Mercoledì 14 Novembre 2018
   
Text Size

Assemblea Congressuale Territoriale della CGIL FLAI a Rutigliano. Il settore ortofrutticolo rutiglianese tiene testa alla crisi

ninni mincuzzi filippo masotti

 

Si è tenuta il 18 febbraio alle ore 17.30, presso la Sala Consiliare del Comune di Rutigliano, l’Assemblea Congressuale Territoriale per il VI Congresso Provinciale della FLAI CGIL di Bari, presieduta dal Segretario Generale Ninni Mincuzzi e dal coordinatore della Camera del Lavoro di Rutigliano Filippo Masotti. In tale occasione sono stati presentati gli undici punti del Documento n.1, sottoscritto dallo stesso Segretario Generale della CGIL Susanna Camusso, su cui poi le braccianti e i braccianti hanno espresso il loro parere tramite il voto, nel seggio elettorale aperto per quest’occasione, presso la sede della Camera del Lavoro Comunale, dalle ore 18.00 fino alla stessa ora di giovedì 20 febbraio. La riunione si è aperta richiamando subito all’attenzione dei compagni intervenuti la condizione negativa dei lavoratori, per quanto riguarda la disoccupazione dilagante, lo sfruttamento, gli orari di lavoro pesanti, i salari indecenti, i diritti non rispettati. Di fronte a tutto questo non ci si può solo lamentare – viene ribadito – bisogna dare corpo alle azioni, sostenere il sindacato nelle sue iniziative, ci si deve battere. Per quanto riguarda il settore agricolo e in particolare quello ortofrutticolo, a Rutigliano pare che la crisi sia avvertita un po’ meno, soprattutto in termini di occupazione. “Facciamo venire gente da fuori”, afferma il dott. Masotti; un buon 30% circa della manodopera agricola è extracomunitaria. La questione rutiglianese, come quella di altri comuni, riguarda invece la qualità dell’occupazione e l’illegalità, legata principalmente all’occupazione a nero. I braccianti sono stati invitati, durante il voto, a rispondere anche ad una serie di domande riguardanti le malattie sul lavoro; il sindacato, infatti, sta cercando di sondare quali siano le nuove patologie legate a tale settore, soprattutto per l’uso di sostanze chimiche, passando dalla sindrome del tunnel carpale alle nuove forme tumorali. Come afferma il segretario Mincuzzi, “queste malattie devono essere indennizzate dall’INPS, un operaio agricolo non può andare in pensione come un dipendente comunale”. Si è discusso poi della condizione del lavoro femminile e della necessità di maggiori controlli anche per tutelare le aziende dai sempre più numerosi furti che si stanno avendo nei campi. È stato infine votato all’unanimità il nuovo comitato di rappresentanza degli iscritti alla CGIL FLAI di Rutigliano, che si riunisce ciclicamente per affrontare problematiche a livello comunale: sono stati eletti Filippo Masotti, Domenica Gallone, Giovanna Dalba, Carmela Torres, Trifone Sanitate, Haka Alban quale rappresentante della categoria immigrati, Lorenzo Diomede, Francesco Valenzano e Vito Vavalle.

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI