Sabato 18 Novembre 2017
   
Text Size

Nascono tre sezioni “primavera”

sezioni primavera scuola rutigliano


Arriva l’ok dal Comune per le scuole pubbliche “Gianni Rodari” e “Giovanni Paolo II”
e per la paritaria “Maria Pia Notari”

La rete scolastica di Rutigliano si arricchirà di ben tre “sezioni primavera all’interno di tre scuole materne, di cui due pubbliche e una paritaria.

Per quanto riguarda le pubbliche, parliamo della Scuola dell’Infanzia Statale “Gianni Rodari” in Via Pitagora a Rutigliano e della Scuola dell’Infanzia Statale “Giovanni Paolo II” del 1° Circolo Didattico “G. Settanni”. Il 9 ottobre scorso, infatti, il Dirigente Scolastico chiedeva l’autorizzazione al funzionamento di due sezioni primavera a favore di bambini di età compresa tra i 24 e i 36 mesi, considerata la disponibilità di spazi da destinare a questa funzione e le numerose richieste dei genitori di bambini in quella fascia di età. L’autorizzazione dal Comune è arrivata lo scorso 19 gennaio, con una determinazione dirigenziale in cui si attesta il possesso di tutti i requisiti per l’avvio del servizio, la cui capacità ricettiva sarà di dieci bambini di età compresa tra i 24 e i 36 mesi.

Anche per la Scuola dell’Infanzia paritaria “Maria Pia Notari” arriva dal Comune l’autorizzazione per l’apertura di una sezione primavera. La richiesta presso l’Ente comunale, protocollata ben tre anni fa (18 dicembre 2012) ottiene risposta positiva solo il 26 gennaio di quest’anno. In questo caso, la capacità ricettiva sarà di ben 20 bambini.

Cosa sono le sezioni primavera? Le sezioni primavera sono nate in forma sperimentale nel 2007 come classi-ponte tra il nido e la scuola dell’infanzia. Si rivolgono ai bambini di età compresa tra i 2 anni (compiuti entro il 31 dicembre) e i 3 anni (non ancora compiuti), che potrebbero risultare - da un punto di vista non strettamente “anagrafico” - troppo grandi rispetto ai compagni dell’asilo nido, ma troppo piccoli rispetto ai compagni della Scuola dell’Infanzia. Importante è anche il progetto pedagogico: nelle classi-ponte, ruoli centrali assumono il benessere, l’immaginazione, la creatività (più strutturata) e, ovviamente, le prime forme di linguaggio, con lo scopo di sviluppare e migliorare capacità psicomotorie, di attenzione, autonomia, comunicazione, espressione, gestione delle emozioni e maturazione della propria identità. Fondamentali sono anche il gioco e le relazioni con i compagni.

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI