Lunedì 19 Novembre 2018
   
Text Size

Con-“Fido” … nella legge!

copertina

 

 

“Chi non ha mai posseduto un cane non sa cosa significhi essere amato” scriveva il filosofo Arthur Schopenhauer circa due secoli fa. È impossibile negare che il cane abbia accompagnato l’uomo nella sua storia sin dai tempi più arcaici; basti pensare ad Argo il primo cane nella storia della letteratura di cui parla Omero nel XVII libro dell’Odissea ben oltre due millenni e mezzo or sono. Argo dopo anni di assenza del suo padrone, Ulisse, al suo ritorno lo riconobbe e poi, poco dopo, si lasciò morire. Simili storie commoventi hanno fatto meritare al cane l’appelativo di “miglior amico dell’uomo”.

Ma oggi cosa significa possedere un amico a quattro zampe? Purtroppo portare nelle mura domestiche il nostro amico Fido non equivale solo ad un infinito scambio reciproco di vero affetto ma anche ad un notevole carico di responsabilità.  Di seguito vi proponiamo un pratico riassunto dei regolamenti locali che disciplinano il possesso di un cane.

 

Microchips e iscrizione all’Anagrafe

cani-meticciIn Puglia il punto di riferimento legislativo per un possessore di cane è la Legge Regionale n°12 del 3 aprile 1995 denominata “Interventi per la tutela degli animali d’affezione e prevenzione del randagismo”. Stando all’Art. 3 entro i primi sei mesi di vita tutti i cani devono essere iscritti all’Anagrafe canina della ASL di appartenenza, inoltre, “il detentore a qualsiasi titolo del cane è tenuto a comunicare all'Anagrafe canina, presso l'ASL competente per territorio, la detenzione, la cessione definitiva, la scomparsa, la morte del cane entro quindici giorni dall'avvenimento. L’iscrizione all’Anagrafe canina è gratuita”.

Sempre la Legge n°12 obbliga i possessori di cani anche ad installare nei loro animali un microchip di riconoscimento: “entro novanta giorni dalla data di avvenuta iscrizione all'Anagrafe canina il cane verrà identificato mediante un sistema di riconoscimento elettronico (Microchip) inserito sottocute con metodi che non arrechino danno e dolore all'animale”. Inoltre è cura del proprietario comunicare alla ASL di appartenenza il numero di microchip che è stato installato sul proprio animale. L’operazione di installazione del microchip può essere effettuata dal veterinario di fiducia.

Lo scopo della presente legge è quello di prevenire il fenomeno del randagismo. Infatti se tutti i cani randagi fossero microchippati sarebbero immediatamente restituiti ai legittimi proprietari qualora questi li avessero smarriti.

In definitiva è obbligatorio iscrivere il proprio cane all’anagrafe canina e munirlo di microchip di riconoscimento.

 Deiezioni

Da ultima disposizione del Ministero della Salute (Ordinanza Ministeriale del 3 marzo 2009) “è fatto obbligo a chiunque conduca il cane in ambito urbano di raccoglierne le feci e avere con sé strumenti idonei alla raccolta delle stesse”.  D’altra parte anche il Comune di appartenenza può disciplinare la raccolta delle deiezioni canine e l’uso di guinzagli e museruole. Sul Comune di Rutigliano per esempio insiste un’Ordinanza Sindacale del 1997. L’Ordinanza vieta l’abbandono delle deiezioni canine sul territorio comunale e obbliga i possessori di cani, quando sono a spasso con il loro fedele amico, a  munirsi di paletta o bustine per raccogliere eventuali deiezioni del proprio animale. Anche se lasciare pulito il proprio centro abitato è un obbligo morale prima che un obbligo legislativo!

 

Trasporto

Trasportino-caneAnche il trasporto del nostro amico Fido deve essere effettuato come previsto dalla legge. In questo caso il riferimento legislativo è il Codice della Strada. Il comma 6 dell’Art. 169 recita: “Sui veicoli diversi da quelli autorizzati a norma dell'art. 38 del decreto del Presidente della Repubblica 8 febbraio 1954, n. 320, è vietato il trasporto di animali domestici in numero superiore a uno e comunque in condizioni da costituire impedimento o pericolo per la guida. È consentito il trasporto di soli animali domestici, anche in numero superiore, purché custoditi in apposita gabbia o contenitore o nel vano posteriore al posto di guida appositamente diviso da rete od altro analogo mezzo idoneo che, se installati in via permanente, devono essere autorizzati dal competente ufficio del Dipartimento per i trasporti terrestri”.

Ovviamente chi intenda installare un trasportino su un motociclo o un ciclomotore deve tener presente che è vietato il trasporto di materiali che sporgano dal veicolo oltre i 50 centimetri (Art. 170).

Rinuncia

razza-caniQualora il proprietario di un cane non abbia più la possibilità di prendersene cura e non riesca ad affidarlo ad un altro proprietario, stando all’Art. 11 della Legge Regionale (Puglia) n°12 del 3 aprile 1995, “deve formulare comunicazione scritta al Servizio veterinario della ASL competente per territorio, che provvede al ritiro dell'animale e alla consegna al competente rifugio in condizioni dì affidabilità. A carico del proprietario rinunciatario è previsto un contributo di mantenimento sino a quando l'animale resta presso il rifugio”.

 Responsabilità civili

Il possessore di un cane, inoltre, non deve mai dimenticare che è responsabile dei danni causati dall’animale “sia che esso fosse sotto la sua custodia, sia che fosse smarrito o fuggito” salva sempre la prova del caso fortuito. Queste sono le parole dell’Art. 2052 del Codice Civile. Molti proprietari di cani hanno stipulato anche un’assicurazione in modo da tutelarsi per eventuali danni causati dal proprio cane a persone o cose.

 

Commenti  

 
#7 milena 2014-02-28 17:49
ciao vorrei sapere dove posso portare il mio cane x il microcip, il veterinario kiede tanti soldi e mi hanno detto di portarlo alla asl ma dv ? x forza a bari o ce anche qui?
 
 
#6 animal 2012-07-26 13:03
A Rutigliano i controlli li stanno facendo. Io sono stato fermato proprio l'altro giorno, mi hanno controllato se avevo il microchip e se avevo con me una bustina per la raccolta delle feci.
 
 
#5 manitu 2012-07-26 12:31
Le notizie sono corrette ed asettiche.
Ma c'è qualcuno che controlla che i proprietari di canni ottemperino a quanto correttamente è stato descritto in precedenza? Nei posti di villeggiatura si passeggia con la testa china nella continua ricerca di escrementi da evitare! ma è normale?
 
 
#4 mah 2012-07-25 23:36
A "Ciao": e per chi figli non ne ha???
 
 
#3 ciao 2012-07-25 12:56
..........l'affetto che riesce a darti un figlio quello si'non ha prezzo!
 
 
#2 animal 2012-07-25 08:14
é la dura realtà, avere un cane oggi costa così tanto .. anche se l'affetto che riesce a darti .. non ha prezzo!
 
 
#1 antonio l 2012-07-24 22:26
finalmente uno che parla di animali in maniera civile e professionale.....altro che l'articolo di Giampaolo!
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI