Venerdì 16 Novembre 2018
   
Text Size

Appuntamento con la storia: aspettando il Corteo di S. Nicola

corteo 2008 Arciprete mitrato mentre legge la benedizione

Fervono i preparativi per l'VIII Corteo Storico di San Nicola, previsto per sabato 10 maggio alle ore 20:30, che si svolgerà per le vie del paese per poi concludersi in piazza XX Settembre e che coronerà i festeggiamenti in onore del nostro patrono. Si tratta della rievocazione dell'inizio del patronato di San Nicola sulla città di Rutigliano nel lontanissimo 13 maggio 1306, stabilito con un atto di donazione da parte di Carlo II d'Angiò, il quale devolse il feudo dell'attuale Basilica di S. Nicola di Bari, che da quel momento in poi divenne patrono della stessa città. Una rievocazione che vedrà il suo momento forte nella declamazione, da parte dell'araldo di Carlo II alla città di Rutigliano, e nell'intervento dell'attore che interpreterà l'arciprete Ursone, che nel 1306 era arciprete della nostra cittadina, il quale declamerà al popolo rutiglianese le virtù di S. Nicola. Oltre 200 figuranti si riverseranno per le vie del paese, in rigorosi costumi medievali, inscenando anche la tradizionale cerimonia di consegna delle chiavi della città. Come da programma, al Corteo parteciperanno alcuni gruppi di rievocazione, tra cui quello dei Figuranti di S. Nicola, associazione storica che per molti anni ha fornito i figuranti al corteo più celebre e imponente che si svolge a Bari. Partecipazione giocata "in casa", invece, per l'Archeoclub rutiglianese, reduce dalla sfilata storica ad Altamura, in onore di Federico II di Svevia: i suoi figuranti rappresenteranno gli arcieri di Asgat, coordinati da Peppino Sorino, presidente dell'associazione. Al Corteo interverranno anche il Gruppo Sbandieratori di Capurso e cavalli e cavalieri Ruha di Rutigliano. Per l'ottavo anno, dunque, si rinnova l'appuntamento con la storia, ideato nel 2006 da Gianni Capotorto, che tuttora cura e dirige il Corteo e che proprio in quell'anno, in virtù del fatto che Rutigliano per la prima volta ospitò la statua di S. Nicola, pensò di portare anche nel nostro paese il ricordo di ciò che è parte integrante della nostra cultura, delle nostre tradizioni.Tanti i gruppi che si sono susseguiti negli anni e che hanno sfilato per le nostre strade, come quello dei Bardulos di Barletta, gruppo di rievocazione storica che partecipò alla prima edizione del corteo rutiglianese, e il gruppo La 'nzegn di Carovigno. Grande attesa per la manifestazione, realizzata dal Comitato “Feste SS. Crocifisso e San Nicola, in collaborazione con l’Assessorato al Turismo del Comune di Rutigliano e il patrocinio della Provincia, della Regione e della Basilica Pontificia di San Nicola di Bari. Ai riti "profani", seguiranno quelli religiosi, domenica 11 maggio - il cui programma è riportato qui accanto -, con una serie di celebrazioni in onore del santo patrono, che culmineranno nella Processione di Gala, nel concerto della Banda "Città di Rutigliano" e nello spettacolo pirotecnico. Vi proponiamo anche una serie di foto delle edizioni precedenti del Corteo... Aspettando l'edizione 2014.

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI