Domenica 19 Novembre 2017
   
Text Size

L'estate rutiglianese? E' tardiva, parola dell'assessore Altieri

L'assessore a Turismo e Cultura Gianvito Altieri

Una vera e propria estate tardiva, quella rutiglianese del 2014, e lo conferma anche l'assessore Altieri a Cultura e Turismo insediatosi poco meno di due mesi fa. Un'estate che si è fatta certamente attendere, e che ha certamente sorpreso, qualcuno in positivo, qualcuno in negativo. Ma una cosa è certa: l'estate rutiglianese 2014 raggiungerà il suo culmine nel mese di settembre, in cui si susseguiranno gli appuntamenti più importanti per la nostra Città d'Arte, scadenzati come di consueto da qualche nome altisonante e spettacoli di altissimo livello. Un livello, tuttavia, che non ha raggiunto picchi eccezionali nei mesi di luglio e agosto per una serie di motivi che lo stesso assessore non ha mancato di evidenziare: "il problema è che io sono diventato assessore il 3 luglio, appena arrivati abbiamo dovuto capire i meccanismi; per non parlare del dramma della Provincia, con il blocco dei finanziamenti. Quindi come Amministrazione comunale, abbiamo dovuto impegnarci subito per salvaguardare le attività delle associazioni che in un primo momento avevano avuto l'appoggio economico della Provincia, venuto meno - come sappiamo - successivamente. Ed è stato il Comune a farsi carico di questi eventi. E non è soltanto lo spettacolo che costa, ma l'organizzazione nel suo complesso: il palco, la SIAE, tutto ciò che ruota attorno ad un evento. Quindi a luglio abbiamo dovuto far fronte a questa situazione, mentre ad agosto siamo partiti con un'idea di estate completamente nuova: quella di portare non i grandi nomi, quelli altisonanti che fanno parlare di sé, ma rispettare una maggiore territorialità per la nostra estate, dando la possibilità a quei talenti rutiglianesi di esprimersi, e il concerto di Doni Antonelli ne è stato il preludio. Abbiamo dato grande voce anche al cinema d'estate, di cui si sente molto la necessità in questo paese. Ed è un piacere vedere le piazze, il centro storico, vestiti a cinema, è davvero suggestivo. Per quanto riguarda gli spettacoli teatrali, invece, dobbiamo tenere conto della location, e probabilmente piazza XX Settembre non è proprio il luogo adatto per una rappresentazione teatrale: c'è sicuramente un problema di acustica non indifferente. Comunque sia, abbiamo voluto rischiare grazie al fatto che si sono sbloccati i fondi della Provincia solo alla fine di agosto, grazie ai quali ci sono stati assegnati però soltanto due spettacoli: uno è quello del 6 settembre, con Pio e Amedeo, mentre l'altro,"Hell in the cave", è in programma il 27 settembre, e rappresenta qualcosa di veramente straordinario, perché per la prima volta riusciremo a coordinare le attività commerciali, insieme all'ufficio Cultura e agli spettacoli, per dar vita ad una vera e propria Notte bianca."

I fiori all'occhiello dell'estate rutiglianese, insomma, porteranno ad un settembre tutt'altro che di respiro ed atmosfera autunnali, dal momento che il paese vivrà anche i due appuntamento fondamentali dell'anno: la tanto attesa Festa del SS. Crocifisso, con le sue spettacolari luminarie e le magiche musiche danzanti dei fuochi piromusicali, e la 50a Sagra dell'Uva, con il grande concerto di cui presto, assicura l'assessore, si svelerà il nome. Un settembre importante e carico di territorialità, che vedrà esibirsi anche le associazioni musicali rutiglianesi, "piccole chicche, alcune delle quali non sono in programma", afferma Altieri, "dal momento che abbiamo dovuto rincorrere l'esigenza di uscire con una locandina, lasciando tutti questi eventi come degli 'special live', delle vere e proprie sorprese a cielo aperto. Ci saranno anche degli spettacoli teatrali, vissuti in maniera più intima, per chi al teatro non vuole rinunciare e per chi vuole viverlo e goderlo nella giusta dimensione. É un programma in continuo aggiornamento, insomma."

Per i più scettici, insomma, è bene abbandonare le critiche e lasciarsi accarezzare dalle ventate di freschezza e novità dell'estate rutiglianese 2014, nonostante una partenza non con il botto: un luglio scarsamente rappresentato, vuoi per gli assessorati freschi di insediamento, vuoi per i tempi necessari per cominciare a far parte della macchina amministrativa, vuoi per un maggior interesse alla situazione odierna, come anche Altieri evidenzia: "sono fermamente convinto che dobbiamo avere un'attenzione particolare alla situazione economica che stiamo vivendo, e che non dobbiamo sperperare le risorse che abbiamo." Una programmazione oculata e più propriamente rutiglianese, come si potrebbe definire, che però ha lasciato a casa alcuni degli eventi sportivi di massima rilevanza, presenti annualmente nelle nostre piazze. Assenze che l'assessore Altieri motiva con una 'scarsa partecipazione', soprattutto nel periodo estivo, da parte di ragazzi, di giovani che siano motivati ed entusiasti di riportare le manifestazioni sportive al successo degli anni passati. "Come Assessorato abbiamo dato la piena disponibilità", afferma Altieri, "e spero che qualcosa cambi nei prossimi giorni."

A destare attese e curiosità, però, è la Sagra dell'Uva, "un evento fondamentale per Rutigliano e per la sua programmazione estiva, a cui questa Amministrazione vuole dare uno sguardo nuovo, partendo dall'obiettivo del Comitato della Sagra, che non deve essere più l'evento singolo, ma un anno di eventi e di organizzazione. Oltretutto, c'è bisogno di giovani nel comitato, di coloro che vorranno impegnarsi a partire dal mese di settembre. E sarà un comitato aperto, che potrà accogliere nuove forze, nuove risorse in grado di convogliare idee e proposte che non si limitino all'evento in sé e per sé, ma che diano ampio respiro a ciò che può essere un evento anche riflessivo, un momento di studio e di partecipazione attiva, di ricerca e di concretezza. Mi piacerebbe l'idea che il comitato possa avere una sede fisica presente tutto l'anno, con uno staff tutto suo in grado di fornire spiegazioni, informazioni, confrontarsi con i produttori, che sono la linfa vitale del nostro paese e in grado di recepire i possibili studi che si possono effettuare sulle zone più produttive del nostro territorio, sulle varietà di uva più presenti, su una serie di parametri che possono realmente darci un quid in più. Noi viviamo in questa realtà economica e lavorativa, dunque il nuovo presidente dovrà essere in grado di traghettare l'ottimo lavoro compiuto da Franco Lozupone in questi anni nell'ambito del marketing territoriale, verso la prospettiva di una partecipazione attiva, che è alla base di questa amministrazione, dunque del secondo mandato del sindaco Romagno, facendo sì leva su quello che ruota attorno alla Sagra e alla sua organizzazione, all'evento, al concerto di qualsivoglia cantante, che farà da coronamento alla nostra manifestazione, ma che non ne sarà certamente l'anima. Ma quella di quest'anno sulla Sagra è un'idea che durerà 365 giorni, che coinvolgerà le forze giovani del nostro paese, che sia un punto di partenza e non di arrivo, che faccia scaturire il desiderio di vedere una sagra diversa."

Commenti  

 
#6 Lord Maximilian 2014-09-11 11:40
Se non viene nessuno è meglio, per solidarietà con Peschici che è stata colpita dall'alluvione! Invece di pensare a divertirsi, perchè non vi preoccupate se la prossima calamità si abbatterà su Rutigliano?
 
 
#5 paolino 2014-09-10 15:38
fate venire i NEGRITA!!
 
 
#4 Sanremo 2014-09-05 18:07
Io proporrei Alex Britti, ma anche i Negrita non sarebbero male!!!
 
 
#3 ELENA 2014-09-05 16:40
X RICHIESTA
SONO GIOVANE E TI ASSICURO CHE SE VENISSE ALBANO VERREI DI CORSA.
AL CONTRAIO IL CANTANTE GIOVANE ATTIREREBBE SOLO RAGAZZINI CHE AL PAESE NON PORTANO NIENTE.
 
 
#2 cittadino libero! 2014-09-05 16:11
Ma sto cristiano come si sente assessore di una comunita' che neanche l'ha votato......certo che questa gente pur di arrivare a certi scopi fa' di tutto e per tutto sempre senza esser votati dai propri concittadini......giustamente quando uno usa la polvere per sparare......che squallida situazione....
 
 
#1 richiesta 2014-09-05 12:24
vi prego nn fate venire ALBANO..ma un cantante giovane che possa attirare giovani e far rimanere i giovani rutiglianesi in paese!1..CON ALBANO avrete in giro solo signori e anziani!!
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI