Venerdì 16 Novembre 2018
   
Text Size

Sensibilizzare contro l'abbandono dei rifiuti: l'attività del Centro di Raccolta rutiglianese

index

Nell'ultimo periodo assistiamo quotidianamente al fenomeno dell'abbandono ingiustificato, ingiustificabile ed illegale dei rifiuti per strada, che vanno inevitabilmente a degradare quella che è la vivibilità del paese e a dare l'immagine di una comunità che non ha il minimo rispetto nei confronti delle proprie risorse ambientali. Della questione si è occupato anche il nostro giornale, proprio nel periodo in cui l'attenzione dei cittadini era quanto mai concentrata sull'aumento della Tares e sul suo pagamento, registrando situazioni di totale inciviltà da parte di cittadini che, pur di non differenziare i propri rifiuti, riempiono in particolare le strade di periferia di rifiuti di qualsiasi genere. Per questo è stata istituita dalla ditta "Vito Gassi", che già si occupa della raccolta differenziata porta a porta, la "Campagna di sensibilizzazione contro l'abbandono dei rifiuti", in collaborazione con il Comune di Rutigliano, dal titolo "Se ti prendo a sporcare... La pagherai!" Sulla locandina che sponsorizza la Campagna, partita ufficialmente il 22 marzo, si riconoscono le figure di un poliziotto che insegue un animale, un porcellino, proprio ad indicare, come spiega Luigi Esposito, figlio del proprietario della ditta, il fatto che questi cittadini siano dei veri e propri "porci". E non si tratta di un'offesa, al contrario, perché la vera offesa la fanno loro nel momento in cui si mostrano indifferenti verso questioni importanti come questa. Eppure servirebbe soltanto un pizzico di buon senso in più per rendersi conto del fatto che la ditta che si occupa della raccolta porta a porta, gestisce un Centro di Raccolta di massima importanza, uno dei maggiori centri in Puglia - se non il maggiore - erogando un servizio alla cittadinanza che facilita lo smaltimento di alcuni rifiuti particolarmente ingombranti. Presso il Centro di Raccolta, infatti, possono recarsi sia le utenze domestiche sia quelle non domestiche, portando qualsiasi tipo di materiale, dal semplice cartone alla plastica, dagli elettrodomestici piccoli e grandi ad oggetti di grandi dimensioni quali componenti di cucine e mobili in generale. Un servizio, questo, che è gestito dagli operai che si occupano della registrazione delle utenze, dell'identificazione dei materiali e del settore presso cui vanno smaltiti, stando attenti che tutto avvenga in maniera scrupolosa ed organizzata, nonché in piena sicurezza. Momenti di calma piatta si alternano a momenti frenetici di vera e propria calca, presso il Centro di Raccolta, eppure qualcuno ancora si distrae e getta i rifiuti nel primo luogo disponibile. Ma chi si occupa, realmente della raccolta di tutto ciò che viene abbandonato al di fuori del servizio di raccolta porta a porta? In realtà, è la stessa azienda ad occuparsi della questione, facendolo bonariamente, come puntualizza Luigi, nonostante il fatto che la cosa non sia di loro competenza perché non compreso nel contratto. Eppure lo fanno, talvolta frequentemente perché ce n'è davvero bisogno, talvolta in maniera saltuaria proprio per far emergere la situazione di emergenza che potrebbe crearsi se non si prendessero dei seri provvedimenti. Ed ecco tornare alle finalità della Campagna di sensibilizzazione, che suggerisce altresì una maggiore collaborazione con la polizia municipale e con l'amministrazione in generale, nel multare con vere e proprie sanzioni economiche il presentarsi di queste situazioni, collaborazione auspicata anche dai proprietari della ditta. L'iniziativa prevede un progetto ben più ampio di sensibilizzazione, che vedrà ad inizio del prossimo anno scolastico la collaborazione della ditta con le scuole rutiglianesi, con l'obiettivo di portare l'abitudine al rispetto dell'ambiente anche tra i più piccoli, sperando che siano loro a dare l'esempio a qualche genitore troppo distratto e "sporcaccione".

Commenti  

 
#1 pagolatarsu 2014-04-15 20:09
Beh, allora che dire del continuo abbandono di spazzatura accanto alla sede CARITAS di Via V. Chiaia, a 20 mt dalla Chiesa dell'Addolorata? Eppure, questo (o sono più di uno?) incivile si muoverà a notte fonda, visto che riesce a lasciare i rifiuti sempre nello stesso posto! Basterebbe una sola sera di sacrificio, come controllo di vigilanza, per beccare chi deposita di tutto sempre nella stessa zona. Riusciranno i nostri eroi......??????
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI