Mercoledì 14 Novembre 2018
   
Text Size

RIFIUTI E AMIANTO NELLE LAME DI RUTIGLIANO

Amianto_nella_lama

Un atto odioso, criminale, di estremo disprezzo per l’ambiente.
Due dei più bei luoghi di Rutigliano, che si trovano in due lame, San Giorgio e di Mosca, piene di storia naturale e non solo, deturpati dal barbaro fenomeno dell’abbandono dei rifiuti.
Si tratta prevalentemente di rifiuti speciali tra i quali spicca il pericoloso amianto. Onduline eternit e canne fumarie disseminati nelle macchie Messeni-Localzo in piena lama San Giorgio, insieme a teloni di plastica esausti, bidoni di metallo e ingombranti.
Nella lama di Castiello, invece, i bidoni sono più grandi  e di plastica, ci sono anche qui gli immancabili teloni agricoli, inerti, pezze, ingombranti...

Sono rifiuti che vengono da attività produttive, agricole, artigianali, commerciali, il che significa che ci sono imprese che hanno l’abitudine di smaltire i propri scarti in modo illegale. Un fenomeno assai preoccupante.

Commenti  

 
#12 shoxx 2009-11-25 00:55
Passo spesso dalla Via per Cellamare(la via del cimitero)per imboccarmi sulla circonvallazione, un giorno per poco non sono andato a finire su un cumulo di lastre di "eternit" abbandonate vicino ad un parete in prossimità di una curva.
Adesso le lastre di eternit sono state coperte da teloni di plastica e lasciate sul ciglio della strada.
Chissà quando e se verranno rimosse.
 
 
#11 carlo 2009-11-24 11:49
Il bosco ripreso nella seconda parte del filmato è una proprietà privata. Ve lo posso assicurare perchè l'anno scorso con gli scout abbiam tentato di fare qualcosa, ma a quanto vedo dalle riprese il nostro lavoro è servito a poco visto che la situazione è peggiorata. Comunque è spiegato tutto nel commento scritto da Simone sotto l'articolo:
[censored]rutiglianoweb.it/index.php?option=com_content&view=article&id=475:discarica-abusiva-messa-sotto-sequestro&catid=17:attualita&Itemid=14
 
 
#10 Peter Pan 2009-11-23 21:48
Uno scenario che fa rabbrividire anche i ciechi!
C'e' di tutto, tutti i tipi di rifiuti sono presenti dai più comuni ai rifiuti più pericolosi!
I primi bastardi siamo noi, roviniamo le nostre campagne così!
 
 
#9 Teta 2009-11-23 17:28
Urizz,
ma lo sai che sei noioso? Con questo continuo sottolineare uff....!!!
Dobbiamo continuare a dire le stesse cose o dobbiamo andare avanti con la discussione? Oltre a "miei" teloni abbandonanti ho visto i "tuoi" vecchi vestiti, le tue MOLTEPLICI lattine di olio da cucina o non, ho visto i tuoi mobili vecchi e le tue tettoie e canne fumarie di AMIANTO (che è ben più grave delle altre)che hai gentilmente lasciato nel mio terreno.
Certo per me era scontata la risposta della Redazione la quale mi avrebbe certamente risposto che la bonifica dei luoghi spetta al proprietario del terreno, non è che l'amministrazione ti viene a pulire in casa tua... era scontato questo. Solo tu potevi abboccare e rispondere così come hai fatto!
Se ho posto quel quesito è stato per sottolineare quando sia ingiusto che il povero proprietario periodicamente debba pulire quello che NOI TUTTI sporchiamo. La cosa cambia se la proprietà è pubblica.
 
 
#8 urizz 2009-11-23 12:47
teta gli hai visti i teloni? .... allora? ... dopo questi servizi ti stai convincendo che gli agricoltori non sono tutti "buoni" come te? ... spero che, a seguito di questi servizi, cominci ad aprire gli occhi anche tu e che, come ci hai detto spesso nelle campagne ci vivete, cominciate (in primis voi agricoltori) a denunciare questi sopprusi verso l'ambiente e la collettività, senza cercare di giustificazioni o peggio scuse per baipassare il problema. x quanto riguarda l'amministrazione poi, se non è in grado di controllare sugli "sporcaccioni" deve necessariamente accollarsi gli oneri dei danni che creano e quindi della pulizia (anche xchè paghiamo fior fior di TARSU - tassa smaltimento rifiuti solidi urbani) .... poi nel primo commeto chiedi a chi spetterebbe lo smaltimento (facendo intendere che non spetti al proprietario) ... nell'altro dici che non è colpa dell'amministrazione (anche se ripeto, l'amministrazione ha il compito della vigilanza sul territorio) e che quindi non spetterebbe neache ad essa! ... ti chiedo allora: chi, secondo te, dovrebbe bonificare?
 
 
#7 democrazia 2009-11-23 12:02
E' soprattutto un problema di amministrazione comunale , l'amministrazione è un corpo legislativo legato alla società non è un corpo estraneo , le regole le devono dare loro con l'approvazione di maggioranza .
Gli obblighi di smaltimento rifiuti devono essere imposti severamente con delle regole precise da rispettare se nò si deve ricorrere a sanzioni amministrativi pesanti .Tutto questo degrado stà a significare solamente che il comune non ha fatto abbastanza per dare un servizio ed informaz. adeguate al cittadino .
Devono fare di più in questo campo iniziando subito dalla prossima assemblea comunale .
 
 
#6 Massimo Caso 2009-11-22 21:12
Un adeguata campagna di sensibilizzazione alla Raccolta Differenziata dei Rifiuti ( in Maniera Ossessiva e Obbligata) da parte dell'amministrazione come fanno al Nord, risolverebbe i Problemi di questo Genere. Al Nord hanno eliminito completamente i cassonetti dello Sporco e' hanno distribuito a tutte le famiglie, le istruzioni su come differenziare i rifiuti consegnando sacchi per L' Umido, Per la Plastica, Cesti per il Vetro e per la Carta. Ogni giorno della settimana corrisponde ad un passaggio per il ritiro, ad esempio il Lunedi il vetro, il Martedi la Carta, ecc. Chi abbandona rifiuti in maniera non idonea e' sogetto a sanzioni amministrative molto alte con un aumento cospicuo anche sulla Tassa Rifiuti. Inoltre i Comuni hanno disposto un sistema di controllo nelle zone di competenza. Poi comunque subentra anche il buon senso della gente; Se uno si accorge che qualcuno sta abbandonando in maniera non idonea dei rifiuti dovrebbe segnalarlo alle autorità. (Da noi c'e sempre comunque il Motto ( ....fai finta di niente....). Altro problema si riscontra sui rifiuti ingombranti. Se non ci sono le Isole Ecologiche e il concittadino deve avere incagli burocratici per smaltire dei rifiuti preferisce fare a suo modo ovviamente danneggiando l'ambiente.
 
 
#5 Teta 2009-11-22 18:03
Per come si è commentato sembra che la colpa sia dell'amministrazione. Noi facciamo gli sporcaccioni e le istituzioni devono intervenire con soldi pubblici per pulire?!
Una cosa veramente curiosa che ho notato nelle riprese... ma quanto olio per friggere usa una famiglia rutiglianse (ammesso che lo sia)?
Ma quanto vestiario, mobili vecchi buttiamo sapendo che c'è un servizio comunale per il ritiro degli ingombranti. Ma possibile che non si conoscano queste cose. Posso capire (ma certamente non scusare) chi abbandona l'amianto perchè li davvero non si è fatta una campagna di informazione e di recupero delle quantità minime provenienti dalle abitazioni (canne fumarie, tettoie); ma vedere altri materiali che facilmente possono essere recuperati venire buttati così...
:cry:
 
 
#4 idrossidodisodio 2009-11-22 15:45
Già, è un nostro dipendente, un dipendente di tutti coloro i quali contribuiscono al suo stipendio pagando le tasse: questo nessuno deve mai dimenticarlo.
 
 
#3 democrazia 2009-11-22 15:15
Non posso nascondere che mi duole il cuore guardando queste terrificanti immagini di disprezzo e degrado verso la nostra madre terra , verso la storia secolare di quello che sono quei maestosi alberi di quercia, tripudio del territorio . Questo stà ancora una volta a significare la perdita da parte del cittadino della propria dignità e civiltà nei confronti della terra molto generosa di frutti e vite in questa zona dell'Italia nei confronti dell'uomo . Che sicuramente non merita tutto questo benessere, per quello che poi procura alla natura .
Questo stà ancora una volta a significare che la società non è per nulla unita anzi è molto disunita nell'affrontare i problemi comuni, anche nel rispetto della natura .
Le istituzioni comunali in questo senso devono far fronte hai problemi di questo genere di cose , se nò non avrebbero motivo di esistere assesori per l'ambiente e la tutela dell'territorio . Capisco che questo foro è molto importante,e ringrazio vivamente tutta la redazione che mi dà la possibilità di essere sempre informato sui fatti del mio paese però credo che questo non basti per cercare di arrivare ancora di più a far capira alla comunità che bisogna agire in modo diverso a quello che si stà facendo . E sopratutto il presidente del consiglio invece di fare caos in aula comunale cerchi di essere più saggio e concreto nel distriburie il danaro pubblico !! che gli viene affidato dal cittadino e sopratutto che abbia la personalità forte e comunicativa nel diffondere opere concrete per il proprio comune .
RICORDIAMOCI CHE IL FUNZIONARIO PUBBLICO NON è UN PROFESSIONISTA PRIVATO Mà UN DIPNEDENTE VOTATO DALLA COMUNITA'.
 
 
#2 Teta 2009-11-21 22:52
Sig. Nicastro,
i luoghi da lei ripresi sono proprietà private? Perchè trovo molto strano che i proprietari acconsentano a che il proprio terreno diventi una discarica a maggior ragione di quel tipo di rifiuti.
Adesso la eventuale messa in sicurezza, lo smaltimento, la pulizia ecc. a chi spetterebbe?
 
 
#1 Matteo L. 2009-11-21 21:27
Grazie Giovanni.
Ulteriori commenti sarebbero del tutto inutili, il video parla da se.
Vorrei solo aggiungere che a Mola di Bari, dove l'assessorato all'ambiente funziona, dopo una mia segnalazione di presenza di amianto a ridosso della pista ciclabile, l'assessore si è attivato per metterlo in sicurezza dopo solo dieci giorni.
Saluti
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI