Venerdì 16 Novembre 2018
   
Text Size

78% DI DIFFERENZIATA!

differenziata porta_porta

 

Chiusura del 2011 con il botto per Rutigliano: grazie alla raccolta dei rifiuti "porta a porta", la città dei fischietti compie un gran balzo in avanti piazzandosi ai primi posti in Italia nella classifica dei Comuni "ricicloni"         

Dal 56% di Novembre al 78% registrato a Dicembre: un eccezionale +22% che premia tutta la città.

L'aumento esponenziale della percentuale di raccolta differenziata dei rifiuti, che porta Rutigliano ai primi posti in Italia nella classifica dei Comuni "ricicloni",  dimostra che il nuovo sistema “porta a porta” adottato dal 1° Novembre 2011 è stato ben accolto dalla stragrande maggioranza dei cittadini. "Non posso che essere soddisfatto di come la città stia rispondendo al nuovo sistema di gestione dei rifiuti", dichiara il sindaco Roberto Romagno, "un sistema nel frattempo adottato da diversi altri Comuni e che molti altri stanno prendendo a modello perchè è l'unico che garantisce importanti risultati immediati, come sta accadendo per noi. Ringrazio ancora una volta tutti i cittadini, il comando dei Vigili Urbani e la ditta Gassi per l'eccellente lavoro svolto. Spero che quei pochi che ancora persistono nel lasciare rifiuti per strada o in campagna, comprendano finalmente il grave danno che simile comportamento, da condannare senza se e senza ma, arreca all'ambiente e alla loro stessa salute: chiedo la collaborazione dei cittadini di buon senso nel segnalare alle forze dell'ordine o ai nostri uffici tali deprecabili atteggiamenti, anche se alcuni fenomeni negativi sono stati già debellati grazie all'intervento della Polizia municipale. Insieme possiamo rendere Rutigliano ancora più pulita e più salubre!".

Ricordiamo che chi non smaltisce correttamente i rifiuti, incorre in sanzioni che variano da 25 a 500 euro di multa.

 

Commenti  

 
#11 boh 2012-01-24 20:07
Per tutti i casini che stanno combinando saranno sicuramente rieletti, a loro interessa solo fare convegni mettersi in mostra e mangiare , per stare con i cappelli in testa e nel sociale , continuate cosi' ......... ma molti non ci stanno gia' piu'. Basta con i diservizi il paese e' una latrina e la differenziata ancor piu' , e si continua ancora a dire ...... I cittadini sono tutti uguali anche chi abita in periferia e campagna . Ed aggiungo il cimitero vuol essere sistemato, a costruire neanche l'ombra ed il lavoro zero uguale a zero , almeno chi non e' nelle loro grazie , la sinistra poi non si oppone a tutto cio', a chi ci dobbiamo affidare ? chi risolvera' tutte queste problematiche ? Boh . . . .
 
 
#10 maria giovanna 2012-01-24 09:35
Tutti i paesi a noi limitrofi, Mola di bari, Conversano e Castellana(con tutte le case sparse nelle campagne), Noicattaro (con la zona di Parchitello, poggiallegro , etc.), riescono a soddisfare pienamente le loro periferie extraurbane offrendo loro tutti i servizi. Rutigliano invece sembra andare in tilt, anzi sembra quasi "scocciato" all'idea che si possa allargare nel territorio e quindi costretto a dover far fronte e problematiche diverse. A noi manca il metano e il telefono: possiamo mai sperare che il comune si interessi a ciò se non è neanche in grado di venire a prendere l'im mondizia???
 
 
#9 ANTONIO FORTUNATO 2012-01-20 22:23
..... ilpaese per tutti i "servizi" si ferma a quello che un tempo era il "solfureo" (via paradiso!). Da quel punto in poi niente raccolta porta a porta estesa a tutto il territorio comunale (... come aveva dichiarato con enfasi il Sindaco), niente fogna, niente metano, nessun marciapiede!

Io pago il 100% della TARSU e il Sindaco e le strutture comunali, come nella migliore tradizione di questo comune, non rispondono alle mie rimostranze... alla faccia della richiesta di collaborazione, partecipazione e dialogo (..vedasi letterina di Natale dei buoni propositi - solo di facciata - scritta dal Sindaco).

.. sarebbe da richiedere, con referendum, l'annessione al Comune di Mola ... che ha maggior attenzione nei confronti dei suoi abitanti e che ha portato metano, fogne e raccolta della spazzatura sino al limite estremo del suo territorio!
 
 
#8 kekin 2012-01-20 19:25
In estate sarete tutti soddisfatti della puzza che avrete nelle vs case .Inqualificabili ! Bisogna che l'umido venga raccolta tutti i giorni e basta ! Ci rimettesse la ditta , non noi che dobbiamo soportare tutto cio' .
 
 
#7 Washingtonia 2012-01-19 00:57
Salve, anch'io abito nel Residence San Materno e ancora oggi non abbiamo il servizio! Paghiamo il 60% di riduzione ma VOGLIAMO IL SERVIZIO COMPLETO!!!! Non ci interessa il risparmio! Inizio dicembre ho chiesto informazioni al signor Gassi riguardo l'indifferenziato. Non sapeva quando avremmo il servizio e mi disse di buttare nel frattempo l'immondizia vicino al Ristorante Sombrero e dintorni di San Materno (COMUNE DI MOLA DI BARI) fino al 1°gennaio che anche Mola farà la raccolta indifferenziata.
Per fortuna ancora oggi non hanno tolto i bidoni... A questo punto doremmo pagare la tassa a Mola di Bari!!!
E se per caso prendono la nostra targa dell'auto e ci denunciano???
Di chi è la colpa??
Si dice che a Noicattaro sono state messe delle telecamere a certi bidoni, vero?
Poi un'altra volta il signor Gassi mi disse che il Sindaco deve dargli l'autorizzazione per darci i bidoni....
Caro Sindaco dateci questo servizio!
Avvolte dimentichiamo buste di immondizia nel cofano dell'auto!
 
 
#6 maria giovanna 2012-01-13 11:15
sono molto felice per il successo di rutigliano, mi spiace solamente non potermi considerare parte di questa vittoria dato che, abitando nel nuovo Residence di San Materno, non ci è stata data la possibilità di partecipare alla raccolta differenziata (pur facendo parte del comune di rutigliano). Voi penserete che abbiamo un bidone condominiale...invece no, ci è stato consigliato di andare nei paesei limitrofi a gettare i rifiuti fino a quando non risolveranno il disguido, o meglio, fino a quando il comune, che non aveva considerato nella gara d'appalto le periferie, converrà ad un accordo economico con la ditta Gassi per venire "fino" a san Materno per raccogliere i nostri rifiuti. Nel frattempo però, pur avendo pagato la tassa rifiuti del 2011 ,io come i miei condomini siamo costretti a gitare con l'immondizia nel cofano della macchina alla ricerca di un bidone noiano o molese dove gettarla.
 
 
#5 Ambiente64 2012-01-10 17:28
Siamo sempre i soliti criticoni !!!!! Caro Rutiglianese non ci vuole una scienza a fare la differenziata, non serve andare al sito che ci indichi tu, basta un pò di cervello che molti rutiglianesi ne hanno da vensere. Certo che il centro di smaltimento non può essere aperto di notte quando tu non lavori, magari il sabato o la domenica come in altre località. Non dovremmo sempre prendercela col sindaco o con l'assessore. La raccolta è appena iniziata diamogli tempo.... stai sereno.
 
 
#4 pauluccio 2012-01-09 19:27
forza paesani
 
 
#3 crte 2012-01-06 14:00
L'elogio va bene, ma bisogna pur guardare per le vie del paesre; in via montevergine dove prima era presente un cassonetto, quello del vetro è stato circondato da buste gettate qua e la. Siamo un paese incivile? cosa ci spinge a non attuare la raccolta differenziata? la volontà d evadere dalle regole? Non diventeremo mica una discarica per queste persone incivili, spero si prendano provvedimenti..E chiedo gentilmente la rimozione di questi rifiuti e sperare che non si verifichi nuovamente questo disagio e sopratutto non si propaga.
 
 
#2 Ruby 2012-01-04 22:11
E brava ,Rutigliano.
 
 
#1 rutiglianese 2012-01-04 16:58
Navigando in rete ho trovato un documento molto utile per chi effettua la differenziata in cui si riporta, materiale per materiale, tutto quello che si getta via.
Questo è il link:
http://[censored]comune.casaluce.ce.it/images/stories/Guida_Differenziata.pdf
E' così difficile produrre un documento del genere anche per il nostro comune, in modo che tutti sappiamo con certezza in che modo differenziare?
Il bollettino scarno consegnatoci insieme ai contenitori è ridicolo!
Caro ASSESSORE DELL'AMBIENTE riesce anche lei a scrivere qualche riga in più?
Mi dice come si fa a raggiungere il centro di smaltimento in via Noicattaro se si lavora? Lei può andarci durante le "ore di lavoro", visto che dal municipio entra ed esce a suo piacimento. Ma per chi timbra il cartellino e ritorna a casa la sera non le sembra che aprire il centro in altri orari sarebbe più utile a tutta la cittadinanza?
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI