Domenica 19 Novembre 2017
   
Text Size

Il presidente Sibilano: "Soddisfatti, guardiamo già alla prossima Sagra"

Rutigliano- Bilancio Sagra Uva 044

 Articolo pubblicato su "La Voce del Paese" in edicola la settimana scorsa 

Le considerazioni del presidente del Comitato Sagra sugli eventi appena passati e sulla programmazione futura

 

 

Dopo tutti gli eventi che hanno caratterizzato questa 51a Sagra dell'Uva, abbiamo incontrato il presidente del Comitato organizzatore Michele Sibilano per discutere di com'è andata. Tra piogge di polemiche sul mancato concerto di Annalisa e dubbi sul recupero dell'evento, tra la piazza in delirio per Fargetta e qualche stand venuto meno, abbiamo delineato un quadro a posteriori con il presidente Sibilano, sciogliendo tutti i dubbi... Buona lettura!

Presidente, stiliamo un bilancio di questa Sagra dell'Uva appena passata...

Secondo le nostre previsioni, è un bilancio assolutamente positivo, sia per quanto riguarda l'affluenza di pubblico - che ci interessava particolarmente, dal momento che puntavamo a valorizzare la manifestazione -  sia per ciò che riguarda i partecipanti ai vari concorsi. Il bilancio è positivo anche per il numero di partecipanti alla prima edizione della maratona, la Stracittadina: una manifestazione realizzata in poco tempo, che comunque verrà migliorata in alcuni aspetti, ma ha riscontrato una notevole partecipazione che neanche il Comitato si aspettava di vedere. Dunque a prescindere dalle condizioni meteo avverse, che hanno fatto saltare il concerto di Annalisa, nel complesso ci riteniamo soddisfatti e fiduciosi in quella che potrebbe la programmazione futura sia di altri eventi sia della prossima edizione della Sagra dell'Uva.

Ha citato la questione del concerto, che purtroppo è saltato. Dal comunicato pervenutoci, non è chiaro se l'evento musicale verrà recuperato oppure è definitivamente annullato...

In questo caso è necessario dare delle spiegazioni: quando si sottoscrive un contratto, nelle clausole ci sono delle indicazioni. Queste prevedono il fatto che il concerto possa anche saltare per avverse condizioni meteo, però se l'artista è presente in loco bisogna concordare con questo e con il suo intero entourage la possibilità di far slittare la data. Come Comitato, d'accordo con il sindaco, con gli Assessorati alla Cultura e Turismo e all'Agricoltura avevamo chiesto lo slittamento al giorno successivo, poiché le condizioni meteo sarebbero state in miglioramento. Ma purtroppo, per impegni della stessa artista - che nel contratto erano previste - questo non è stato possibile. Siamo in attesa di ricevere a breve la  comunicazione su un'ulteriore data e sulla effettiva possibilità di spostare l'evento in un altro periodo. Certo, questo comporterebbe un aggravio di spese, perché se il concerto si tiene il giorno dopo l'artista è in loco e non ci sono problemi, ma in caso contrario ci sarebbero maggiorazioni. E il Comitato ha l'obbligo di quantificare questi costi aggiuntivi e verificarne l'effettiva disponibilità. Stiamo attendendo anche la comunicazione relativa alla quantificazione delle spese che andranno ad aggiungersi all'acconto già versato in precedenza, come da contratto. Dunque capiremo quali sono le spese già sostenute, che saranno rimborsate, e il resto sarà valutato. Ma al 90% l'evento è saltato definitivamente.

Per quanto riguarda, invece, i contributi degli sponsor? Vi ritenete soddisfatti?

La nomina del Comitato e del Presidente è avvenuta pochi giorni prima della manifestazione. Chi ci ha preceduti, aveva già pianificato, in linea di massima, la manifestazione. Erano già stati avviati contatti con gli sponsor, ma non era stato dato un programma definitivo, per cui nel breve tempo a disposizione il nuovo Comitato costituitosi ha realizzato ciò che poteva,  convocando gli sponsor e delineando il programma. La risposta è stata abbastanza positiva, sia da parte di commercianti che da parte di produttori, e ci ha permesso di fare tesoro anche di numerosi suggerimenti presentatici da loro, soprattutto per quanto riguarda la pianificazione della manifestazione con largo anticipo. Ma hanno anche compreso le esigenze di questo Comitato, e sono stati abbastanza consapevoli di quella che era la manifestazione, dandoci il supporto necessario.

Lei prima ha parlato di programmazione futura. Quindi, il Comitato proseguirà nel suo impegno, prevedendo anche altre manifestazioni nel corso dell'anno?

La dicitura completa del Comitato è 'Civico dell'Estate e della Sagra dell'Uva', e nasce come una diramazione dell'Amministrazione comunale. Dunque, il Comitato lavora in stretta collaborazione con il Comune e con gli Assessorati preposti, Cultura, Turismo e Agricoltura. Ciò non significa che il Comitato deve sostituirsi ai compiti dell'Amministrazione, ma coadiuvarla nella realizzazione degli eventi. La nostra intenzione è di proseguire nella messa a punto delle manifestazioni che ci portino, poi, all'organizzazione della Sagra, che sarà così il punto di arrivo. E questo, prevedendo anche occasioni di autofinanziamento. Ma tutto sarà fatto in vista della prossima Sagra dell'Uva, e deve continuare ad essere un lavoro di sinergia - come lo è stato in questi giorni - tra Amministrazione comunale, Assessorati e Comitato. 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI