Domenica 19 Novembre 2017
   
Text Size

Ricorso delle 'scienze applicate': per il liceo 'Alpi' non è detta ancora l'ultima

Noicattaro. Il liceo scientifico 'Ilaria Alpi' di Rutigliano front

Un'ulteriore novità dal fronte liceale rutiglianese: il Consiglio di Stato, infatti, si è espresso in merito all'istanza cautelare proposta in primo grado da una parte dell'organico del liceo scientifico "Ilaria Alpi" di Rutigliano, affiancato dal personale ATA, presentata in occasione dell'attivazione del corso di scienze applicate nei licei scientifici delle limitrofe Conversano e Triggiano. La presenza dello stesso indirizzo di studi in tre licei a pochi chilometri di distanza l'uno dall'altro, contrasta fortemente e in maniera inequivocabile con la deliberazione della Regione Puglia n. 14 del 23.1.2014, pubblicata sul B.U.R.P. n. 23 del 19.2.2014, avente a oggetto: “Piano regionale di dimensionamento della rete delle istituzioni scolastiche e di programmazione dell’offerta formativa per l’anno scolastico 2014/2015”, contro cui è stato presentato il ricorso rutiglianese e su cui ricade tutta la responsabilità.

Dopo la sospensione provvisoria del provvedimento del Tar, il quale in primo giudizio aveva dato ragione al liceo rutiglianese e bloccato l'attivazione del corso delle scienze applicate nei liceo di Conversano e Triggiano - come previsto dalla Regione Puglia - , il Consiglio di Stato ha respinto l'istanza cautelare avanzata dall'organico rutiglianese, rifacendosi al "periculum in mora" e dando così prevalenza al rispetto del piano regionale, così come stabilito, pur di non incorrere in disagi nei confronti di quegli alunni che avessero già presentato le iscrizioni negli altri due licei.

Un giudizio del genere, dunque, parrebbe essere rincuorante e positivo per il liceo rutiglianese, per quanto temporaneo: l'imminenza dell'inizio dell'anno scolastico 2014/2015, sembrerebbe limitarsi a questo la motivazione di tale decisione, presupponendo così che la possibilità che il ricorso possa essere accolto nella sua risoluzione definitiva. Le scienze applicate di Rutigliano, però, dovranno attendere ancora qualche mese: è prevista per il 21 maggio 2015, infatti, la sentenza dell'appello patrocinato dagli avvocati Michele Didonna e Domenico Damato, a seguito della quale si conosceranno le sorti della controversia.

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI