Domenica 19 Novembre 2017
   
Text Size

L'arte condivisa in Cortile Castello

Rutigliano-L'arte condivisa in Cortile Castello (5)

 

Articolo pubblicato su “La Voce del Paese” in edicola la settimana scorsa

Tornano ad esporre gli artisti della Collettiva, quest'anno anche nello spazio della Chiesetta dell'Immacolata

 

Arte ed espressione pittorica sono tornati, nei caldi e ferventi weekend settembrini di festa rutiglianesi, a ravvivare ed impreziosire il suggestivo angolo del borgo antico quale è Cortile Castello. A lui, si è aggiunto lo spazio espositivo della piccola e graziosa chiesetta dell'Immacolata per accogliere le opere pittoriche di Maria Rosaria Colamussi, Francesco Coletta, Giuseppe Debellis, Rocco De Sario, Fabiana Florio, Annalisa Lavermicocca, Alessia Legati, Giuseppe Lombardo, Nunzio Poli, Vito Paparazzo, Giuseppe Torello e Francesco Valenzano. Sono questi i dodici artisti che, dal 12 al 15 e dal 19 al 20 hanno esposto i frutti della loro arte e della loro creatività per dare vita alla Collettiva d'Arte 2015, inaugurata sabato 12 settembre. "Questa esposizione nasce con l'idea di essere un'occasione di condivisione, di partecipazione, di scambio di idee e di informazioni. Ma vuole essere anche un modo per coinvolgere il fruitore stesso nella decifrazione e nell'interpretazione dei nostri quadri", ha affermato Maria Rosaria Colamussi. Un percorso artistico nato in concomitanza con i festeggiamenti in onore del SS. Crocifisso, che ogni anno si rinnova in questa e in altre occasioni del calendario di eventi rutiglianesi.

Colori vivaci, paesaggi naturali, reinterpretazioni di luoghi e simboli della tradizione rutiglianese, ma anche semplici astrazioni mentali, figure umane delineate con tratti leggeri e sinuosi, distese color pastello, nature morte, scene di vita bucolica e campestre, pietre vive e persino rappresentazioni dall'atmosfera e dall'ispirazione sacre, nei quadri esposti c'è tutto questo e molto altro: è l'arte di chi si diverte e si appassiona dipingendo, di chi lo fa per il gusto della pennellata, di chi rievoca con la tela le immagini forti ed emozionanti di una quotidianità tutta da interpretare. Ma c'è anche l'estremizzazione, l'utilizzo di materiali non convenzionali, la composizione grafica, le forme diversificate, l'inventiva personale e la disposizione su tela che spingono il visitatore ad interrogarsi sui significati di un fiore riposto in un certo verso, di un'esagerazione nelle dimensioni e nei colori, di uno slancio alla vita e ai ricordi che è sempre dinamico e attuale. Spunta, tra le immagini più propriamente sacre, la commistione con la vita terrestre, con i frutti della nostra terra, con l'uva e la Torre Normanna, con i trulli, con il cielo limpido di Puglia, con la maestosità degli ulivi secolari, emblema della forza e dell'attaccamento alla vita. "Quest'anno, inoltre, abbiamo usufruito come spazio espositivo della chiesa dell'Immacolata, e questo ci ha dato l'occasione per creare un legame ancora più forte con l'arte e la fede, un connubio che esiste da secoli, a cui abbiamo pensato di dare un senso allestendo nella chiesetta soltanto i quadri con un soggetto sacro e religioso. A questi abbiamo legato dei piccoli suggerimenti con delle frasi, proprio per sottolineare il coinvolgimento dello spettatore che davanti ai quadri deve interrogarsi, riflettere, prendere spunto per chiederci informazioni, approfondimenti." Un cammino di riflessione e di introspezione, per chi dai quadri trae le sue personali interpretazioni e ne fa uno stimolo a credere ancor di più nell'arte e nell'espressione pittorica, da cui spesso i giovani si tengono lontani. "Il nostro invito è sempre esteso ai giovani, perché ce ne sono moltissimi che frequentano l'accademia o che sono appassionati d'arte, che provano una certa reticenza a farsi avanti in questa esperienza. Quest'anno abbiamo anche una ragazza di 17 anni che ha partecipato alla collettiva, e sarebbe bello se altri artisti prendessero esempio da lei e si avvicinassero alla nostra esposizione."

Domenica Redavid

*foto inaugurazione di Stefano Netti

Rutigliano-L'arte condivisa in Cortile Castello (6) Rutigliano-L'arte condivisa in Cortile Castello (7) Rutigliano-L'arte condivisa in Cortile Castello (8) Rutigliano-L'arte condivisa in Cortile Castello (9) Rutigliano-L'arte condivisa in Cortile Castello (10) Rutigliano-L'arte condivisa in Cortile Castello (11) Rutigliano-L'arte condivisa in Cortile Castello (12) Rutigliano-L'arte condivisa in Cortile Castello (13)

Commenti  

 
#2 uno di noi 2015-10-02 08:11
Grazie all'Assessorato alla Cultura Che anche quest'anno ci ha dato la possibilità di esporre le nostre opere; in un' appuntamento annuale che si ripete da tempo quello della "Collettiva D'Arte" Inimitabile per la sua caratteristica sede quale il Cortile Castello, centro di attrazione culturale e paesaggistico. E' da precisare che da due anni circa l'Assessore inaugura la collettiva con un bel concerto Jazz dal vivo, per ci di musica se ne intende. Aggiungendo anche che quest'anno, ci sono stati piu' partecipanti con espressioni artistiche diverse, augurandoci sempre piu' per le prossime manifestazioni culturali che l'Assessorato offe a noi artisti.
A Gianvito Altieri, Grazie.
 
 
#1 Artista partecipante 2015-10-01 11:52
A nome di tutti gli artisti partecipanti, ringrazio la redazione di Rutiglianoweb per aver inserito questo servizio, in particolare a Domenica Redavid per tutto il suo impegno. Per ringraziare l'Assessorato alla Cultura, come promessa, stiamo realizzando un'opera da donare! Grazie a tutti voi.
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI