Domenica 19 Novembre 2017
   
Text Size

Cibo e bevande 'social' in Largo dello Scoutismo

aperi social

Nelle settimane precedenti La Voce del Paese ha parlato di quel fenomeno sociale chiamato “Social Street”, ovvero quel luogo dove si vive un rapporto di fiducia e di vicendevole aiuto tra coloro che vivono nello stesso quartiere. Questa iniziativa è partita dagli abitanti di Via Fondazza a Bologna e si è sparsa a macchia d'olio in tutta Italia sino ad arrivare anche a Rutigliano. A lanciare la proposta sono stati gli scout del Clan Azetium Rutigliano1 che sono partiti con Via Turi, la strada dove gli scout hanno la propria sede. Come primo evento gli scout hanno organizzato quello che loro hanno chiamato “Aperi-social”, tenutosi Venerdì 13 Giugno presso Largo dello Scoutismo. Questo evento, consisteva nel portare cibi e bevande da condividere con tutti i partecipanti; dal salato al dolce tutti hanno potuto socializzare e conoscere gli abitanti di chi abita nella via della propria casa, mangiando e bevendo sangria, birra e succhi di frutti. Non è mancata la chitarra che ha fatto da sottofondo ad un caldo pomeriggio di giugno in cui protagonista è stato il dialogo vero, avuto non in una realtà virtuale come quella dei social network bensì nella realtà, quella vera. Tra l'altro, come ha detto l'ideatore della “social street” di Via Fondazza, Federico Bastiani, “ i social network non devono essere il fine bensì il mezzo con cui ci si mette d'accordo, dato che è il mezzo più veloce ed istantaneo”.

Vincitori assoluti dell'evento sono stati senza dubbio i Bignè ripieni di una squisita crema chantilly, preparati da una ragazza che ha partecipato all'Aperi-social.

Tutti coloro che hanno “socializzato con l'aperitivo” sono curiosi di quale altro evento sociale verrà organizzato in Via Turi.

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI