Sabato 18 Novembre 2017
   
Text Size

Alessandro Chieppa in mostra a Rutigliano: il sacro c'è che nella quotidianità

mostra alessandro chieppa

Dopo la mostra “Navigare” di Vito Valentino, l’associazione culturale Softcrash continua ad adornare le sale spoglie di Palazzo S. Domenico. Ad impreziosire il palazzo in via Tarantini a Rutigliano, la Softcrash ha chiesto l’aiuto di un giovane artista locale: Alessandro Chieppa con la sua mostra “Ex voto”. Alessandro Chieppa (1988) nato a Bari, studia Editoria e Giornalismo presso l’Università degli Studi di Bari e contemporaneamente entra a far parte della scena locale hardcore come membro di diverse band. Si trasferisce prima a Bologna e successivamente a Nizza, proseguendo i suoi studi e conseguendo la laurea magistrale in semiotica. Nello stesso periodo prende vita Greimas, progetto che parte dalla musica per approdare a diverse forme espressive con il fine ultimo di ricreare atmosfere sincretiche e paesaggi sonori suggestivi.

Nel 2012 pubblica il primo EP “Reversing Sail” (Fritto Misto), mentre è tra il maggio e il giugno 2014 che si svolge “VVV”, opera multimediale che per cinque settimane vede la pubblicazione on-line di cinque video e altrettanti brani musicali. Per la fine di giugno 2014 è prevista la pubblicazione de l secondo EP “S. Eufemia”. Proprio da questo universo fatti da scarti audiovisivi e ritagli si spazi, nasce il progetto “Ex voto”, che materializza e rende fisiche le suggestioni prima solo immaginate. "Ex voto suscepto": per voto fatto.  Bastimenti, tempeste, eroi, atleti, incendi, autostrade, giganti, bestiari, carte geografiche, ladri, macchine infernali. macerie. Promesse laiche mai fatte, immagini da mondi probabili, incorniciati e dunque reali. Offerte profane al Dio delle Periferie, tavolette votive inascoltate, preghiere inespresse. È da questa connessione tra iconoclastia religiosa e culto della contemporaneità che nascono le opere di Alessandro Chieppa. Gli ex voto sono le tipiche icone raffiguranti santi e crocifissi su tavolette di legno. I materiali utilizzati dall’artista sono,naturalmente, mezzi di fortuna: fotografie datate, immagini da riviste, carte geografiche (come quello raffigurante il golfo di S. Eufemia, da cui prende il nome l’EP). Tutte queste immagini sono lavorate con vernice trasparente ed incollate sulle caratteristiche tavole in legno (riciclate dagli scarti di falegnami).

I soggetti degli ex voto sono vari e dettati unicamente dal senso artistico e dalla sensibilità di Alessandro Chieppa.

La mostra rimarrà aperta al pubblico fino a giovedì 19 giugno, data in cui l’artista si sposterà a Putignano per esporre a Sonic Town, presso l’ex macello.

Gli Ex voto sono acquistabili presso le Officine Ufo in via Tarantini a Rutigliano, entro la chiusura della mostra. Oltre la data di chiusura è possibile acquistare le opere contattando la pagina Facebook “Ex voto”.

 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI