Mercoledì 22 Novembre 2017
   
Text Size

Lo 'zio diritto' di Rutigliano: la Scuola dell'Infanzia incontra il sindaco. LA PHOTO GALLERY

20141127_104009

 

Si è conclusa con l'incontro tra lo 'zio diritto' del Comune di Rutigliano, il sindaco Romagno, e i bambini di anni 5 della Scuola dell'Infanzia, tenutosi presso l'Aula Magna "Aldo Moro" della scuola Settanni giovedì 27 novembre alle 10, la programmazione delle giornate tematiche del primo circolo didattico, dedicate alla riflessione e alla celebrazione della Giornata Internazionale per i diritti dell'infanzia e dell'adolescenza di giovedì 20 novembre. Un incontro ravvicinato e timido, che ha permesso ai bambini non solo di fare la conoscenza del Primo Cittadino, colui che vige sui diritti dell'intera comunità rutiglianese, ma anche di ascoltare con attenzione la favola narrata dal sindaco Romagno.

A seguirlo nella lettura di una favola istruttiva sull'importanza dei diritti, da quello generale ad essere bambini a quelli più personali allo studio, alla formazione, al gioco e al divertimento, l'assessore alle Politiche Sociali e all'Istruzione Anna Ancona. É stato il momento conclusivo di un percorso che i bambini del primo circolo didattico, di tutte le fasce d'età,  hanno avuto la possibilità di intraprendere con gli strumenti del gioco e dell'apprendimento, del confronto e della riflessione, dell'attività e della curiosità, seguiti dall'impegno della dirigente scolastica Maria Melpignano, della coordinatrice del progetto, la maestra Margherita Creatore, e di tutte le docenti che hanno vissuto con gli alunni una settimana intensa ed emozionante sull'importanza di far valere i diritti, primo fra tutti quello di essere bambini. "Grazie per quello che fa per noi!", ha esclamato una bambina al sindaco Romagno: una piccola voce con una piccola grande importante verità, l'espressione più sincera del senso di responsabilità e dell'impegno che i ruoli istituzionali presuppongono, nel vedere rispettati i diritti di tutta la comunità, partendo dai più piccoli cittadini. 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI