Forestale potevate segnalare,per farla ripulire tutta l'immondizia,teli gomme come nella foto e mi sa anche Eternit che si trovano a pochi metri su quel tratto di strada a ridosso del vigneto abbandonato,si tratta comunque di una discarica abusiva, se c'è stata la Forestale, non ha visto niente???
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI