Venerdì 16 Novembre 2018
   
Text Size

PARCO LAMA S. GIORGIO: NUOVA BATTUTA D’ARRESTO

lama-s.giorgio1

 

Rutigliano - Ieri mattina si è tenuta la seconda tappa della conferenza servizi per l’istituzione del Parco della Lama S.Giorgio alla presenza dei rappresentanti istituzionali dei sette Comuni interessati.

Conferenza che questa volta ha subito una battuta d’arresto perché:

il Comune di Rutigliano e Italia Nostra, in adesione al parco, chiedono di stralciare i punti 3 e 4 del documento di indirizzo, cioè, quello relativo ai reflui, punti che però sono stati sottoscritti e condivisi nel 2007.  

 Pertanto in risposta ai suddetti, il dott. Di Santo dell’AdB ha osservato che non sono ammissibili ipotesi in deroga alle norme di tutela  del PAI.

È intervenuto anche l’AQP con una nota a verbale osservando che competente ad emettere atti di tale portata (questione legata ai reflui depurati) non può che essere la Regione Puglia.

 Triggiano, invece, chiede di modificare la perimetrazione per quanto riguarda le aree tipizzate  D5 e D6 (aree deputate ad attività commerciali).

D’altro canto l’architetto dell’ufficio tecnico del Comune di Sammichele, ha  proposto di ridisegnare l’area oggetto di tutela di competenza del  Comune perché “una parte dell’area ricompresa nella perimetrazione del parco è seminativo, non ci sono alberi, oppure oggetto di insediamento produttivo di altra natura” allegando una cartografia del 2006.

L’assessore Barbanente ha fatto rilevare che l’ufficio parchi ha cartine più aggiornate in materia di assetto idrogeologico e che l’istituzione del parco deve servire proprio a rinaturalizzare quelle aree che, nel corso del tempo, sono state modificate dall’uomo; che la tutela di queste aree (interesse collettivo) riveste carattere prioritario rispetto all’interesse privato.

Il Comune di Noicattaro, presente col Dirigente del Settore Urbanistica,  arch. Lasorella e l'Assessore di riferimento arch. Ardito, ha fatto notare che il PRG di Noicataro prevede la realizzazione di una sorta di circonvallazione che interessa proprio la zona della lama in quanto serve a collegare la zona Nord del paese (entrata da Torre a Mare) con la zona Sud-Ovest (Via per Capurso e Zona industriale) in modo tale da non far passare un traffico eccessivo all'interno del paese. Pertanto  l'Amministrazione comunale ha chiesto alla Regione che venga garantita la possibilità di realizzare il sistema viario previsto.

Dopo altri interventi l’assemblea si è sciolta  con l’impegno da parte dell’ufficio parchi di esaminare quanto osservato dai suddetti Comuni.

Ulteriori sviluppi e aggiornamenti si avranno tra due settimane in una nuova convocazione.

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI