Lunedì 12 Novembre 2018
   
Text Size

DISCARICA ABUSIVA MESSA SOTTO SEQUESTRO

SEQUESTRATA_1


Due giorni dopo la denuncia fatta da “rutiglianoweb”, sabato scorso in tarda mattinata, gli agenti del Corpo forestale dello Stato Comando di Acquaviva, hanno messo sotto sequestro la discarica abusiva di contrada Castiello.
Qui sotto il comunicato stampa diffuso domenica scorsa e che alle 22,40 di ieri è stato postato sotto l’articolo “Discarica inerti zona archeologica Azetium”.
A breve un approfondimento.


«RIFIUTI: SEQUESTRATA DISCARICA ABUSIVA NEL BARESE
Sul terreno ritrovati vari materiali tra cui eternit e polietilene. Ignoti i responsabili
Bari, 08 novembre 2009 – Gli agenti del Corpo forestale dello Stato del Comando Stazione di Acquaviva delle Fonti(BA), ha posto sotto sequestro una discarica abusiva. Un'area di 6000 metri quadrati circa, in località “Castiello”, agro di Rutigliano(BA) occupata in precedenza da vegetazione spontanea di macchia mediterranea e poi sottoposta a movimenti di terra che hanno determinato la totale scomparsa delle piante. Il rimpiazzo del terreno vegetale avveniva con rifiuti di ogni tipo: demolizioni edili, terre e rocce di scavo, eternit e polietilene. Il sito si trova a ridosso dell'antica cinta muraria dell'insediamento civile denominato "Azetium", vincolato per scopi archeologici. Ancora ignoti i responsabili dell’illecito. Continuano le indagini per la loro l'identificazione».
Fonte: http://www.corpoforestale.it/newsletter/

Commenti  

 
#1 Simone Partipilo 2009-11-11 22:24
Vorrei segnalare che sempre in contrada Castiello, c'è un "boschetto" che era una delle poche aree VERDI rimaste nei nei dintorni di Rutigliano dopo la scomparsa del boschetto "macchie".
Quest'area ad oggi è adibita a discarica abusiva forse ancor di più della zona sequestrata, non si nota molto perchè dopo il ciglio della strada e nel boschetto c'e' un piccolo strapiombo.
Per tutti i primi mesi del 2009 noi degli esploratori (ragazzi dai 12 ai 17 anni) del gruppo scout Rutigliano 1 ci siamo recati nella zona per tentare una "bonifica" del posto e abbiamo riempito di rifiuti (tra i più svariati: TV, frigo, lavatrici, teli in plastica, pilastri di cemento, vestiario, contenitori per fitofarmaci ecc...) un camion da 4 metri.
Vorrei specificare che il tutto è stato effettuato a nostre spese (del gruppo scout e dei ragazzi) e tentando anche una mediazione tra il comune (che conosce benissimo la situazione ma sono anni che non fa niente) e il proprietario con vari incontri anche presso il comune stesso.
La situazione tuttavia non cambia, molto abbiamo tolto ma molto ancora è rimasto e continua ad aumentare grazie alla incivilà della gente.
Vorrei ricordare inoltre che la zona ha anche un risaputo interesse archeologico (suggeritoci durante i lavori anche dall'archeoclub) data la presenza di grotte proprio confinanti con il boschetto.
Siamo a disposizione per discutere o suggerire rimedi o azioni rivolte a valorizzare, ripulire e colpire chi utilizza la zona come discarica.
Nella speranza che nel frattempo il comune, il corpo forestale o chi di competenza svolga i dovuti controlli, vi porgo i miei saluti e ringraziamenti per la possibilità della diffusione delle informazioni.

Saluti
Simone Partipilo
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI