Domenica 19 Novembre 2017
   
Text Size

Festa della Musica: prima serata con la Banda di Noicattaro. L'intervista al maestro Rocco Eletto

banda città di noicattaro

Si è svolta martedì 22 Luglio la prima data del Raduno Bandistico, organizzato dal Comune di Rutigliano in collaborazione con la Protezione Civile “Ali Verdi”. L’evento si compone di tre serate che vedranno l’esibizione di tre bande d’eccellenza, tra le quali quella della città di Noicattaro, di Rutigliano e di Bisceglie.

Causa maltempo, l’esibizione della banda nojana si è tenuta nella chiesa della Madonna del Carmine anziché in piazza XX Settembre. Prima del concerto bandistico, La Voce del Paese ha intervistato il M° Rocco Eletto, che da cinque anni dirige la nostra banda verso continui successi.

Quali sono i traguardi musicali raggiunti dalla banda in questi anni in cui l’ha diretta?

Partiamo dal più recente dei risultati. Ad Atessa lo scorso 19 Luglio, si è tenuto un concorso per bande musicali in cui erano richiesti due brani d’obbligo e un brano a scelta. Ci siamo confrontati con la banda di Conversano “Ligonzo” e quella di Lecce, e ci siamo aggiudicati tutti e tre i primi premi come miglior maestro, miglior solista e il premio come migliore banda. Ci siamo aggiudicati altri tre primi premi alcuni anni fa, quando abbiamo partecipato ad un importante concorso per bande a Laino Borgo, in Calabria.

Come è stato possibile raggiungere un’eccellenza di questo livello?

Tutto questo è frutto di un lavoro di equipe. Per dirlo con una metafora calcistica, si tratta di un lavoro piramidale in cui alla base devono esserci per forza degli ottimi giocatori, nel nostro caso gli ottimi strumentisti non mancano, e al vertice ci deve essere un buon allenatore - un maestro - ed anche un organizzatore che possa dirigere le intelligenze che operano in questa realtà.

Qual è il riscontro di questa realtà musicale sul territorio?

Come in ogni cosa, ci sono sia lati positivi che lati negativi. Sicuramente il riscontro da parte della città di Noicattaro non è molto soddisfacente. La nostra banda è una delle migliori in circolazione e dovrebbe essere per il paese un motivo di vanto, di orgoglio e dovrebbe per questo impegnarsi a preservarla e sostentarla, in quanto per mantenere questo livello c’è bisogno di preparazione e alla preparazione serve un supporto anche materiale.

In che modo si potrebbe incrementare l’interessamento della popolazione sul territorio di Noicattaro?

Sicuramente proporre dei concerti al di fuori delle feste patronali e di altre occasioni standard sarebbe necessario ma è essenziale vivere la realtà bandistica come un qualcosa che è parte integrante del territorio. Ad esempio si potrebbe proporre una scuola di musica in cui i ragazzi possano crescere nella realtà della banda per poi farne parte un giorno. Però è anche vero che la causa maggiore del divario con la popolazione è il repertorio, spesso siamo ostacolati da una committenza di gente avanti con gli anni che ci impedisce di innovarci e di proporre novità musicali, quali possono essere brani di musica jazz o musica leggera, confinandoci in un repertorio datato. Occorrono generi musicali che possano toccare le nuove generazioni e sono orgoglioso di dire che in questo senso Noicattaro sta già facendo dei tentativi, anche se solo come ultimo pezzo. Naturalmente bisogna ancora lavorarci, ma noi siamo molto motivati.

Cosa vi aspettate da questa iniziativa proposta dal Comune di Rutigliano?

Quello proposto stasera e nelle seguenti date della Festa della Musica è un raduno bandistico, una sorta di gemellaggio che ci auguriamo sia anche occasione di crescita. Sono contento di suonare a Rutigliano, non sono di queste parti ma negli anni ho imparato che tra questi due paesi c’è una sorta di antica rivalità. Chissà che la musica non sia il mezzo per affievolire questa competizione.

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI