Lunedì 19 Novembre 2018
   
Text Size

L’UVA “ITALIA” ALLA CONQUISTA DELL’EUROPA

Conferenza

L’uva “Italia” protagonista nella rete di vendita in Italia di Conad

e, in Europa, negli oltre 17mila punti di vendita

di Coop Suisse (Svizzera), Rewe (Germania) e Colruyt (Belgio)

Sono 260mila i quintali di uva “Italia” protagonisti nella rete di vendita Conad e in quella dei partner europei di Coopernic Coop Suisse (Svizzera), Rewe (Germania) e Colruyt (Belgio): 100mila saranno commercializzati in Italia e in Germania, 40mila in Svizzera, 20mila in Belgio.

Dal 12 al 17 settembre, l’Uva “Italia” sarà in promozione nei 3mila punti di vendita Conad e negli oltre 17mila punti di vendita europei.

L’uva “Italia” prodotta in Puglia, in particolar modo quella di Rutigliano (Ba), verrà messa in vendita ad un prezzo molto conveniente di 1,20 euro/kg. Questa iniziativa sarà sostenuta da una importante campagna di comunicazione sulle televisioni nazionali e nei punti vendita. Inoltre, nella prima settimana di ottobre, Conad valorizzerà la migliore uva “Italia” con il marchio Sapori&Dintorni Conad, che caratterizza l’offerta di specialità alimentari della tradizione regionale italiana.

Le iniziative di Conad e dei suoi partner commerciali europei sono state illustrate in un a conferenza stampa svolta a Bari, alla presenze di numerose testate giornalistiche e televisive, locali, nazionali ed europee.

Consideriamo la Puglia la ‘California d’Italia’, terra eccezionalmente ricca di prodotti agroalimentari di qualità, in nome della quale abbiamo messo in atto un notevole sforzo promozionale sulla nostra rete di vendita e di collaborazione attiva con i nostri partner europei”, ha puntualizzato Francesco Pugliese, direttore generale di Conad. “Una collaborazione che ci consente di concertare e articolare una serie di azioni che vanno oltre la semplice promozione dei prodotti tipici per portare le migliori produzioni tipiche regionali ad essere protagoniste anche dei canali della grande distribuzione europea, oltre che di quelli italiani”.

500mila gli euro investiti da Conad in comunicazione sulle principali televisioni locali e nazionali, sui principali network privati, radio e carta stampata per la promozione dell’uva “Italia”. Saranno anche esposte locandine in tutti i punti di vendita e distribuiti volantini promozionali.

"Conad ci ha offerto l’opportunità di dare concretezza a nuovi progetti. Siamo passati da politiche emergenziali e dagli interventi estemporanei adottati in momenti di crisi a politiche strutturali, di programmazione, e al loro coordinamento per il bene delle nostre aziende”, ha sottolineato durante la conferenza stampa Roberto Romagno, sindaco di Rutigliano. “Ciò che stiamo facendo assieme a Conad con l’uva Italia favorirà la notorietà e la diffusione delle nostre migliori produzioni sul mercato nazionale e internazionale. Grazie a Conad, abbiamo messo in cantiere un’importante operazione di sostegno ai prodotti, oggetto di promozione nella rete di vendita dei partner europei”.

"Sono certo che le iniziative svolte con Conad e con i partner europei porteranno sviluppo per le aziende della Puglia e potranno contribuire alla promozione e conoscenza di una grande tradizione alimentare”, ha sottolineato Carmelo Rollo, presidente di Legacoop Puglia.

Facendo tesoro delle esperienze fatte in passato in altre zone di produzione, Conad, Colruyt, Rewe e Coop Suisse sono intenzionate a realizzare alcuni progetti di ecosostenibilità dell’uva con l’obiettivo di rafforzare il dialogo sociale con i produttori, le imprese di trasformazione e commercializzazione, i sindacati e i consumatori finali.

“Conad, Colruyt, Rewe e Coop Suisse patrocinano e finanziano diversi progetti a sostegno di una lotta antiparassitaria che porti l’uso della chimica solo quando è assolutamente necessaria, incentivando la protezione integrata delle piante”, ha spiegato Vladimir Cob, responsabile gruppo acquisti frutta di Coop Suisse. “È importantissimo che i residui di pesticidi siano limitati al massimo, ben al di sotto dei limiti consentiti dalla legge, per dare ai nostri clienti europei prodotti buoni e salutari. Ci sono, inoltre, caratteristiche intrinseche, valori che non è possibile vedere né rilevare nei prodotti, ma che stanno diventando sempre più importanti negli accordi che facciamo con i nostri fornitori, come la protezione dell'ambiente e il rispetto delle leggi sul lavoro”.

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI