Mercoledì 14 Novembre 2018
   
Text Size

Progetto del 2° circolo didattico “A. Moro”: manipolare l’argilla per salvare una tradizione

rutigliano-fischietto

 

 

Sole-rutiglianoRutigliano - In un momento socio-economico alla volta del progresso e della tecnologia molti si chiedono quale possa essere il futuro delle tradizioni popolari che rendono speciale ogni borgo d’Italia. È il caso della tradizione del fischietto in terracotta e più in generale della manipolazione dell’argilla al fine di creare vasellame e altri oggetti funzionali all’attività domestica, una costante che da secoli caratterizza la terra di Rutigliano. Una speranza per il futuro di questa tradizione sicuramente bisogna riporla nei più giovani. Dunque per salvare una tradizione come quella del fischietto in terracotta è necessario investire nelle nuove generazioni. Nel solco di questa speranza di salvezza il 2° Circolo Didattico “A. Moro” di Rutigliano si è fatto promotore di un progetto rivolto agli alunni delle classi quarte denominato “Creiamo con l’argilla: tra mille forme… il fischietto in terracotta”. Il progetto si pone tra le finalità quelle di far conoscere la tridizione rutiglianese dell’argilla in terracotta, valorizzarla e innovarla mettendola a sistema con le nuove forme d’arte visiva e favorire lo sviluppo di socializzazione, creatività e comunicazione dei soggetti interessati. Alunne e alunni con camice e strumenti utilizzati per la lavorazione dell’argilla hanno modellato vere e proprie sculture dopo essere state progettate su carta attraverso dei disegni. A seguito della manipolazione gli elaborati, come da protocollo dei figuli rutiglianesi, sono stati cotti all’interno di un forno di cui la Scuola “A. Moro” è fornita. Tutto in un funzionale laboratorio adibito appositamente alla lavorazione dell’argilla. A conclusione queste piccole opere d’arte, frutto della fantasia e creatività di ogni bambino, hanno avuto il tocco finale: il colore.

fischietto-rutigliano-1Quattordici degli elaborati realizzati hanno partecipato, per la sezione riservata alle scuole di Rutigliano, al Concorso Nazionale del Fischietto in Terracotta-Edizione 2013 e le tre opere tra quelle presentate che, secondo la giuria, più rispettavano l’impegnativo tema imposto per il concorso, “Fischietti traMONTI elettorali”, e che più si distinguevano per tecnica, lavorazione e colorazione sono risultati: 1° premio: “Proviamo a … riprendere quota!” Classe IV D; 2° premio “Speriamo che tra-monti anche la crisi” Classe IV B; 3° “Pupazzo di neve …” Classe IV B. Le classi vincitrici, durante la premiazioni ufficiale tenutasi venerdì 18 gennaio 2013 presso la sala conferenze di Palazzo San Domenico a Rutigliano, hanno ricevuto buoni spesa che saranno utilizzati per l’acquisto di materiale scolastico e strumenti utili all’attività didattica.

L’esperienza che ha offerto il presente progetto non si ferma qui. Tradizione del fischietto in terracotta è anche produzione di manufatti in serie utilizzando gli stampi che permettono di riprodurre un determinato soggetto sempre uguale almeno nella forma. Grazie alla preziosa collaborazione del Rotary Club Rutigliano e Terre dell’Uva gli alunni del 2° Circolo Didattico sotto la supervisione di un’esperta della produzione di oggetti in argilla hanno creato coloratissimi e fantasiosi fischietti utilizzando gli stampi. Questi ultimi sono stati poi esposti nello stand del Rotary Club allestito tra le vie cittadine in occasione della Festa del Fischietto. Un progetto dunque che ha riassunto proprio tutte le fasi di questa tradizione: progettazione su carta, manipolazione, cottura, pitturazione, partecipazione al concorso e presentazione al pubblico. Una panoramica culturale che, grazie all’intenso lavoro delle insegnanti coinvolte, Teresa Gassi, Maria Santa Angelilli, Laura Delvecchio, Grazia Ottomano, Elisabetta Pappalepore, è diventata una vera esperienza di vita nella speranza che in ognuno dei partecipanti rimanga come obbligo morale quello di mantenere sempre viva la tradizione del fischietto in terracotta e chissà che proprio tra i piccoli protagonisti di questo progetto si celino i maestri figuli del futuro.

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI