Lunedì 19 Novembre 2018
   
Text Size

Alla riscoperta degli ideali europei nel concorso della LUTE di Rutigliano

La Libera Università della Terza Età "Lia Damato" ha indetto e organizzato il "XIV Concorso di Creatività", con il patrocinio del Comune di Rutigliano, della Provincia di Bari e della Regione Puglia. Il tema del concorso è "Il volto e l'anima di popoli europei. Aspetti peculiari, tradizioni, arte, volti, storie e persone, paesaggi e monumenti, che illustrino la cultura del nostro continente", argomento che potrà essere analizzato trasversalmente partecipando alle varie sezioni quali pittura, fotografia, ricamo, scrittura creativa e creatività. Un concorso che mira alla rivalutazione dell'Unione Europea, come ha affermato la responsabile della L.U.T.E. Marisa Damato, "perché vogliamo rilanciare il sogno europeo. Noi crediamo in un'Europa delle culture, dobbiamo soltanto riscoprire le radici comuni, perché in fondo sappiamo di essere uniti dagli stessi ideali." Il concorso, che quest'anno è arrivato alla sua quattordicesima edizione, è aperto a tutti e prevede che i lavori vengano consegnati presso le Ex Officine Ufo, in Palazzo San Domenico, nei giorni 28, 29 e 30 aprile, preceduti dalla consegna di una scheda di iscrizione, compilata in ogni sua parte, che dovrà pervenire alla prof.ssa Marisa Damato entro il 26 aprile. Tutte le opere poi, a qualsiasi categoria esse appartengano, saranno disposte a formare una mostra, che sarà inaugurata lunedì 5 maggio presso Palazzo San Domenico, con una serie di interventi sia musicali sia di carattere esplicativo. Il programma prevede, infatti, una sorta di seminario sulla civiltà europea, sulla storia del concetto di Europa, della sua nascita e del suo sviluppo, e un intervento sulla cittadinanza europea e sui diritti che ogni cittadino europeo possiede. Una giuria tecnica sarà preposta a valutare le opere per ogni sezione e avrà il compito di assegnare i primi tre posti per ogni categoria di appartenenza. La premiazione finale avverrà lunedì 12 maggio, con una manifestazione presso il Chiostro di San Domenico. Un'iniziativa che, negli anni scorsi, ha visto un'ampia partecipazione soprattutto a livello regionale, che la prof.ssa Damato spera che possa esserci anche quest'anno. Il concorso, inoltre, rientra nell'ambito di un vero e proprio programma didattico che la L.U.T.E. fa seguire alle sue non più giovani studentesse, che si iscrivono ai corsi non per passatempo, ma per continuare a studiare al di là degli anni. "É una scuola per adulti a tutti gli effetti", afferma la prof.ssa Damato, "e quest'anno è arrivata al diciottesimo anno di attività. L'università è dedicata a Lia Damato, mia sorella, che ha voluto fortemente che questa realtà si formasse nel nostro territorio, e che si è occupata di dirigerla per ben dieci anni." Oltre ai corsi di materie propriamente scolastiche quali inglese, letteratura, informatica, fisica, biologia, diritto e storia, l'università organizza anche le classi di chitarra, i corsi di yoga ed educazione fisica, i laboratori di chiacchierino, tombolo, filet e terracotta, assieme a tanti altri. "Questa associazione si occupa di promuovere la cultura anche nell'età adulta e rendere gli anziani cittadini più consapevoli", afferma la prof.ssa Damato. Una realtà ben presente e radicata nel nostro territorio quella dell'Università della Terza Età, che contribuisce a creare una rete di socialità e di condivisione di saperi che è fondamentale per una comunità di cittadini. Un punto di riferimento culturale per gli anziani e non, che hanno la voglia e la disponibilità a mettersi ancora in gioco per continuare ad imparare. E di imparare, si sa, non si finisce proprio mai.

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI