Sabato 18 Novembre 2017
   
Text Size

Premio Grappolo d'Argento Città di Rutigliano a Francesco Pugliese

.


La cerimonia di premiazione alla Fruit Logistica di Berlino. Uva e terracotta esportati nella più importante vetrina dell'ortofrutta mondiale

Si è svolta nel corso della seconda giornata di fiera mondiale dell'ortofrutta tedesca la cerimonia di premiazione del "Grappolo d'Argento - Città di Rutigliano", il prestigioso riconoscimento istituito da Comune di Rutigliano in collaborazione con il Comitato civico "Sagra dell'Uva" e consegnato annualmente a chi si distingue nel comparto ortofrutticolo e, più in particolare, a chi si impegna per la valorizzazione dell'uva da tavola. A partecipare alla manifestazione, una delegazione di Rutigliano composta dal sindaco Romagno, dal vicesindaco Valenzano e dai consiglieri Altieri, Damato e Troiani affiancati, tra gli altri, da rappresentanti regionali pugliesi, dal direttore di UnionCamere Puglia Luigi Triggiani e dal presidente di Apeo Giacomo Suglia.Un premio al merito e alla capacità di mettere in moto il meccanismo dell'identificazione territoriale e produttiva, che quest'anno ha individuato Francesco Pugliese, Amministratore Delegato e Direttore Generale di Conad, "per aver significativamente contribuito alla valorizzazione dell’uva da tavola di Puglia, unitamente ad un costante impegno profuso con professionalità e amore per la propria terra di origine." Con questa motivazione gli è stato consegnato il Grappolo d'Argento, simbolo di eccellenza, durante la Fruit Logistica 2016 di Berlino, all'interno del padiglione Citycube - hall B - Stand B-02, nello spazio espositivo dell'azienda NAVA. Una scelta non casuale, quella di portare la manifestazione all'interno di una vetrina internazionale quale è la fiera berlinese, con l'obiettivo di portare l'uva di Rutigliano e di tutto il sud-est barese al centro dei mercati mondiali. "Sono ormai sette anni che il premio viene consegnato in questa nuova sede", ha affermato il sindaco Roberto Romagno durante la cerimonia, "ed è un'iniziativa che il nostro comune ha voluto intraprendere perché era necessario uscire dai confini, cercando di rendere il premio ancor più internazionale, come dice la sua stessa denominazione, nell'ottica di accompagnare i produttori e tutti gli operatori coinvolti nell'indotto in un circuito più ampio quale è l'appuntamento annuale della Fruit Logistica."

La consegna del Grappolo d'Argento a Francesco Pugliese

Non solo un ritorno in termini di ampliamento del premio, ma anche di riscontro di immagine per Rutigliano e per la sua uva da tavola. "Siamo diventato un punto di riferimento per molte altre realtà", ha evidenziato il sindaco, "ma anche una fonte di attrazione grazie alle nostre tante eccellenze." Accanto al Grappolo d'Argento, infatti, la valorizzazione di un altro prodotto tradizionale rutiglianese, quello della terracotta, che fa da base e da cornice al grappolo e ne veicola il suo significato più propriamente locale. Un riconoscimento che parte da Rutigliano, dunque, ma che abbraccia idealmente tutta la Puglia, rappresentata anch'essa sul premio assieme alla sua conformazione geografica. Un connubio imprescindibile tra i prodotti della terra e del territorio pugliese e le sue sfumature manipolate sapientemente partendo dall'argilla, che assumono forme ed espressioni diversificate, eppure sempre riconducibili ad un patrimonio da difendere, tutelare e valorizzare costantemente. "Agricoltura ed artigianato locale sono la dimostrazione del primato del made in Italy", ha commentato l'eurodeputato Paolo De Castro intervenuto alla cerimonia, "e il legame con il territorio è senza dubbio l'elemento che ci contraddistingue anche in un'occasione internazionale come la Fruit Logistica." Promozione del prodotto, però, fa rima con unione: "Solo con l'aggregazione possiamo fronteggiare la concorrenza con gli altri paesi", ha evidenziato il vicesindaco di Rutigliano e assessore all'Agricoltura e all'Ambiente Pinuccio Valenzano, "e in questo solco proseguiremo, perché fondamentale è la sinergia tra istituzioni, territori, associazioni di categoria e tutti gli operatori di questo comparto, per essere ancora più presenti sulla scena mondiale e pensare di allargare sempre di più l'attenzione sulle nostre eccellenze."

Francesco Pugliese riceve il fischietto il terracotta

Presupposti ed obiettivi che si sono realizzati a pieno anche nell'assegnazione del premio, come ha sottolineato il presidente del Comitato Sagra dell'Uva Michele Sibilano: "Sugli aspetti della valorizzazione e del legame con il nostro territorio, la commissione ha individuato Francesco Pugliese quale vincitore del 18o Grappolo d'Argento." Un ruolo di prim'ordine, quello di Pugliese all'interno del comparto agroalimentare pugliese, perché promotore di un protocollo d’intesa con la Regione Puglia per la commercializzazione di prodotti tipici pugliesi, tra cui in particolare l’uva da tavola, nella catena di grande distribuzione Conad e della sua affiliata svizzera Coop Suisse. "Mi considero un umile lavoratore che da ben vent'anni si occupa di divulgazione dei prodotti", ha commentato Pugliese alla consegna del premio, "perché è questo che bisogna continuare a fare. É necessario attivare delle strategie di marketing per portare all'attenzione nazionale ed internazionale il comparto dell'ortofrutta, in cui l'Italia è leader, e come gruppo Conad da diversi anni abbiamo intrapreso questa strada. L'innovazione, in questo settore, è fatta della ricerca di nuove colture che possano unire i produttori ed essere immesse nel mercato. Ma, a differenza degli altri competitors, purtroppo come paese non siamo capaci di essere competitivi non solo in termini di prezzi, ma anche sul piano dell'organizzazione. Serve davvero una spinta in questo senso."

DOMENICA REDAVID

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI