Domenica 19 Novembre 2017
   
Text Size

In assemblea con gli artigiani: proposte e punti del 30 maggio

Assemblea 30 maggio

La Confartigianato è la più rappresentativa organizzazione italiana dell’artigianato e della piccola impresa. Sin dal 1946 è fortemente impegnata nel fornire servizi e nella tutela dei diritti dei piccoli lavoratori autonomi. Questa organizzazione, incarnata nella sezione di Rutigliano, si preoccupa da tempo immemore dei bisogni delle nostre attività autonome. Lo scorso venerdì 30 maggio, presso la sede Confartigianato in corso Garibaldi 38, è stata convocata un’assemblea formata da tutti i membri iscritti alla sezione di Rutigliano. Il nuovo direttivo è composto dalla presidenza di Luigi Orlando, vicepresidenza di Carmen Iaffaldano, Giambattista Creatore e Giovanni Calisi come consiglieri ed il tesoriere Agostino Meduso.

Tra i punti all’ordine del giorno la prima voce recita: “Proposta dell’organigramma interno delle attività associative”. L’organizzazione ha individuato dei membri in grado di occuparsi delle diverse attività da svolgere: ”Accesso al credito”, l’onere e l’onore è stato affidato al vicepresidente Carmen Iaffaldano. “Formazione alle imprese” affidata al presidente Luigi Orlando che ha già dichiarato di voler organizzare corsi di aggiornamento rivolti alle piccole imprese per essere sempre al passo con i tempi. “Servizi alle imprese” con Agostino Meduso, storico ex presidente della Confartigianato di Rutigliano con 27 anni di incarico. L’obiettivo del tesoriere, riguardo l’attività di “Servizi alle imprese” è quello di creare un CAF a Rutigliano. Non esiste,infatti, nel nostro paese un patronato che provveda a tutelare questo bisogno dei lavoratori autonomi. A Rutigliano esistono i sindacati ed i centri che tutelano gli operai ma non per gli artigiani. “Laboratori e cultura artigiana”. Il responsabile è Nicola Colaprico. Questa attività organizzata dalla Confartigianato punta a far riscoprire alle nuove generazioni l’arte del piccolo artigiano, mestiere che sembra stia andando perdendosi.  “Rapporti con la pubblica amministrazione” curati da Gianfranco Giordano. La Confartigianato, per adempiere al meglio al proprio ruolo, punta ad avere una degna rappresentanza all’interno della nuova amministrazione pubblica di Rutigliano. Lo scopo da perseguire è l’apertura di uno Sportello Unico presso gli uffici comunali. “L’intenzione è quella di collaborare al 100% con l’amministrazione rutiglianese”.

“Promozione Confartigianato”. In questo punto rientrano tutte le attività promosse dall’organizzazione per i lavoratori autonomi per poter rendere più familiare e meno spaventoso il nome Confartigianato. Le attività di promozione, affidate a Giambattista Creatore e a Giovanni Calisi, prevedono già da subito l’organizzazione di tornei di calcio, burraco o il primo viaggio del nuovo direttivo a Roma, in udienza pubblica presso la Santa Sede. La partecipazione è aperta a tutti i tesserati Confartigianato ma anche ai cittadini di Rutigliano che volessero partecipare. Il secondo punto all’ordine del giorno è “Presentazione del progetto ‘Convenzione Amica’ ”. Il presidente Luigi Orlando ci spiega in cosa consiste: “Abbiamo convinto le attività autonome di Rutigliano ad aderire ad una convenzione. Questa convenzione consiste in uno sconto o promozione (riservato ai tesserati) presso tutte le attività iscritte alla ‘Convenzione amica’. Tutte le attività iscritte potranno affiggere ed utilizzare un logo che appunto indichi la collaborazione con la Confartigianato. Sono coinvolti nella convenzione: compagnie assicurative, supermercati, istituti di credito, rivenditori di pneumatici, palestre, ferramenta, pizzerie, ristoranti, ottici, dentisti, fornitori di prodotti informatici, negozi d’arredamento. La lista dei collaboratori si sta ancora allungando.

Naturalmente l’organismo della Confartigianato è collaborativo a livello nazionale. Può succedere, quindi, che altre attività fuori da Rutigliano possano aderire alla “Convenzione Amica”. L’esempio più limpido è Bari, molte attività commerciali baresi hanno aderito alla convenzione con la Confartigianato della città di Bari. Nonostante le diverse organizzazioni locali, la convenzione non perde la validità. In questo modo un nostro tesserato può acquistare a prezzo scontato, ad esempio, un’auto aziendale presso un concessionario Barese o un tesserato Confartigianato di Bari può usufruire di un nostro servizio con qualche agevolazione”. Dopo la consegna delle tessere associative e le ultime comunicazioni del presidente, l’assemblea si è congedata fissando la data per la successiva riunione per mercoledì 4 giugno dando il via ai loro appuntamenti settimanali. La Confartigianato, con il suo nuovo direttivo, d’ora in poi si incontrerà settimanalmente per garantire il massimo agio ai lavoratori autonomi di Rutigliano.

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI