Venerdì 16 Novembre 2018
   
Text Size

Le associazioni aprono le loro sedi ad Home Stage

Homestage-rutigliano

 

 

Rutigliano - Home Stage, il progetto di inclusione sociale promosso da Albalumen, continua il suo percorso di alfabetizzazione informatica. E lo fa, stavolta, direttamente all’interno delle sedi delle associazioni.

Homestage-rutigliano-2Dopo una prima generale diffusione di materiale informatico tramite seminari e laboratori multimediali aperti a tutti coloro che avessero bisogno di familiarizzare con il mezzo e con il web, il progetto si dirige verso particolari destinatari: anziani e disabili, per i quali la necessità di inclusione sociale è maggiore.

Home Stage interviene, dunque, presso le associazioni di volontariato attraverso l’allestimento nelle sedi di una postazione multimediale e una serie di workshop tematici diretti a caregiver e volontari, per meglio seguire in questo campo i propri assistiti. La diffusione di informazioni in questa fase spetta non solo agli esperti informatici, ma anche a psicologi: modalità empatiche e motivazione all’intervento e all’ascolto sono alcune delle tematiche trattate.

Il computer, che rimarrà alle associazioni una volta terminato il progetto, è un donato della cooperativa di Rutigliano ReHardWareIng,  partner di progetto, la quale si occupa di dare nuova vita alle apparecchiature informatiche in disuso e di implementare la cultura dell’open source.

L’UTEN di Noci è stata la prima associazione ad aprire le porte della propria sede al progetto Home Stage.

La fase di interventi continuerà presso altre associazioni di Alberobello, Rutigliano e Putignano.

Nel comune di Alberobello, invece, si è conclusa la fase laboratoriale. I Laboratori Urbani di Via Pudicino hanno ospitato le postazioni multimediali di Home Stage, usufruibili da tutti e aperte ogni pomeriggio dal Lunedì al Venerdì.

Rutigliano ha conosciuto il progetto Home Stage Sabato 16 giugno presso le Officine Ufo.

Il computer e Internet, il titolo e il tema del seminario svoltosi in questo comune dove il progetto è stato sostenuto dall’associazione “Occhi Verdi”, nata per la promozione di programmi riabilitativi e di reinserimento socio-lavorativi.

Per ulteriori informazioni visitare il sito www.albalumen.org .

 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI