Domenica 19 Novembre 2017
   
Text Size

San Martino in via Console Positano

Giuseppe Lucente. Presidente di Odè

 

Come recita il motto: “San Martino, ogni mosto diventa vino”. Un detto che proviene dall’antica tradizione incentrata sull’attesa della fermentazione dell’ “essenza” dell’uva, aspettando che il tempo trasformi gli zuccheri in alcol etilico. Una tradizione arcaica collega al giorno di san martino, l’11 novembre, una data comune per la conclusione del processo di fermentazione alcolica del mosto. Naturalmente, per questo annuale traguardo, è doveroso un festeggiamento.

Per festeggiare in pompa magna, l’11 novembre è stato organizzato presso via Console Positano un piccolo momento di aggregazione, un angolo di calore nelle fredde sere di novembre. Ad animare lo spiazzale sorvegliato dal palazzo della cultura ci ha pensato l’Associazione Protezione Civile di Noicattaro. L’associazione, al terzo anno consecutivo di organizzazione, hanno proposto alla cittadini nojani qualche piccola leccornia come ad esempio mele di cioccolato avvolte nella granella di nocciole, biscotti, frittelle, castagne accompagnate da vin brulé e le immancabili caldarroste.

Un vero festeggiamento si riconosce, però dalla musica e dal canto. Per questo motivo l’associazione Protezione Civile di Noicattaro ha chiesto l’aiuto e la partnership di una compagnia culturale/teatrale, “Odè”.

La traduzione greca della parola Odè ci riporta al significato di “Canto Nuovo” ed è proprio questo che l’associazione persegue, portare una nuova voce, un nuovo messaggio, una nuova passione sulla scena musicale, dando la possibilità a molti amanti della musica e del teatro di poter emergere attraverso vari spettacoli teatrali e concerti.

L’associazione “Odè” è nata da un’idea del giovane tenore rutiglianese Giuseppe Lucente e la cantante nojana Valentina Dituri.

La giovanissima compagnia ha allietato la serata di via Console Positano grazie ai favolosi ragazzi che la compongono, dimostrando che basta poco per creare la giusta atmosfera e trasformare una serata invernale in qualcosa di accogliente.

Piccola nota dolente è stata la pioggia incostante ma consistente che accompagna l’associazione Protezione Civile di Noicattaro come una piccola nube da impiegato da tutti i tre anni dell’organizzazione. Questo ha messo in difficoltà il sereno svolgimento della festa che nel bel mezzo della serata si è dovuta spostare verso spazi coperti.

Ah, San Martino, se solo tutta la pioggia diventasse vino.

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI