Domenica 19 Novembre 2017
   
Text Size

Festa della Musica: seconda serata con la Banda di Bisceglie. E il Maestro Damato torna nella sua piazza

banda di disceglie

Grande novità nell’estate rutiglianese 2014 è la I edizione della Festa della Musica.

Secondo il programma, dopo l’esibizione della Banda di Noicattaro del giorno prima, il 23 luglio sarebbe stata la serata dedicata allo Storico Premiato Gran Concerto Bandistico “Biagio Abbate” Città di Bisceglie. A causa del maltempo che sembra non voler abbandonare la stagione estiva portando imprevedibili ed inaspettate piogge, il concerto del Complesso biscegliese è stato posticipato alla serata del 24 luglio.

La Banda di Bisceglie, nella 182° stagione artistica (fondato nel 1832), introduce la performance rutiglianese con una marcia. Il complesso bandistico itinerante è partito alle ore 19.00 dalla Pineta Comunale spostandosi attraverso le strade del paese fino a giungere in Piazza Cesare Battisti, la location dell’ esibizione vera e propria.

Lo Storico Premiato Gran Concerto Bandistico “Biagio Abbate” Città di Bisceglie si presenta ai cittadini Rutiglianese con una formazione composta da circa quaranta musicisti tra percussioni, ottoni e legni.

L’entourage biscegliese presenta i solisti: al flicorno sopranino concertista, il vicemaestro Rocco Caponio; flicorno sopranino solista Vincenzo Viele; flicorno soprano Francesco Tamborra; flicorno tenore Biagio De Michino; flicorno baritono Vito Centrone; clarinetto concertista Giovanni Papparela. Dirige il maestro Dominga Damato.

Una fortunata coincidenza vuole una cittadina rutiglianese come direttore dell’esibizione del 24 luglio. Vito Lasorsa presenta il concerto del complesso bandistico in trasferta. Tra i brani proposti, il pubblico di Piazza Cesare Battisti ha potuto gradire “Capriccio Spagnolo” di Nikolaj Andreevic Rimskij Korsakov; la “Tosca” di Giacomo Puccini; “Lucia di Lammermoor” di Gaetano Donizzetti. Brani indiscutibilmente di grande effetto, interpretati magistralmente e apprezzabili non solo dai più attenti ed acculturati fruitori di musica per orchestra ma convincenti ed appassionanti anche per gli ascoltatori occasionali.

È con questi tre brani che i musicisti del maestro Dominga Damato vogliono festeggiare la musica nella prima edizione rutiglianese dedicata ad una tra le più alte forme d’espressione artistica.

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI