Domenica 18 Novembre 2018
   
Text Size

L’ARTE FIGULA A RUTIGLIANO: PIPPO MORESCA

MORESCA

Nella bottega di Pippo Moresca nel centro storico di Rutigliano si possono ammirare dei fischietti in terracotta del tutto unici per forme, colori e suoni.

Durante una chiacchierata a telecamera spenta il signor Moresca, ex insegnate presso la Scuola Media “Alessandro Manzoni” di Rutigliano, ha evidenziato l’importanza della trasmissione dell’arte figula ai più giovani.

Moresca, che ha trascorso molti anni della sua vita a diretto contatto con i ragazzi dagli 11 ai 13 anni, ha potuto constatare personalmente come sia importante per i più piccoli la libera espressione artistica.

Il signor Moresca ha rilevato, come l’intervento da parte di alcuni insegnanti sui manufatti presentati dalle classi delle scuole elementari e medie di Rutigliano al Concorso del Fischietto in Terracotta nella sezione dedicata alle scuole, risulti a volte troppo evidente, tanto da non lasciar intravedere le reali intenzioni artistiche ed espressive del piccolo figulo.

 

Commenti  

 
#13 regata 2010-02-15 10:40
Questo "post" l'ha scritto con i segnali di fumo?
 
 
#12 Prof. Moresca 2010-02-14 22:13
In relazione a quanto scritto come commento all'articolo pubblicato, sono disponibile per qualsiasi approfondimento di persona. Potete trovarmi nel mio studio in via M. Troiano, 31 vista la mia difficoltà nell'utilizzo dei mezzi informatici!

Grazie
 
 
#11 vogliamoci bene 2010-02-13 02:47
Prof. Moresca.
Affido a lei che ha diritto alla difesa, la possibilità di replica.
Ma tutto ciò corrisponde a verità? Dovrebbe dimettersi da Presidente della Commissione Giudicatrice se tale post di "rregata " corrispondesse a verità.
Alla faccia del color rosso. Mi pare che non c'è differenza con altri colori. E tutto ciò, in spregio al significato di "giustizia".
Scusatemi. M'ero dimenticato che la giustizia vale solo per alcuni: i ladri di gallina.
Ciao a tutti.
 
 
#10 mennavacca 2010-02-12 21:50
rido x non:cry:
 
 
#9 regata 2010-02-12 12:19
Pubblico integralmente l’articolo che ho letto sul periodico d’informazione il Punto.
N.B. prima ancora di giudicare, avevo chiesto al sig. Moresca di “illuminarmi”…mi scuso per il post forse esagerato, ma non ingiustificato.

“ Il fischietto tra favola e realtà.
A Rutigliano nel medioevo venne istituito un concorso nazionale del fischietto. Parteciparono al concorso del fischietto due scuole con i propri manufatti. Al fine di garantire la REGOLARITA’ del concorso i fischietti, restati nell’anonimato, furono votati dalla commissione. I fischietti di una delle 2 scuole a seguito della votazione risultarono al primo e al secondo posto. Ma questo risultato non quadrava perché si parlò di alternanza. Doveva risultare vincitore il fischietto dell’altra scuola. Ma il termine alternanza non stride con il termine concorso? Ma nel medioevo tutto è possibile e quindi in spregio a qualsiasi regola il fischietto risultato terzo classificato risultò vincitore e agli altri due non rimase che il secondo e il terzo posto. Ma era un concorso qualcuno si chiederà!
E qualcun altro potrà rispondere:”Ma tu credi ancora ai concorsi?”
Ma tutto ciò accadeva nel medioevo. Ora grazie a Dio c’è il ministro Brunetta che ha come obiettivo nelle sue riforme la TRASPARENZA, l’INTEGRITA, la valutazione e la MERITOCRAZIA. E non è il solo, anche un sacerdote di nome don Luigi Ciotti, creatore del “Gruppo Abele” e di “Libera” dice:”Il problema non è solo la conoscenza dei “concetti”, ma la volontà poi di metterli in pratica. Pensiamo alla LEGALITA’: tanti la invocano come fosse fine a se stessa e non un mezzo per costruire giustizia. Altri cercano di piegarla alle proprie convenienze private”. Sante parole! Ma se questo succedesse oggi? No, non può succedere, c’è democrazia, trasparenza, c’è la commissione, c’è una nuova amministrazione. No, non può succedere. Per un concorso del fischietto proprio no. Ma forse quest’anno è successo!!! Durante la votazione i fischietti anonimi risultati vincitori erano contrassegnati con il numero 3 e 9 ed avevano preso rispettivamente 7 e 5 voti classificandosi al primo e al secondo posto. Questi fischietti erano della scuola “Settanni” al terzo posto si era classificato il fischietto della scuola “A. Moro” che alla fine per magia scavalca gli altri due e si classifica al primo posto.
Qualcuno potrebbe dire: possibile? Può essere? Può essere. Rutigliano è ancore medievale.”
F.P.V.
 
 
#8 cittadino libero 2010-02-12 01:12
Tutto quello che volete dire. Ma non ho ancora ricevuto risposta se il Regolamento è stato applicato dal Presidente, o nò?
Se nò, qui si legge solo quello che altri vogliono far leggere.
Eppoi, anche i grandi che hanno costruito la STORIA hanno commesso qualche errore. La grandezza stà nell'ammettere anche i propri sbagli, anche se poi possono essere giustificati. E' facile dire sempre: tù hai sbagliato, tù hai sbagliato. E chi nella vita non ha commesso errori?
 
 
#7 trifone 2010-02-11 20:40
credo che pippo Moresca sia un uomo di grande sincerità e di coerenza come pochi ho conosciuto. Quello che Pippo vuole dire, in merito al concorso riguardante la sez. dedicata alle scuole,ed a giusta ragione, è che nei manufatti che presentano i bambini spesso c'è troppo intervento degli insegnanti che ne cambiano la vera ed originale espressione del bambino secondo una loro visione e giudizio del "bello". Ora smettetela di meravigliarvi o di cercare chissà quale losca trama possa esserci . Bisogna avere il coraggio di dire le cose come stanno, e il concorso dedicato alle scuole è ,in alcuni casi, una farsa se non si lascia modellare e dipingere ai bambini tutto,cioè se non si dà ai bambini il diritto di esprimersi.Questo Pippo Moresca non è la prima volta che lo denuncia ed io lo apprezzo.
 
 
#6 Teta 2010-02-11 17:14
Sophie non conosco l'articolo citato da Regata... Però non mi piace che ad una persona gli si dia del "poveretto". E' una bruttissima espressione.
Ricordo Il Prof. Moresca alle medie e non mi mai sembrata una persona inrispettosa di regole, relamenti ecc.
Anzi....
 
 
#5 sophie 2010-02-11 16:54
qualcuno mi può spiegare?
grazie...
 
 
#4 Teta 2010-02-11 16:49
Regata,
non è un poco esagerata la tua reazione?
 
 
#3 sophie 2010-02-11 16:38
regata, ma cosa è successo?
 
 
#2 cittadino libero 2010-02-10 01:28
Caro Prof., ma cosa è accaduto nella premiazione dei bambini delle scuole primarie? Mi aspetto una risposta seria, schietta e rispettosa anche delle sue ideologie politiche, che vedono nella giustizia unico punto di riferimento di questa società civile. Da quello che si dice, la sua presidenza in quella commissione, non è stata certamente rispettosa del regolamento in vigore.
Aspetto con ansia una sua decisa e chiara risposta.
Grazie
 
 
#1 regata 2010-02-09 13:12
Sig. Moresca avevo tanta stima di lei, ho letto "il punto", periodico di Rutigliano, c'era un articolo sui premi assegnati ai bambini...
Mi illumini.
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI