"CASA DELLA SALUTE". UNA PROPOSTA CONDIVISA

osp_rutigliano

"Considerando il cospicuo investimento finanziario operato dalla Asl per migliorare infrastrutture e strumenti al servizio del nostro presidio ospedaliero...". Così si legge nel doumento che l'assise cittadina, sostenuta dai consiglieri comunali, hanno stilato per salvare "Monte Dei Poveri". La proposta avanzata al governatore Nichi Vendola, all'ass. regionale Tommaso Fiore e alla direzione regionale della ASL è di sperimentare una "Casa della Salute", come previsto a Casamassima e Bari.

L'intera cittadina torna ad esprimersi sulla gravosa questione del presidio ospedaliero di Rutigliano, approvando un documento che prevede una "riconversione della struttura ospedaliera per continuare a dare risposte alle esigenze e al diritto alla salute della nostra comunità», potenziando i servizi specialistici già presenti, implementando i settori mancanti come allergologia, ematologia, gastroenterologia, nefrologia, oncologia, psichiatria, reumatologia e urologia e garantendo l’efficienza della diagnostica.

Il documento, ampiamente condivisione, nonostante qualche discussione sulla “primogenitura” dello stesso, attende adesso un’azione concreta e consistente, affinchè le azioni non siano vane.