Domenica 19 Novembre 2017
   
Text Size

Rutigliano: debole nevicata, forti disagi

I tetti rutiglianesi 'imbiancati'


Amministrazione impreparata: l'Ordinanza di chiusura delle scuole arriva in ritardo. Disagi anche per la circolazione sulle strade cittadine


Ad un anno di distanza circa dall’ultima volta, ancora neve a Rutigliano
L’ultima nevicata a Rutigliano era datata 31 Dicembre 2014, con la città dell’Uva che si risvegliò “imbiancata” l’ultimo dell’anno. Dopo un anno di distanza tornano i fiocchi, se pur di debole entità. È successo nella notte tra domenica 17 e lunedì 18 gennaio quando le temperature hanno raggiunto picchi di -1o C. A dire il vero, già la mattinata domenicale aveva visto - oltre che un brusco calo delle temperature - qualche timido fiocco di neve cadere sulle tradizionali bancarelle nel giorno di Sant’Antonio. In serata, poi, si sono manifestate, a tratti, autentiche bufere di neve, proseguite durante il lunedì mattina. Le strade bagnate, però, non hanno consentito alla neve di “posarsi” più di tanto ma - ad ogni modo- la neve è stata abbastanza visibile sulle macchine e sui tetti delle case.

Tratto di Circonvallazione

Strade dissestate: ecco le zone più colpite
Come ben sappiamo, i maggiori pericoli dopo una nevicata - se pur debole come l’abbiamo ribattezzata - derivano dalla strada. Scongiurata l’ipotesi di formazione del ghiaccio sulle strade cittadine, sono stati ben altri i guai per gli automobilisti durante la giornata di lunedì. Buche, isole di traffico in frantumi e chi più ne ha più ne metta. Nel nostro giro tra le vie cittadine, sono emerse incontrastate tre zone di particolare pericolosità. La prima, su un tratto della Circonvallazione, con evidenti buche accompagnate da detriti derivanti dallo smantellamento del manto stradale. Una situazione molto simile si è presentata nel tratto antistante la Chiesa Addolorata con un autentico “fosso” fortunatamente abbastanza visibile. Ultima zona colpita è stata il tratto di Via Mola, immediatamente successivo al ponte di Via Conversano. Circondata su ambi i fronti da appezzamenti terrieri, questa parte del paese è sempre vittima di veri e propri “allagamenti” che limitano ulteriormente una non facile circolazione su una strada così esigua per un doppio senso di marcia.

A.A.A. Cercasi ordinanza per chiusura delle scuole
Il calo delle temperature, per quanto concerne il weekend da poco concluso, era stato preannunciato anzitempo dalla Protezione Civile Regionale. In ragione di ciò, molti sindaci dei paesi limitrofi hanno provveduto sin dal tardo pomeriggio di domenica 17 a comunicare la chiusura degli impianti scolastici per il giorno seguente. Non poche complicazioni, però, hanno avuto gli studenti - dai più grandi ai più piccoli - delle scuole di Rutigliano. In mancanza di avvisi, infatti, tutti (o quasi) si sono recati presso le rispettive scuole, salvo poi tornare a casa verso le 8.30 circa quando, in palese ritardo, è arrivata l’ordinanza del sindaco Romagno. Svariate le lamentele dei genitori che, con strade tutt’altro che in perfette condizioni, hanno dovuto “accompagnare” i loro figli - ed è il caso soprattutto degli istituti superiori - spostandosi magari di paese in paese.

Mercato settimanale

Un “rimaneggiato” mercato settimanale in un lunedì qualunque
Se pur in numero esiguo, le bancarelle del mercato settimanale hanno regolarmente animato il lunedì post-nevicata. Iniziato con qualche ora di ritardo, il mercato ha avuto anche una modesta affluenza con i cittadini rutiglianesi ben coperti e muniti di ombrello per le loro abituali compere. È stata una lieve tormenta di neve alle ore 12.00 a convincere anche i più “temerari” commercianti a “chiuder tutto” e darsi appuntamento al prossimo lunedì.

I binari della stazione di Rutigliano


Ferrovie Sud Est: ritardi giustificati... ma solo per oggi
Dalle parti delle Ferrovie Sud Est la parola “ritardo” è certamente una delle più ricorrenti. Treni quasi mai puntuali e viaggiatori costretti ad autentici viaggi di speranza. Quelli accumulati però, lunedì 17 gennaio, son ritardi giustificati dalla presenza di ghiaccio specialmente sui binari della tratta Bari-Taranto. La situazione per quanto concerne la stazione di Rutigliano è andata migliorando man mano che ci si avvicinava a mezzogiorno. Recatici sul posto verso le 11.30 circa, abbiamo appurato la presenza di neve sciolta soprattutto in corrispondenza del passaggio a livello di Via Mola. Di conseguenza i viaggiatori hanno “accusato” attesa soprattutto per i treni provenienti da Martina Franca. Ad ogni modo, Ferrovie Sud Est non prendeteci gusto, i ritardi son giustificati... ma solo per oggi.

MICHELE RUBINO

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI