Sabato 18 Novembre 2017
   
Text Size

Il GAL Seb presenta NaturalMete

Rutigliano- presentazione itinerari

COMUNICATO STAMPA

Polignano a Mare, 10 luglio 2015 – Grande successo ieri per la presentazione degli itinerari di "NaturalMete sud est barese", tenutasi nella piazzetta di Vico Porto Raguseo a Polignano a Mare, inserita tra gli appuntamenti della seconda giornata del Festival del libro possibile.

Tra gli ospiti intervenuti anche Mario Tozzi, geologo e volto noto della tv che ha sottolineato l’importanza di progetti in grado di valorizzare il territorio senza impoverirne la risorse: “Esaltare la bellezza del territorio, le sue peculiarità, le sue caratteristiche è fondamentale per un turismo che ormai si orienta sempre di più verso luoghi autentici, ricchi di tradizioni proprie, non omologati. Questo è il futuro del turismo, è il turismo ambientale: la forza di NaturalMete sta nell'aver colto questa tendenza, per valorizzare la bellezza e le prelibatezze del sud est barese» E, a proposito di prelibatezze, si è registrata anche una incursione di Dario Vergassola, ormai un affezionato frequentatore del sud est barese, dove ha anche comprato casa. Al grido di “Viva la cipolla rossa di Acquaviva delle Fonti”, è intervenuto al termine dell’incontro per sottolineare con la sua frizzante ironia, l’importanza dei prodotti locali, il loro insostituibile ruolo nel rendere qualsiasi destinazione un luogo unico, ricco di gusto e fascino.

«Nella progettazione degli itinerari per la mobilità lenta» – ha dichiarato il Presidente del GAL Pasquale Redavid ‹‹si è tenuto conto degli interventi previsti o già realizzati nell’ambito della programmazione regionale o comunale ottimizzando il lavoro grazie a un costante confronto con le amministrazioni. Abbiamo creato il contenitore, ora sta al territorio consolidarlo e renderlo sempre più ricco di offerte di qualità». «Siamo a buon punto, ma i lavori proseguono, anche sul lato degli strumenti messi a disposizione dal GAL che a breve lancerà oltre al cartaceo anche il sito www.naturalmete.it e la relativa applicazione per dispositivi mobili» – ha continuato Arcangelo Cirone, Direttore del GAL  «In tal modo sarà possibile esplorare preventivamente il territorio e pianificare dei percorsi personalizzati».

Una rete che mette per la prima volta a sistema le risorse infrastrutturali esistenti per fornire a turisti e cittadini un circuito di mobilità lenta adatto alla scoperta di un’area inedita della Puglia: questa l’essenza degli itinerari “NaturalMete sud est barese”. Il GAL dal canto suo ha posto tutta l’attenzione possibile nell’elaborazione dei supporti a corredo, cercando di presentare il meglio delle sue peculiarità e dando al visitatore, al curioso, al cittadino, la possibilità di esplorare un’area della Puglia che conserva quasi intatto il fascino delle tradizioni rurali, i suoi sapori, i suoi scorci.

Il progetto

Itinerari di facile percorribilità grazie alle medie pendenze, tra grotte, lame, siti archeologici, riserve naturali, chiesette rupestri, torri e masserie fortificate, il sistema reticolare degli itinerari di “NaturalMete sud est barese” tocca i principali punti di interesse storico, paesaggistico e naturalistico dell’area per un totale di 210 km che si estendono dalla pre-Murgia fino al mar Adriatico. Compongono la rete: piste ciclabili appositamente predisposte, strade a basso traffico o senza traffico, quasi tutte asfaltate e 20 km circa di strade sterrate nei pressi delle aree naturalistiche delle Lame Giotta e San Giorgio, solchi torrentizi di origine carsica.

Oltre alla individuazione degli itinerari e alla loro implementazione completa di segnaletica, il GAL ha elaborato una mappa cartografica dei percorsi, una guida ad hoc del territorio, un sito web e una app che consentono di pianificare il proprio itinerario personalizzato, il tutto per fornire al territorio uno strumento completo per la fruizione turistica e per la sua valorizzazione.

“Naturalmete nel sud est barese” è il risultato di più di tre anni di lavoro sulla misura 313: “Incentivazione di attività turistiche” del Piano di sviluppo locale (2007 – 2013) del Gruppo di Azione Locale (GAL) sud est barese che coinvolto un team di esperti che hanno individuato e geolocalizzato i percorsi e tutte le emergenze storico, naturalistiche presenti su un territorio nel suo insieme piuttosto vasto. Come sottolinea l’Arch. La Penna, responsabile esecutivo dell’ultima fase del progetto : “ Abbiamo dovuto elaborare dei percorsi che si articolano in modo reticolare e non lineare come di solito avviene, realizzando così un progetto molto più complesso, ma forse per questo anche più interessante, che offre numerose scelte e una grande varietà di percorsi”. 

Il progetto si lega ad una ben più ampia strategia di promozione del territorio realizzata mediante un articolato lavoro che comprende anche una capillare azione di sensibilizzazione degli operatori turistici, dei produttori, delle piccole aziende, coinvolgendoli in study visit, B2B, roadshow, fiere e manifestazioni in Italia e all’estero dando impulso a nuove iniziative imprenditoriali e spesso a nuove collaborazioni. Tutte iniziative volte a inserire il sud est barese in un mercato estremamente competitivo e particolarmente vitale in una regione come la Puglia, che è già ricca di offerte per ogni esigenza e gusto e capace di offrire scenari davvero unici.

 

Rutigliano- incursione Vergassola Rutigliano- Santoro, Tozzi, Redavid, Sallustio

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI