Domenica 19 Novembre 2017
   
Text Size

L'associazione rutiglianese "Gocce di luna" sostiene la Settimana dell'Allattamento Materno

L'associazione rutiglianese "Gocce di luna" sostiene la Settimana dell'Allattamento Materno

 

Richiamare l'attenzione sull'importanza di un gesto vitale e di interesse collettivo, ma anche instillare nelle coscienze di tutti il ruolo che l'allattamento al seno materno assume fin da tempi immemori: con questi obiettivi è stata organizzata la Settimana per l'Allattamento Materno (SAM), evento a livello nazionale che ha visto partecipare anche la comunità rutiglianese con una delle associazioni nate da poco. Si tratta di "Gocce di luna", un'opportunità non solo per incontrarsi e confrontare le proprie esperienze di mamme, ma anche per scambiarsi consigli, informazioni e creare quella rete di supporto e di sostegno necessari in alcuni, delicati momenti.

E così alcune mamme rutiglianesi, riunitesi sabato 4 ottobre dalle ore 10,30 presso il chiostro di Palazzo San Domenico e alla presenza dell'assessore alle Politiche Sociali Anna Ancona, hanno dato vita al flashmob dell'allattamento al seno, condividendo uno dei momenti primari della vita del bambino. "L'allattamento al seno è uno dei gesti più naturali e salutari al mondo", spiega la dott.ssa Dell'Edera, pediatra e presidentessa dell'associazione "Gocce di luna", "e questa non è altro che l'occasione per riunire le donne che allattano e che hanno fatto una scelta di vita, contribuendo alla crescita sana del proprio bambino. Il latte materno è un concentrato di salute, oltre che di benessere psicofisico; eppure negli ultimi anni si è andata perdendo quella cultura dell'allattamento al seno, a vantaggio della cultura del biberon. Per questo i bambini hanno perso l'abitudine di vedere le proprie mamme allattare. Il latte materno, inoltre, è specifico per il bambino: possiede, infatti, determinate caratteristiche che proteggono dalle infezioni, sviluppano gli anticorpi, migliorano la vista e prevengono l'insorgere delle allergie." Proprietà non solo a livello di sostanze nutritive, ma benefici anche per la crescita fisica e lo sviluppo psicologico del bambino: come spiega la dott.ssa Dell'Edera, infatti, " Il gesto dell'allattare aiuta a strutturare meglio la morfologia del palato e della bocca in generale del bambino, ma serve anche a trasmettere quella positività, quel calore umano ed è inoltre primum momens del rapporto di fiducia alla base della crescita del bimbo. L'allattamento contribuisce ad instaurare con il proprio bambino un'affinità amorevole e positiva che offre al bambino l'idea di avere un supporto, una disponibilità, una sensibilità e una dolcezza particolari che non fanno altro che trasmettersi dalla madre al bambino in maniera assolutamente naturale. Il gesto dell'allattare è quanto di più spontaneo possa esserci ed è proprio di tutti i mammiferi." L'allattamento offre benefici anche alla madre, oltre che al bambino: "alcuni studi hanno scientificamente dimostrato che diminuiscono le probabilità di avere il tumore al seno e al collo dell'utero, per cui aumentano le difese per la madre ma anche per le bambine che crescono dopo essere state allattate al seno", specifica la dott.ssa Dell'Edera. Sono piccoli, grandi benefici vitali, di cui spesso non si è a conoscenza ma che possono aiutare a instillare, come nello spirito del flashmob e dell'iniziativa di carattere mondiale, la cultura naturale dell'allattamento. Senza contare, poi, il risparmio sia in termini economici sia in termini di rispetto dell'ambiente: avere latte a km 0 limita di gran lunga i consumi e gli sprechi che l'utilizzo di latte artificiale può comportare. Il benessere del bambino, insomma, nasce da uno dei gesti più semplici del mondo. 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI