Mercoledì 14 Novembre 2018
   
Text Size

Siglate tre intese per salvare l'Ambiente

protocollo-intesa-rutigliano-ambiente

 

 

Salvare e rispettare l’ambiente che ci circonda continua ad essere una priorità che riesce a condizionare in positivo le scelte politiche del Comune di Rutigliano anche se, purtroppo,  proprio l’estate 2012 sarà ricordata per la drammarica stagione di incendi boschivi, alcuni dei quali rimarranno nella storia di Rutigliano, ma anche per il disagio ambientale causato dal crescente fenomeno dell’abbandono di rifiuti. A partire dall’esigenza di far fronte a queste emergenze, con l’obiettivo di prevenirne altre, il Comune di Rutigliano il 3 agosto 2012 ha messo nero su bianco tre Protocolli d’Intesa con tre associazioni di volontariato presenti sul territorio che saranno attivi sino a fine anno con possibilità di un rinnovo. Come ha affermato lo stesso Assessore alla Protezione Civile, lì dove l’organico della Polizia Municipale non potrà essere sufficiente per assolvere al meglio ai compiti di controllo e prevenzione dei reati contro l’ambiente scenderanno in campo i volontari.

Alle Guardie Ecozoofile dell’A.N.P.A.N.A. (Associazione Nazionale Proteziona Animali Natura Ambiente) sono stati affidati compiti specifici di vigilanza “tesa a valorizzare e difendere l’ambiente in generale, in particolare le zone protette e di significativo pregio naturalistico”, di vigilanza “per la prevenzione dei reati concernenti le leggi e i regolamenti generali e locali in materia di protezione degli animali, salvaguardia del patrimonio zootecnico, tutela ambientale, controllo del rispetto delle norme per la protezione della fauna selvatica, omeoterma ed il prelievo venatorio, nonché di vigilanza ittica, protezione civile e di monitoraggio di attività di prevenzione di rischio incendio e rischio idrogeologico” e di vigilanza “rispetto alle ordinanze sindacali emanate ai sensi degli articoli 50 e 54 del D. Lgs. 267 del 18.08.2000, dei regolamenti comunali qualora gli stessi comminino sanzioni amministrative pecuniarie e siano finalizzate alla tutela dell’ambiente e in particolare per l’applicazione del vigente regolamento del Testo Unico Ambientale (D. Lgs. 152/2006), del regolamento di Polizia Urbana in materia ambientale ed in specie per l’applicazione delle norme che regolano la protezione delle aree verdi urbane, l’abbandono dei rifiuti, il controllo sulla conduzione in aree pubbliche di animali e per l’applicazione del Regolamento sui rifiuti solidi urbani”.

Continua in basso, dopo la galleria foto...


Gli operatori dell’Associazione “Protezione Civile” di Rutigliano appartenenti all’ANPAS (Associazione Nazionale di Pubblica Assistenza) si impegnano ad offrire collaborazione volontaria “in occasione delle criticità che possano verificarsi sul territorio comunale correlate al rischio incendi, all’ondata di calore inoltre svolgeranno “monitoraggio circa l’attività di abbandono rifiuti, collaborazione in materia di igiene, collaborazione in occasione di eventuale emergenza correlata al rischio meteorologico, idrogeologico ed idraulico per l’anno 2012” e naturalmente di “monitoraggio del territorio secondo le istruzioni impartite dall’Amministrazione”. Inoltre la Ass. “Protezione Civile” si adopererà nel primo intervento di spegnimento di incendi utilizzando un mezzo antincendio in dotazione alla stessa. “Per quanto concerne l’attività di monitoraggio e spegnimento di primo incendio vengono individuate le seguenti zone sensibili su cui accentuare i controlli, Vallone Guidotti, Macchia Localzo, C.da Annunziata, C.da Castiello, C.da Petruso”.

Gli operatori dell’Associazione di Protezione Civile “Ali verdi” di Rutigliano collaboreranno con il Comune di Rutigliano “in occasione delle criticità che possano verificarsi sul territorio comunale correlate al rischio incendi, all’ondata di calore, eventi e manifestazioni di carattere civile e religioso”, inoltre saranno impegnati nell’attività di “monitoraggio del territorio”. Anche per “Ali verdi” il compito di prevenire gli incendi boschivi in particolare nelle zone rosse sopra indicate.


 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI