Mercoledì 22 Novembre 2017
   
Text Size

Noicattaro vs Rutigliano: antagonismo e complicità tra le serate dedicate ai giovani

Una delle serate dell'Extrablatt

Da sempre tra nojani e rutiglianesi c’è stata una sorta di rivalità, un antagonismo, probabilmente ereditato dallo sport e dal calcio in particolare. Spesso tra amici si sente dire: “E ma che pretendi da lui, è di Rutigliano!”, oppure: “E tu che sei di Noicattaro, critichi sempre Rutigliano e poi sei sempre qui”.

Fondamentalmente possiamo affermare che soprattutto noi giovani di entrambi i paesi abbiamo formato una specie di alleanza, cercando di cogliere ciò che di buono c’è nell’uno e nell’altro paese, visto che lo stato attuale di entrambi non sia proprio il massimo, sia dal punto di vista culturale che dal punto di vista dei luoghi comuni, seppur sappiamo che le amministrazioni di entrambi i paesi si stiano impegnando al massimo per migliorare le realtà di entrambi i paesi.

Se a Noicattaro ci sono pochi luoghi e locali adatti ai giovani, lo stesso non si può dire di Rutigliano, dove invece i locali fanno a gara per “accaparrarsi” qualche gruppo musicale che suoni nel proprio locale, il giovedì o il venerdì. Infatti ormai è a tutti noto “Il Giovedì all’Extrablatt” in Pineta, dove ogni giovedì sera si alternano gruppi e cantanti che allietano la serata intrattenendo il pubblico presente. Ormai il giovedì “all’Extra” è diventato tappa fissa per nojani e rutiglianesi, che forse qualche volta non sanno nemmeno chi sia il gruppo che suonerà durante la serata, ma si recano lì solo per passare una serata tra amici, in tranquillità. È davvero impressionante vedere quanti giovani intervengano a questo tipo di serate, soprattutto nojani, considerando che a Noicattaro nessun locale offre serate di questo tipo.

A fare concorrenza all’“Extrablatt” ovviamente ci sono altri locali, come l’ex Spasso, quest’anno rinato col nome di “Pikasso Caffè”, o il bar “Zerosei”, che insieme ad altre attività cercano di offrire ai giovani del paese un modo per passare le calde serate d’estate.

Se a Rutigliano i locali per poter trascorrere il tempo libero non mancano, allo stesso tempo c’è carenza di locali per studiare e di spazi all’aperto per poter praticare attività sportiva come il footing che va tanto di moda d’estate.

Infatti se i nojani li ritroviamo a Rutigliano nei locali, i rutiglianesi li ritroviamo a Noicattaro al Parco Comunale o alla biblioteca della Chiesa della Lama, visto che la biblioteca comunale di Rutigliano è aperta solo alcuni giorni della settimana e alle 18 circa è già chiusa. Uno studente di Fisica, di Rutigliano, ci ha raccontato: “Io ormai dal primo Giugno vivo a Noicattaro; la sessione estiva è alle porte e qui a Rutigliano non c’è un posto per studiare, la biblioteca è quasi sempre chiusa e se è aperta ha degli orari assurdi, che per uno studente sono solo dannosi. Da quando ho scoperto la biblioteca gestista dai monaci dell’Istituto Sant’Agostino, ho trovato la pace, e riesco a studiare dal mattino presto sino alla sera”.

Insomma i disagi dei giovani d’oggi non sono pochi, però cogliendo ciò che di buono c’è in ognuno di questi due paesi si riesce a combattere la crisi, e soprattutto a coltivare le tante amicizie che si instaurano tra nojani e rutiglianesi, lasciando da parte questo antagonismo storico che da sempre li ha distinti.

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI