Mercoledì 14 Novembre 2018
   
Text Size

EXIT: Sbattezzo e laicità

Sbattezzo-rutigliano

 

 

Rutigliano - Sabato 23 Marzo, l'associazione culturale Menti a piede libero incontra il circolo UAAR di Bari (Unione atei e agnostici razionalisti) per affrontare i temi della laicità e dell'apostasia o sbattezzo, ovvero l'atto formale di rinuncia al battesimo.

Pur essendo solennemente sancito dalla Corte costituzionale, il «supremo» principio della laicità dello Stato fatica a trovare applicazione in una nazione che si trova ad avere all’interno della sua capitale uno stato teocratico, sede della più diffusa organizzazione religiosa mondiale.
Atei, agnostici e chi appartiene ad una diversa religione, fin dalla nascita sono pressoché obbligati, volenti o nolenti, a confrontarsi con questa invadente realtà che influenza molto spesso, direttamente o indirettamente, anche le scelte politiche della nostra nazione.

 Lo sbattezzo rappresenta una scelta consapevole e coerente dell’individuo che non si considera più appartenente alla Chiesa cattolica. Le ragioni di una scelta simile sono molteplici: 
per coerenza in quanto non più credenti o appartenenti ad una diversa religione da quella cattolica;
perchè ci si sente discriminati dalla Chiesa in quanto omosessuali, ricercatori, conviventi;
- per mandare un chiaro segnale alla chiesa cattolica che è convinta di rappresentare il 96% della popolazione italiana.
 Abbattere questo muro è una battaglia essenziale per vivere in una società veramente libera e laica. L'incontro sarà utile per capire quali sono le modalità e le conseguenze dello sbattezzo.

 Interverranno: 
 - Rafael La Perna (coordinatore circolo UAAR di Bari); 
 - Angelo Gasparro (dottore specializzando presso la S. S. P. L. dell'Università di Bari, Facoltà di Giurisprudenza)

SBATTEZZO-rutigliano-laicita

Commenti  

 
#9 cristina_ 2013-03-19 03:54
Medioevo. Vi commentate da soli.
 
 
#8 Cittadino 2013-03-18 20:24
Don Salvino ha perfettamente ragione. io non mi ritengo un bravo cristiano perchè cado nel peccato, ma ci tengo a questi temi di salvezza che viene da Dio non dalla reltà. ma x voi potrà esserci perdono xkè Dio è misericordioso!! Non negate la presenza di Gesù che dice" in verita vi dico il cielo, la terra e il mare passeranno, ma le mie parole NON passeranno!!!" Medita Lesbica prima di scrivere che la BIBBIA è un libro vecchio perchè è il più attuale che ci sia. Bravo Don Salvino con le sue frasi di saggezza!!
 
 
#7 Don Salvino 2013-03-18 20:18
Cara Cristina, i "diversi" sono persone che vanno aiutate a uscire da questa schiavitù e non vanno di sicuro "incoraggiati" a restare nella loro situazione di peccato. Pertanto, gli omosex hanno bisogno di Dio così come ne hanno necessità gli assassini, i ladri, gli evasori fiscali, i bestemmiatori, i religiosi apparenti, gli atei, gli adulteri e tutte quelle categorie di persone che vivono senza alcuna relazione con il Signore. Punto.
 
 
#6 Don Salvino 2013-03-18 14:18
Cara "Elle"...., il mio è un nickname perciò non è un problema fra credenti e non credenti: qui si tratta della tua vita futura la cui destinazione dipende solo da te!

Spero solo che mi diano lo spazio (anche 5 minuti!) di parlare, visto che il convegno riguaredrà la laicità e lo "sbattezzo" (.)

Questo 2013 sarà un anno decisivo per il mondo intero, perchè passano ben 4 "comete" (primo evento storico in assiluto) e perchè il tempo del ritorno di Gesù è vicino. Prendi l'autobus della "salvezza" mentre Dio te ne dà la possibilità, perchè - e lo sottoscrivo diecimila volte - molto presto la nostra epoca conoscerà il periodo più buio dela storia umana: altro che nazismo e fascismo!
 
 
#5 cristina_ 2013-03-18 13:29
Vorrei far presente a Don Salvino che siamo nel 2013, aggiusti il suo orologio medievale.

Si parla così male degli omosessuali con così tanta leggerezza... sappiate che a causa della vostra mentalità ristretta, moltissime persone soffrono un'ineguatezza che non hanno affatto. Secondo il mio LIBERO senso etico, è dare dolore che è peccato.

Il teocentrismo vi allontanerà dalla realtà delle cose e l'ignoranza vi farà vivere come uomini a metà, ingabbiati e resi ciechi dai vostri stessi limiti.
 
 
#4 Lesbica 2013-03-18 12:35
Spero soltanto che questo incontro non diventi un'occasione di dibattito tra credenti e non credenti. Non sarebbe la sede adatta e sarebbe proprio un bel peccato rovinarlo così.
So benissimo quali sono le conseguenze di questo mio "peccato" (secondo la vostra religione), ma io son convinta che la vita di un animale valga tanto quanto la libertà di poter scegliere di vivere la mia vita sentimentale e sessuale come mi pare e piace.
 
 
#3 Don Salvino 2013-03-17 18:55
Cara lettrice scettica, se sarai presente sabato 23 potrai riconoscermi perchè parteciperò al convegno. Io sono un credente e spero mi sarà data parola per esprimere la mia fede (sono un cristiano "rinato" - cfr. Giovanni 3,3). Gesù non è la CHIESA Cattolica, non è un movimento SPIRITUALE nè un tipo di RELIGIONE: Egli è una Persona disposta a tirarti fuori dal laccio di Satana, principe di questo mondo (2^ Corinzi 4,4)! Certo che agli ebrei era vietato di mangiare crostacei, ma cibarsi di questi molluschi non ha lo stesso senso del peccato dell'omosessualità, poichè essa va contro la natura della creazione e, pertanto, ciò è grave davanti a Dio. Nessun gay sarà perdonato se rimane in questo stato, qualunque sia la causa di questa sua scelta, ma nemmeno i preti bigotti, nè gli assassini, nè chi froda il fisco (ladro), nè chi tradisce il coniuge (adultero) e neppure chi bestemmia eccetera eccetera entrerà in paradiso, perchè in cielo non entreranno peccatori INCALLITI ma peccatori LAVATI dal sangue dell'Agnello! AU REVOIR.....
 
 
#2 Lesbica 2013-03-16 18:15
L'inferno esiste solo per chi ne ha paura e la religione cattolica è studiata per imprimere questo sentimento di paura ai suoi fedeli sin da bambini...e il suo commento ben dimostra che non ho torto.
Le posso assicurare che da atea quale sono io ho sempre meditato ed è per questo che non ho mai creduto a ciò che la religione mi imponeva di accettare per fede.
Atei e agnostici sviluppano uno spirito critico che difficilmente un credente potrà mai avere, e soprattutto mai si sognerebbero di accettare cose scritte in un libro di ben 2000 anni fà.
Nel levitico oltre a non avere rapporti con persone dello stesso sesso non c'è forse anche scritto che non bisogna mangiare i crostacei ? lei li mangia i crostacei?
Ci sono più di 1500 specie animali che manifestano comportamenti omosessuali, prova del fatto che l'omosessualità è una cosa del tutto naturale, la chiesa si occupa di mostrare la retta via anche a scimpanzè ed uccelli? Non sono anch'essi figli di Dio?
Quinto comandamento: Non uccidere.
Ha mai contato quante vittime ha mietuto la chiesa cattolica in tutti questi anni?([censored]uaar.it/ateismo/controinformazione/libro_nero_della_chiesa/)
Lo sa che la pena di morte nello stato del Vaticano è stata abolita solo nel 1969?
Quanti cristiani mangiano carne o sono macellai o pescivendoli? Non è presente in ogni casa cristiana un picchietto per ammazzare mosche o zanzare?
Se a queste domande mi risponderà dicendomi che il quinto comandamento si riferisce ai soli esseri umani, allora non le sembra che l'insegnamento di Dio sia al quanto specista?
Vogliamo parlare di tutti gli scandali di pedofilia che stanno venendo a galla in questi ultimi giorni e degli insabbiamenti da parte della chiesa (compreso il suo amato papa Ratzinger)?
E dell'impero economico che c'è dietro il Vaticano?
Alla luce di tutti questi fatti crede che una persona non credente abbia ancora bisogno di meditare e ripensarci?
Credo che sia arrivato anche per voi il momento di iniziar una lotta per l'emancipazione che vi porti a non accettare più questa visione della bibbia imposta da una chiesa ormai vecchia e non più adatta ad una società in continua evoluzione che dimostra di viaggiare ben più veloce di voi su molti temi ben più importanti per poter cambiare e salvare veramente questo mondo. Vi ricordo che molte cose scritte nella Bibbia un tempo venivano accettate e rispettate come parole sacre ed oggi invece sono prive di ogni fondamento anche per la chiesa. Come reagireste se tra qualche anno il Papa dichiarasse che l'omossessualità non è più un peccato? Non vi sentireste presi un po' in giro nell'aver creduto e rispettato il volere della chiesa per anni e poi vedervi crollare tutto all'improvviso?
Meditate cristiani...meditate, ma con la vostra testa! :zzz
 
 
#1 Cittadino 2013-03-15 20:14
Invito a prestare attenzione a questo argomento, una vita senza DIO è priva di senso, se non si crede in DIO si và nella perdizione più assoluta e prima a poi il male occuperà il nostro cuore. attraverso il battesimo, la confessione ci purifica e fortifica così come la prola di DIO. uNA SOCIETà ATEA NON PUò RISOLVERE i problemi, e se atei sono i gay(che rispetto nella maniera più categorica) sappiate che La Chiesa non vi abbandonato, ma cerca di farvi capire la retta via, il Vangelo dice "l'uoma lascerà la sua casa e si unirà alla donna x essere una cosa sola!!!". Mi rivolgo agli atei prima di prendere simili decisioni ponete la vostra coscienza davanti a Dio, come ha fatto Benedetto XVI prima di dimettersi. Meditate!!
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI