Lunedì 19 Novembre 2018
   
Text Size

1^ Festa del Gelato: successi ed insuccessi di un evento poco considerato, foto e video

Sagra-gelato-rutigliano

 

 

IMG 0049Rutigliano - E' una sagra inedita dalle nostre parti, la Festa del Gelato. Essa ha avuto luogo nei giorni 21 e 22 di questo luglio pieno di eventi nel territorio Rutiglianese.
Cosa ha funzionato: dalle ore 19:00 di sabato fino a tarda domenica sono state esposte, a rotazione, diverse auto d’epoca, tra cui alcune Fiat e una Ferrari.
Il concerto di Dennis Fantina, presentato da Maria Grazia Esposito e Vito Lasorsa, ha ammaliato più gente del dovuto nonostante l’ombra di una Madonna del Carmine a Noicàttaro che avrebbe dovuto attirare a sé parecchi dei nostri concittadini.
IMG 0216I balli brasiliani coreografati dal Cintia Moreira Group sono stati acclamati dal popolo a suon di applausi, accompagnati stavolta dalle gag di Antonella Genga - famosa attrice di Mudù - ed ancora da Vito Lasorsa, che hanno lanciato, infine, il concerto dei BAMBINI DI VASCO, Vasco Rossi cover band, tra le prime sei in Italia e la prima in puglia.
Una nota di merito va’ anche ai piccoli concerti di piazza Violante, che hanno avuto la loro piccola fetta di pubblico, degli OSSEDA (sabato) e dei Granny Garage (domenica), formata da, come ci spiega il leader Matteo Ottomano - chitarrista e bassista - Stefano Amodio - chitarra e basso - Fortunato Franchini - batteria e percussioni - Vito Colella - voce - e Alecs Velichaf - chitarra.
Ma tornando all’argomento principale, il gelato, andiamo ad analizzare cosa ha funzionato poco: gli stand. Si sono contati solo tre stand di gelati in tutta piazza XX Settembre tra la gente che si chiedeva dove fosse il gelato, quindi l’abbiamo chiesto direttamente al Presidente della Protezione Civile “Ali Verdi” Nunzio Carulli, l’organizzatore principale della festa, che in sintesi ci ha risposto:

“La sagra ha realizzato il nostro sogno, ovvero avere un'affluenza di gente nel fine settimana a Rutigliano. Sicuramente molte cose andranno riviste, come ad esempio aumentare il numero dei gelatai. Molti di essi non hanno voluto partecipare per due motivi: non erano provvisti di vetrine per portare il gelato all'aperto e non credevano che questa sagra potesse avere molto successo.”

IMG 5175Il Presidente, durante le dichiarazioni pubbliche invece, ha sottolineato che è siamo stati gli unici nel territorio Barese ad aver organizzato una festa per certi versi impegnativa, mentre paesi come Castellana e Polignano, che hanno ottime gelaterie dalla loro parte, si siano sempre tirati indietro. Si sono inoltre scusati per eventuali inconvenienti che sarebbero potuti accadere durante l’evento.
Come è stato ribadito continuamente sia dal Presidente che dai presentatori, lo scopo della festa è stato puramente benefico, con i soldi della raccolta si comprerà un defibrillatore.
Cosa non ha funzionato: ci aspettavamo un po’ tutti il maestro gelataio Nicola Netti di Castellana Grotte nonché Presidente dell’Associazione IMG 5273Nazionale Gelatai, che nella giornata di sabato avrebbe dovuto offrirci una dimostrazione live di come si prepara un gelato; il Body Painting, come ci riferisce un membro della protezione civile, sarebbero dovuti arrivare dei ragazzi da Cosenza; gli artisti di strada, si sarebbero dovuti esibire in Corso Mazzini ed infine i WONDERS The Beatles cover band. Queste assenze sono giustificate dall’organizzatore, ci ha spiegato che non è stato semplice organizzare questa festa e possono capitare inconvenienti del genere, ma è auspicabile una nuova edizione per il prossimo anno.

Ringraziamo il Comune di Rutigliano, la Provincia, la Regione e la Camera di Commercio che hanno patrocinato l’evento.

Foto a cura di Nunzio Pedone



Commenti  

 
#7 cittadino 2012-07-26 15:18
egregio marius, con quel tipo di manifestazione facciamo scappare la gente... non c'era un filo conduttore sembrava un contenitore di tutto e di più.
 
 
#6 Hell_Boyz 2012-07-26 11:47
Direi più festa che sagra visto gli intrattenimenti che ci sono stati. Se leggete bene l'articolo è spiegato perchè c'erano solo tre stand del gelato. Paesi come Polignano neanche hanno il coraggio, forse, di fare una festa simile o forse non vogliono semplicemente farla. Fatto sta che Rutigliano l'ha fatta e siamo contenti lo stesso, anche con tre stand soltanto. L'anno prossimo speriamo che le altre gelaterie partecipino volentieri così non potranno dire più niente.
 
 
#5 marius 2012-07-25 22:06
egregio profitterol
anche se come dici non si capisce se e una sagra o una festa del gelato pero c'e' da dire che almeno qualcuno a questo paese ha avuto il coraggio di fare qualcosa altrimenti il paese muore
e in piu l'importante che i bar hanno lavorato questo si puo dire della festa o sagra
 
 
#4 profitteroles 2012-07-25 18:41
"Festa o Sagra del gelato"???

Due tendoni in piazza con qualche scarna bancarella sarebbe una Festa del Gelato"???

E dove sono, in paese, i bar-gelaterie con 20/30 vaschette di gusti differenti come si vede a Polignano, al famoso Mago del Gelato del centro storico?

Chantal, Verna, Arte del Gelo, Plenilunio e qualche altro bar dovrebbero fornirsi di GUSTI davvero da gelato.....: e la chiamano SAGRA!!!!!
 
 
#3 Cesare Porcelli 2012-07-25 16:27
Ecco. Perfetto. Finalmente qualcuno che nota quello che sfugge a tutti noi: l'enorme serpente di macchine che va da porta nuova e percorre tutta via Roma continuando poi per la zona vicino alla chiesa di s. Anna e quelle delle suore. Ma è proprio così difficile porre delle barriere mobili all'ingresso del centro storico? È difficile assicurare dei posti auto gratuiti e numerati per gli abitanti del centro storico fuori dallo stesso? Rutigliano pian piano, con passi avanti ed indietro sta cambiando. Dobbiamo cambiarla in meglio imparando anche a riprendere chi di noi è abituato all'inciviltà. E via le auto dal centro storico. Sempre. Anche di notte.
 
 
#2 però 2012-07-25 08:26
Forse i bidoni erano messi lì per la raccolta differenziata. A Rutigliano ogni sera si effettua la raccolta porta a porta e poi i bidoni vengono messi via. Per le auto le do ragione anche se chi abita nel borgo antico non sa dove la sciare il proprio mezzo considerando che comunque durante la sagra una buona parte del corso era occupata e inaccessibile alle auto.
 
 
#1 ospite 2012-07-24 19:08
Siamo una coppia forestiera ed incuriositi alla notizia di questa
festa,siamo venuti a Rutigliano.
Ci complimentiamo con l'organizzazione,sapendo a priori le difficolta' che incombono ed il coraggio nel metterci la faccia.
Dobbiamo pero' evidenziare una cosa che ci e' dispiaciuta molto.
Passeggiando nel centro storico abbiamo notato una fila di macchine nella piazza antistante la chiesa matrice e la cosa piu' vergognosa enormi bidoni d'immondizia posizionati vicino la porta della chiesa....questa visione ha fatto si che abbiamo portando via il bel ricordo della sagra e'un'esempio di incivilta a parte di cittadini e commercianti del centro storico,questo ci ha rammaricato molto in quanto a questa cittadina si e' attribuito il titolo di citta' d'arte.
Saluti
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI