Domenica 18 Novembre 2018
   
Text Size

DOMENICA 22 NOVEMBRE: ESCURSIONE IN LAMA SAN GIORGIO

chiesa

Le Lame: simbolo della morfologia carsica epigea delle Murge baresi; torrenti a carattere temporaneo di importanza primaria per il naturale deflusso delle acque piovane; corridoi verdi di inestimabile valenza per le biocenosi locali. Eppure, anche queste lingue di territorio sono spesso state assaltate dagli interventi umani, salvandosi solo nei punti più impervi e inaccessibili. Cementificazione, disboscamento, incendi, smaltimento illegale di rifiuti di ogni genere, sono solo alcune delle aggressioni che le lame hanno subito e continuano a subire. Siamo convinti che la stragrande maggioranza dei rapporti distorti tra uomo e territorio, derivi dalla cattiva conoscenza dello stesso, nelle sue debolezze e nei suoi punti di forza. Crediamo quindi, che sia di fondamentale importanza il contatto diretto tra i cittadini e il proprio territorio, affiancato alla divulgazione delle problematiche che affliggono i nostri ambienti naturali residui e alla diffusione dell’idea che un approccio diverso è possibile. E’ per questo che il gruppo Argonauti, in collaborazione con l’Associazione WWF Conversano, vi invita, domenica 22 novembre, ad una piacevole escursione gratuita, all’interno di una delle lame più importanti di questa zona di Puglia: Lama San Giorgio
Trascorreremo qualche ora in un ambiente che per la sua bellezza stupisce e rallegra l’animo, un ambiente dove è forte il contrasto tra le attività umane non ecocompatibili e la caparbietà della Natura che cerca non mollare.
Sarà un fantastico viaggio tra Natura e storia!

L’appuntamento è per le ore 8.00 di domenica 22 novembre a Rutigliano,
presso l’Agip (è l’Agip che affianca un distributore di metano) presente al Km 11 della Sp. 240 ( Capurso - Castellana grotte), esattamente (andando verso Conversano) a 1,5 Km dall’uscita Rutigliano nord

Si consiglia abbigliamento comodo e mimetico



Per prenotarsi o per chiedere ulteriori info, potete contattare Simone Todisco al 3395288925 oppure via mail: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. oppure rispondendo a questo post.

Gruppo Argonauti

Associazione WWF Conversano

Commenti  

 
#27 Teta 2009-11-24 23:29
Nella mia vita faccio fin troppo e questo è più che sicuro.
Sono una cittadina adulta che vive a pieno la realtà rutiglianese e questo deve bastare alla discussione in corso. Nel corso degli anni ho visto molte cose e su tante avrei un papiro da scrivere... Comunque sia le mie sono opinioni personali (se si vuole anche critiche) scaturite da avvenimenti realmente accaduti su cui si può trovare certamente obbiezione; se si vogliono considerare accuse velate e non... non arrossisco di certo.
 
 
#26 Mimmo Scisci 2009-11-24 22:18
Repetita juvant, posso rispondere per quello che accadeva quando c'ero io e su questo potrei anche accettare il contradittorio, per ciò che accade adesso non saprei cosa dire dato che da 3 anni a questa parte,vivendo fino a poco fa a Roma, non mi è stato materialmente possibile seguire la vita associativa, anche se mi suona strano sentire parlare di "direttivo" e soprattutto di "adepti". Le associazioni come qualsiasi organo democratico, hanno al loro interno un organizzazione ma alla fine si fa tutto insieme o per lo meno quando c'ero io era così. La Pro Loco è sempre stata aperta a chiunque Aziende e non, quando siamo andati a rappresentare il nostro territorio fuori dei confini municipali, abbiamo sempre chiesto noi per primi l'aiuto di imprese artigiane e agricole, al fine di poter rappresentare al meglio il nostro paese, ed abbiamo trovato sempre la disponibilità di tutti.....ma tante altre volte è successo che siano state le aziende a cercarci e non abbiamo mai detto di no o discriminato tizio piuttosto che caio. La sagra è del paese ok ci sto, ma esistono delle regole, e in questo caso specifico la Pro Loco era ospite/collaboratrice e non organizzatrice diretta e queste regole era tenuta a seguirle così come chiunque altro avesse aderito alla manifestazione. Teta, lei sta velatamente accusando chi fa parte delle associazioni di utilizzarle a propri fini e questo è grave, certo se mi portasse degli esempi concreti sarebbe meglio, giusto per non lasciarmi il dubbio di avere a che fare con chi critica a prescindere e poi in relatà non sa e non fa nulla, purtroppo il suo Nick non mi dice nulla su chi sia lei, quanti anni abbia e cosa faccia, magari e una persona attiva socialmente in una miriade di iniziative e associazioni, ma così a naso ho l'impressione di scrivere ad un/una critico/a a prescindere, come ho già scitto. Chi sa fa, chi non sa fare insegna e chi non sa insegnare critica! Mi si permetta la battutaccia!

Per il caustico NaOH....mi saprebbe elencare quali fantasmagoriche attività faccia la Pro Loco di Conversano? Le premetto che non ne cosnosco di specifiche, ma magari non sono ben aggiornato!
 
 
#25 Teta 2009-11-24 21:37
Per Mimmo Scisci,
quello che dici allora mi conferma quello che pensavo...
Che ci voglia l'iscrizione... ci arrivavo... Il senso era: un nuovo "adepto" ha la possibilità di entrare in questa associazione e far valere le proprie iniziative (valide) senza creare problemi ai "vecchi" associati? Non credo proprio... C'è un direttivo e si fa quello che il direttivo vuole; ecco la chiusura che lamentavo.
Sicuramente le iniziative che si intraprendono sono veicolate e non si può negare... Vedi l'esempio studipo della Sagra dell'Uva. Che vuol dire che ci sono aziende che hanno sponsorizzato, la Pro Loco vuol dire tutti non alcuni; la Sagra è del paese non delle aziende.
Le associaziani vanno aiutate economicamente e moralmente partecipando alle manifestazioni organizzate e non sfruttate per fini personali e questo secondo me vale anche per chi ne fa parte.
 
 
#24 idrossidodisodio 2009-11-24 19:53
Mi chiedevo se fosse possibile realizzare uno scambio interculturale con il comune di Conversano, nel senso che noi gli mandiamo i nostri membri della pro loco e loro ci mandano i loro.
 
 
#23 ..... 2009-11-24 18:39
Il termine Pro Loco che vuole dire allora? Cambiate nome in Pro Aziende.
 
 
#22 mimmo scisci 2009-11-24 15:21
Allora, facciamo un pò di chiarezza. Per partecipare alla Pro Loco così come a qualsiasi altra associazione di volontariato, basta iscriversi....banale no?!?! L'iscrizione è aperta a tutti e non ci vogliono tessere o ideologie di partito come qualcuno sostiene. La Pro Loco di Rutigliano è nata da un'idea di alcune persone che effettivamente all'epoca erano iscritti al vecchio PSI, ma posso assicurarvi che da 15 anni a questa parte non è più una costola di quel partito come magari in passato può essere stata. Attualmente la Pro Loco è un associazione libera da ogni vincolo ideologico e/o confessionale e purtroppo quest'etichetta che le viene attribuita si riferisce ad un passato ormai andato.
Circa il discorso di lobby e comitiva di persone posso smentire a pieno; il fatto che i soci della pro loco siano anche Amici tra di loro è la forza di quest'associazione così come di qualsiasi altra associazione a Rutigliano. Posso parlare con cognizione di causa per il periodo che mi ha riguardato, ma credo che anche adesso non siano cambiate le cose, le porte della Pro Loco sono sempre state aperte a tutti. Circa il problema della Sagra dell'UVA, non posso rispondere a pieno perchè non conosco i fatti direttamente, ma posso dire a parziale giustificazione che tale manifestazione nello specifico, è stata da sempre avvocata alla diretta organizzazione delle varie Amministrazioni Comunali che si sono avvicendate lungo gli anni lasciando poco spazio all'autonomia delle singole associazioni, a mio parere. Quest'anno, da esterno, ho notato una forte presenza di aziende locali che credo abbiano anche contribuito economicamente alla realizzazione della Sagra, pertanto inserire altri espositori all'ultimo minuto sarebbe stato poco corretto, in mia opinione. Ci sono realtà comunali in cui la PRO LOCO è il braccio organizzativo/esecutivo di qualsiasi iniziativa turistico/culturale che si faccia, purtroppo a Rutigliano non è stato sempre così e spero che con l'amministrazione ROMAGNO le cose cambino in meglio, non solo per la PRO LOCO ma per tutte le associazioni in generale.
 
 
#21 Teta 2009-11-24 09:59
Scusate dimenticavo...
Mola di Bari con collaborazione con Legambiente e i comuni del costituendo GAL hanno organizzato sabato scorso a Rutigliano una escursione tra i quattro musei... Ne sapevate niente? Pensate che il sito dell'Assessorato all'Ambiente di Mola di Bari ha pubblicato l'avviso e poi l'articolo dopo l'evento elogiando il nostro comune e NOI (Pro Loco o altri)un bel niente.
Ed erano in programma da aprile scorso queste iniziative; insomma tutto il tempo per informare.
 
 
#20 Teta 2009-11-24 09:43
Per Matteo L.
ma invece credo che sia proprio una associazione abbastanza "chiusa".
In occassione di una Sagra dell'Uva (quale momento migliore per la PRO Rutigliano) chiesi gentilmente di esporre un po' d'uva dello stand... Apriti cielo! Era già tutto programmato, tutto già coordinato, tutto deciso. Nessun altro poteva pubblicizzare un proprio grappolo d'uva oltre quelli già esposti!!! Ma scherziamo... Ma che PRO loco è? Pro aziende... le solite....
E' così per tutte le iniziative portate avanti dall'associazione.
Forse (anzi sicuramente) non è così, ma vi assicuro che date questa impressione; come se vi vengono imposte delle cose.
 
 
#19 Matteo L. 2009-11-24 00:42
...
scritto da sophie, 23 novembre 2009 alle ore 22:10:28
si è lamentato che si premiano associazioni "forestiere" piuttosto che quelle autoctone, e per Matteo L. perchè utilizza organi non rutiglianesi per pubblicizzare eventi rutiglianesi?

Lei è un pò confusa.
Si parla di comitato intercomunale. Sono sette i Comuni interessati dalla lama. Il proprietario di quel sito è membro del comitato ed ha tutti i diritti di pubblicizzare l'evento sul proprio blog. Infatti, troverà la stessa notizia anche su siti di altre associazioni (Casamassima, Triggiano, Mola di Bari) perchè lo scopo è quello di divulgare la notizia e non di tenersela per se.
Spero di essere stato chiaro
Buonanotte.
 
 
#18 sophie 2009-11-24 00:34
non so per la supponenza, non entro nel merito ma scusami se le dico che le vostre denunce molto probabilmente non hanno ottenuto l'effetto sperato visto che le discariche sono ancora lì e visto che si confondono con i reperti archeologici (che scempio dio mio)
ovviamente colpa non vostra, ma sicuramente demerito di Digioia.
 
 
#17 Matteo L. 2009-11-24 00:27
per Sophie
ah, beata ignoranza!
di denunce (come comitato) ne abbiamo fatte, eccome se ne abbiamo fatte!
Al già sindaco di gioia, al corpo forestale, ma tutte senza esito.
Io non mi fregio di niente. Mi impegno per il senso comune delle cose, come semplice cittadino.
Poi posso anche sbagliare.
Ma dire che le associazioni "sono abbastanza inutili", credo che sia un atteggiamento supponente il suo!
 
 
#16 sophie 2009-11-24 00:10
si è lamentato che si premiano associazioni "forestiere" piuttosto che quelle autoctone, e per Matteo L. perchè utilizza organi non rutiglianesi per pubblicizzare eventi rutiglianesi?
 
 
#15 sophie 2009-11-24 00:08
per Mimmo Scisci: ok... ma credo che una semplice denuncia, anche agli organi di informazione locale non abbia bisogno di tanti soldi...eppure fa rumore e forse serve a smuovere molto di più l'opinione pubblica!

per Teta: hai ancora una volta ragione e alle tue domande ne aggiungo un'altra mia: e per il servizio civile alla pro loco che bisogna fare?
;-)

per Matteo L.: non significa nulla il non fare qualcosa di concreto, non mi fregio mica di far parte di associazioni locali quali archeoclub e pro loco e simili che per me sono a volte abbastanza inutili! (ecco perchè, per inciso, non ne faccio parte)
 
 
#14 Matteo L. 2009-11-24 00:04
Io non ne faccio parte, ma non credo che per far parte della pro-loco si debbano fare le analisi del sangue o particolari riti propiziatori. Ho collaborato con loro... non mordono :-)

A questo indirizzo trovate notizie del comitato pro-parco http://ilnojanoribelle.blogspot.com/2009/11/costituzione-comtato-intercomunale-pro.html

Tutti posso aderire liberamente
 
 
#13 Ugo di Asgot 2009-11-23 23:56
Essere di ideologia Socialista;-)
 
 
#12 Teta 2009-11-23 23:40
Forse mi sbaglio... ma ho sempre visto la Pro Loco come una sorta di lobby, una comitiva di persone più che una associazione che dovrebbe avere a cuore il territorio.
Domanda... ma per far parte delle Pro Loco cosa bisogna fare? Così entriamo nel "concreto" tutti.
 
 
#11 Mimmo Scisci 2009-11-23 23:34
Gentile Sophie, credo di interpretare correttamente il "CONCRETO" che lei scrive, se penso ad attività di vero e proprio recupero quali la bonifica di questi luoghi o la tutela da incendi e ulteriori conversioni in discariche. Ebbene, tali attività "CONCRETE" richiedono degli sforzi "CONCRETI" ed un supporto economico non indifferente,che le associazioni non hanno. Io mi sono sempre ritenuto una persona "concreta" e piacerebbe anche a me poter riuscire a fare quanto ho scritto sopra, ma le posso assicurare che anche attività di sensibilizzazione come quelle di cui si discute qui, hanno la loro importanza e non ultimo dei costi sopportabili da parte delle associazioni. Ricordo che qualche anno fa l'amministrazione Di Gioia ha recuperato "Vallone Guidotti" con l'impianto di nuove specie arboree, la recinzione dell'area per evitare l'ingresso delle auto ed anche un percorso naturalistico con tanto di cartelloni informativi su flora e fauna della lama.....il cancello dopo pochi mesi era già stato letteralmente sfondato e la inviterei a vedere in che stato si trova adesso quel tratto di lama.....Quello che si vuole fare con le attivita di sensibilizzazione è proprio evitare che l'ignoranza della gente distrugga quel poco di buono e "CONCRETO" che si riesce a realizzare e se un domani venissero date le possibilità economiche alle associazioni per trasformare le attività di sensibilizzazione in attività reali, credo di non sbagliarmi nel affermare che sarebbero loro stesse per prime a non organizzare più solo semplici passeggiate o convegni!
 
 
#10 Matteo L. 2009-11-23 23:17
e lei, sophie, cosa fa di concreto?
 
 
#9 Matteo L. 2009-11-23 23:10
Bravo Mimmo!
Ne cito alcune io.
- tre giorni di educazione ambientale con le scuole.
- Il concerto per il parco al Vallone Guidotti.
- 2 escursioni del 2 e 6 giugno
- un convegno strapieno per l'istituzione del parco
1500 firme raccolte con la petizione pro-parco.
mi fermo qui.

che ci vuoi fare...Nemo propheta in patria
 
 
#8 sophie 2009-11-23 23:06
e ok... ma cosa fate di CONCRETO oltre alle domeniche in masseria o andar per lame per evitare situazioni di degrado simili?
non so sinceramente se queste manifestazioni, pur encomiabili, possano bastare...
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI