Martedì 21 Novembre 2017
   
Text Size

Nuove selezioni per gli ambiziosi musical degli Odè

Foto scattata dopo le prime audizioni

La passione per la musica non smette mai di evolversi a Rutigliano. In qualsiasi forma possibile. Una di queste, la più completa, è il musical. Lo scorso sabato 24 maggio si sono concluse le prime fasi della selezione per un musical organizzato dagli “Odè”.  Il gruppo fondato da Barbara Brizzi, Giuseppe Lucente, il maestro Vincenzo Barbieri e Valentina Di Turi, scommette in ‘Odè’ e con molta soddisfazione ed un pizzico di scaramanzia ci annunciano: probabilmente a Settembre diventeremo ufficialmente un’associazione, a mettersi tra noi ed il nostro sogno c’è solo il lungo iter burocratico. Un gruppo più che giovanissimo, ci spiegano due dei fondatori, Giuseppe Lucente e Barbara Brizzi, “Siamo nati ufficialmente lo scorso settembre ma abbiamo già eseguito 10 musical in tutta la provincia”. Tra le apparizioni rutiglianesi, i due fondatori ci ricordano lo spettacolo dello scorso dicembre presso il monastero delle suore di Rutigliano in un musical il cui unico scopo è stato la raccolta di fondi da mandare nelle Filippine. Uno spettacolo che ha riscosso un notevole successo, una grande generosità dimostrata dalle offerte dei rutiglianesi. Oltre a questa apparizione, abbiamo sempre riscontrato una grande risposta nel pubblico rutiglianese. Altri eventi sul nostro territorio sono stati organizzati anche a ridosso del periodo natalizio e lo scorso 27 aprile. “L’amministrazione comunale si è sempre dimostrata molto presente e attiva. Vorremmo sfatare il mito secondi il quale la prima amministrazione Romagno fosse stata sorda agli appelli culturali”. Sabato 24 maggio c’è stata la prima selezione del prossimo musical in programma dalla quasi associazione “Odè”. La scelta non è ancora definitiva, l’opera probabilmente rappresentata sarà una speciale versione de ‘Romeo e Giulietta’ a cura del maestro Paolo Quaranta. Altre proposte di rappresentazione sono ‘Aggiungi un posto a tavola’ o ‘Forza venite gente’ il tutto seguito, naturalmente dal maestro Pietro Barbieri la cui esperienza rappresenta un’occasione di crescita irrinunciabile. Qualunque possa essere la scelta definitiva, le restati due opere saranno eseguite in altre occasioni, non si tratta quindi di una esclusione ma semplicemente di un ordine di rappresentazione. Un gruppo di lavoro molto giovane tuttavia così pieno di aspettative. Pieni di esperienza ma allo stesso tempo bisognosi di crescita. Il crocevia tra passione e professionalità ed al centro di questo incontro c’è “Odè”. I due fondatori da noi intervistati vogliono approfittare dello spazio a loro dedicato per poter lanciare un appello. Tutt’oggi sono senza una sede esecutiva fissa, senza uno spazio per le prove tecniche. I due fondatori si dicono disposti a ripagare l’ospitalità con uno spettacolo gratuito. Naturalmente oltre ad un posto fisico, l’intento di “Odè” è accrescere sempre di più il proprio organico cercando nuovi talenti tra cantanti, ballerini(o scuola di ballo convinta a partecipare) ed attori. Le audizioni sono sempre aperte, con possibilità di prenotazioni. Per informazioni più dettagliate Giuseppe Lucete ha messo a disposizione il proprio contatto 349 263 7250.    

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI