Venerdì 16 Novembre 2018
   
Text Size

Gli agricoltori in protesta a Bari per i loro diritti, video

manifestazione-lavoratori-3

 

 

Rutigliano 27 aprile 2012. Un centinaio di agricoltori si sono presentati in piazza Kennedy a Rutigliano aderendo allo sciopero indetto unitamente da Flai-Cgil, Fai-Cisl e Uila-Uil a causa del nostro governo che ha presentato un Disegno di legge sul mercato del lavoro, con il quale gli imprenditori agricoli possono assumere e pagare i lavoratori fino al tetto di 110 giornate lavorative l’anno. Il solo pullman presentatosi è stato preso d’assalto ed un manipolo di scioperanti rimasti a terra, imperterriti, si sono avviati a Bari in macchina pur di partecipare al corteo.

Quasi diecimila manifestanti provenienti da tutta la puglia hanno popolato i dintorni del Castello Svevo; si lotta per la disoccupazione agricola, la previdenza - infortuni e malattie - gli ingaggi, maternità e pensione, infine sull’indifferenza del Governo verso le aziende che evadono il fisco ed assumono in nero. Alle ore 9.30 si parte, mille bandiere vengono, aiutate anche da un leggero venticello, sventolate tra le urla degli agricoltori, lo speaker intona le note di “Bella ciao”, cori contro Elsa Fornero - Ministro del lavoro e delle politiche sociali - e Mario Monti, attuale Presidente del Consiglio. Il corteo prosegue per via Niccolò Putignani e via Melo da bari, infine si avvia per corso Vittorio Emanuele II e si conclude da dove era iniziato: piazza Federico II di Svevia. Il palcoscenico è letteralmente circondato dagli scioperanti e si denota una consistente partecipazione da parte delle donne, che hanno assistito al comizio dalla prima fila.

Intervengono sul palco Pasquale Fiore - Segretario Generale FAI-CISL Bari; Giuseppe Deleonardis - Segretario Generale FLAI-CGIL Puglia e Pietro Pellegrini - Segretario Nazionale UILA-UIL.

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI