Venerdì 16 Novembre 2018
   
Text Size

CONCORSO NAZIONALE DEL FISCHIETTO IN TERRACOTTA

fisoro

Giovedì 14 Gennaio alle ore 18.30 nella cornice vestita a nuovo di Palazzo San Domenico, si è tenuta la cerimonia di apertura della 22^ Edizione del Concorso Nazione del Fischietto in Terracotta “Città di Rutigliano”.

All’inaugurazione sono intervenuti il sindaco Dott. Roberto Romagno, l’assessore allo Sport e Turismo Gianvito Defillipis, l’antropologa e Manager della Cultura la Dott.ssa Paolo Boracci, il giornalista Gianni Capotorto, il vignettista ufficiale de La Gazzetta del Mezzogiorno, vincitore del premio satira politica – Forte dei Marmi 2009 e quest’anno Presidente della Giuria Tecnica del Concorso del Fischietto Nico Pillinini.

Durante l’incontro Nico Pillinini ha realizzato in estemporanea delle vignette che hanno ripreso i temi della politica nazionale più d’attualità di questi ultimi mesi: lo scandalo escort e politica, la richiesta continua da parte della minoranza delle dimissioni del Presidente del Consiglio Silvio Berlusconi e l’influenza suina.

Le grandi vignette sono nate dalla penna di Pillinini sotto lo sguardo incuriosito e divertito del pubblico che gremiva una delle sale della Biblioteca Comunale.

La cerimonia è stata colta dall’antropologa Paola Boracci, come una giusta occasione per poter avanzare la proposta di poter rendere Rutigliano il paese della satira, istituendo un “Festival della satira” legittimato dall’antica tradizione del Fischietto in terracotta, che spesso fa della satira la sua linfa vitale.

La proposta è stata ben accolta dal Sindaco Roberto Romagno e dall’assessore Gianvito Defillipis.

Nella serata del 14 sono stati resi pubblici i titoli dei tre fischietti vincitori del Concorso per la Giuria Tecnica.

Il Fisoro d’oro è andato a Romano Daniela Iris con il fischietto dal titolo “Fischietto scaccia-crisi”; il Fisoro d’argento è stato aggiudicato a Vito Moccia, che ha realizzato il fischietto “Crisi - a da passà a nuttata” e infine il Fisoro di bronzo è stato conferito al fischietto dal titolo “Papi – scacciacrisi” opera di Pietro Leone.

La serata si è conclusa con l’esibizione degli alunni delle classi terze del 1° Circolo Didattico Settanni, che hanno proposto un repertorio di brani  di musica popolare. Inoltre il pubblico presente è stato accompagnato, durante la visita alla Mostra, dalle note del gruppo folk guidato da Franco Mirizio.

Alcuni dati sulla Mostra del Fischietto di quest’ anno: sono 76 i fischietti presentati al Concorso (dato in crescita rispetto agli anni scorsi) e i figuli che hanno partecipato sono 34 di cui 17 non rutiglianesi.


Per votare il proprio fischietto preferito ci si può recare presso Palazzo San Domenico sabato 16 Gennaio dalle ore 16.00 alle ore 21.30 e domenica 17 Gennaio dalle ore 9.30 alle ore 12.30 e dalle ore 16.00 alle ore 21.00.


Tutta la Redazione di Rutiglianoweb vi aspetta presso il suo stand vicino la Scuola Elementare Settanni il 16 e il 17 Gennaio e in P.zza Colamussi nelle giornate del 23 e 24 Gennaio.

 

 

Commenti  

 
#8 Teta 2010-01-23 22:44
Non sapevo di questo intervento a Telenorba...
Buono.
 
 
#7 giovanefigulo 2010-01-23 21:55
oggi Pillinini e la vincitrice del concorso erano a telenorba, hanno parlato per quasi un'ora della festa del fischietto in terracotta! Un po' di pubblicità fatta bene ci voleva proprio;-)
 
 
#6 Andrea F. 2010-01-23 17:06
La proposta di un "festival della satira" (mi pare sia stata motivata egregiamente da un punto di vista etno-antropologico) non va contro la tradizione, assolutamente. Al massimo è complementare, aggiunge un elemento nuovo e intrigante alla nostra amatissima festa. Poi, Pillinini è un grandissimo artista, oltre che un cartoonist di fama internazionale e la sua presenza ha impreziosito la manifestazione.W la satira W la libertà W le proposte innovative!
 
 
#5 Gennaro Febbraio. 2010-01-21 15:41
fischietti, fischietti, antropologi e fischietti...tanto se ne parla ogni volta solo in questo periodo, nulla procrde mai sul serio e nulla di nuovo resta realmente dopo che viene la fiera...e così ogni anno restano le attese cariche di emozioni per una festa e le delusioni...siamo nel buio perchè legati a questo autorefenzialismo tribale di paese, altro che manager della cultura, la fiera è sempre la stessa da 30 anni almeno e mai niente di veramente bueno ne è stato ricavato per la nostra comunità...nessuno pensa globale...
@docente: qui nn si tratta solo e soltanto di leggere un libro...mossa ingenua la sua! la festa di sant'Antonio Abate è il segno del nostro menefreghismo rispetto a tutto quello che è arte e cultura, elementi indispensabili per una trasposizione della nostra amata festa ad un livello più globale...e la cosa risulta essere più grave se pensiamo che la festa del fischietto è anche il simbolo dell'inculturazione avvenuta in una realtà particolare, la nostra, Rutigliano, di una grande figura cristiana quale sant'Antonio Abate. ma nessuno mai pensa a ste cose...e voi, schiera di antropologi, docenti, managers ecc ecc, cosa aspettate a mobilitarvi sul serio? la satira e il fischietto è un binomio troppo lontano dalla verità circa questa grande festa e attività figula!!! ne va a scapito della genuina tradizione...e i vignettisti, appunto, si legano alla satira direttamente e nn al fischietto rutiglianese! altro che 'legittimato'...
SAY IT OUT LOUD!!!
 
 
#4 mazzinga 2010-01-19 19:43
potrei linkarti al corano e dirti che quella è la verità...

la forma libro non conferisce alle nozioni contenute l'incontestabilità,
ci sono infatti libri che raccontano balle.
 
 
#3 ZoticMan 2010-01-18 23:16
Concordo con lei professore, ottimo suggerimento. Gli autori credo siano persone di un certo spessore culturale, soprattutto Vivalda Candida e Paolo Dalla Sega.
 
 
#2 Un docente 2010-01-18 19:18
2010, le consiglio questo libro qua: http://[censored]francoangeli.it/Ricerca/Scheda_Libro.asp?ID=14513&Tipo=Libro&titolo=Gli+eventi+culturali.+Ideazione,+progettazione,+marketing,+comunicazione :-)
 
 
#1 2010 2010-01-18 13:41
Scusate, chi è Paolo (o Paola) Boracci? Leggo bene che è "manager della Cultura"? Non ho mai conosciuto una persona con questo titolo, e a dir al verità, ho difficoltà a capire cosa possa esprimere una persona con questo titolo. Mi aiutate?
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI