Venerdì 16 Novembre 2018
   
Text Size

Tornano in piazza le uova dell'AIL per il sostegno alla ricerca

 

Anche quest'anno tornano nelle principali piazze italiane le uova di Pasqua promosse dall'AIL, l'Associazione Italiana contro le Leucemie, i linfomi e i mielomi, le cui iniziative si rinnovano sempre con lo stesso spirito di solidarietà. Anche a Rutigliano il banchetto AIL sarà presente domenica 6 aprile in piazza XX Settembre con i suoi volontari, per vendere le buonissime uova di cioccolato e raccontare una storia, quella di un mondo fatto di persone semplici, tra volontari, medici, infermieri e psicologi che ogni giorno assicurano assistenza e vicinanza alle famiglie e ai pazienti affetti da leucemia, un male ancora mortale che la ricerca può contribuire a combattere. Un sostegno economico, quello all'AIL, che non va disperso a livello nazionale ma al contrario, favorisce l'attività dei ricercatori sul territorio regionale e supporta economicamente e psicologicamente l'assistenza nel campo delle malattie ematologiche, facendo sì che tutti i fondi che vengono raccolti rimangano nella nostra stessa provincia. É questo il beneficio del contributo all'AIL, come spiega una delle responsabili di zona, la signora Creatore, un aiuto concreto per sostenere non solo la ricerca, ma per raggiungere obiettivi importanti quali la fornitura di apparecchiature scientifiche, di arredi ospedalieri, di laboratori, di stanze mediche e la realizzazione di case AIL per ospitare le famiglie ed assicurare ai pazienti la vicinanza dei propri cari nelle cure da seguire. É un intreccio sociale che opera grazie ai volontari, come la signora Maria Creatore e la signora Cecilia Coladonato, le due responsabili sul nostro territorio, che hanno istituito una vera e propria rete di contatti, grazie ai quali cercano di diffondere lo spirito AIL a chi ha voglia di mettersi in discussione, a chi crede nell'importanza della ricerca, a chi ha toccato con mano la sofferenza e la preoccupazione dei malati, e vuole così entrare a far parte del mondo AIL per stringere alcuni nodi e tentare di scioglierne altri, come recita lo slogan dell'associazione. E i successi più grandi arrivano quando gli obiettivi vengono realizzati e le famiglie sorridono, grazie alle tante mani che si tendono nel reparto di Ematologia del Policlinico di Bari e grazie agli sguardi di chi contribuisce per "dare vita alla ricerca". I traguardi più belli, però, sono quelli ancora da raggiungere, se solo annodassimo alle nostre vite, alle vite di ciascuno di noi, la vita di chi ha bisogno di sperare nella ricerca. Quest'anno, inoltre, le uova di Pasqua AIL nascondono graditissime sorprese: oltre ad avere una grammatura maggiore con il prezzo di sempre e con la qualità del buonissimo cioccolato Lindt, le confezioni delle uova saranno coloratissime. Un piacere, insomma, per gli occhi e per il palato. E un dono unico e speciale per sé e per gli altri. Le uova di Pasqua AIL ci aspettano il 6 aprile!

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI