Venerdì 16 Novembre 2018
   
Text Size

FRUIT LOGISTICA DI BERLINO: IL PRIMO GIORNO

SDC10716

Ieri 3 febbraio  ha avuto inizio a Berlino una delle più importanti manifestazioni internazionali per l'agricoltura e principale luogo d'incontro per il commercio di prodotti agricoli: la "Fruit Logistica”.

Presente durante la missione berlinese una delegazione rutiglianese per la consegna del “Grappolo d’Argento”, l’annuale riconoscimento che l’amministrazione comunale assegna alla personalità o alle aziende distintasi nella promozione dell’uva, la nutrita delegazione ha vissuto questo primo giorno di fiera con grande entusiasmo.

Sentito  telefonicamente Pasquale Redavid, Vicesindaco e Assessore all'Agricoltura del Comune di Rutigliano, ci conferma il clima di grande coinvolgimento: “è stata una ricca giornata, abbiamo ricevuto riconoscimenti e riscontri positivi dalle aziende provenienti da ogni parte del mondo, dagli operatori della Grande Distribuzione Organizzata, dagli importatori, esportatori, grossisti e dettaglianti, istituzioni e organizzazioni provenienti da 130 Paesi nel settore dell’ortofrutta. È questa una grande vetrina promozionale per il nostro paese che sicuramente determinerà un notevole ritorno d’immagine internazionale per la nostra uva e farà conoscere a livello internazionale i sistemi di produzione, di certificazione e la genuinità dei nostri grappoli, farà conoscere il meglio della nostra produzione e le potenzialità dell’offerta varietale dell’uva da tavola. Ora  fervono i preparativi per venerdì 5 febbraio, giorno della premiazione per la consegna del “Grappolo d’Argento”.

A seguire le foto inviateci dal Vicesindaco Pasquale Redavid, che in questa occasione ringraziamo, relative allo stand, alla vetrina  con i nostri fischietti e con il premio Fisoro che sarà donato al dott. Gunter Schweinsberg, direttore della rivista Fruchthandel Magazine, nonché ideatore della Fruit Logistica di Berlino e il premio per la 12^ edizione del Premio Internazionale “GRAPPOLO D'ARGENTO – CITTÀ DI RUTIGLIANO”.

SDC10715

SDC10723

SDC10724

SDC10716

Commenti  

 
#10 Domenico Rizzi 2010-02-06 14:17
Mi chiedo in che ambito operi il sig. "Aureliano Buendia" o se é ancora studente. Vorrei saperlo per poter propormi nel suo settore e condividere cosi quella meravigliosa sensazione che si deve provare nel sentire che "le cose vanno a gonfie vele".
Mi risulta che, per poter accedere alla fiera di Berlino, si é sempre dovuto pagare il biglietto di ingresso.
Mi risulta che il settore ortofrutticolo italiano in generale ha avuto un notevole calo in termini di percentuale di vendite e di esportazioni. Questo non favorisce in alcun modo la condizione dei produttori.
 
 
#9 Peppino 2010-02-06 13:41
NA TENG NE VIGN NE FOUR E NO ME NE IMBRT C CHIOV CHIOV!!
 
 
#8 Sergio 2010-02-06 13:39
chiedo a Aureliano Buendía ma in che mondo vivi?
"Le cose vanno a gonfie vele" Svegliati, è ora!!!
 
 
#7 mary 2010-02-05 21:09
rispondo a polly e le dico che se fosse come tu dici non credi che sarebbe stato più giusto coinvolgere in questa manifestazione di rilevanza internazionale tutte le imprese agricole rutiglianesi attraverso un loro rappresentate e non solo le/la maggiori/e e le/la più facoltose/a?è così che un paese deve crescere?dando sempre più spazio a chi ne ha già abbastanza?stiamo freschi!!!;-)
 
 
#6 polly 2010-02-05 19:42
A mio avviso e` stato fatto un buon lavoro per lanciare la nostra Rutigliano e la nostra qualitä di uva nel mercato Internazionale. In realtä mi auguro che questo sia l´inizio di un percoso comune per tutti i nostri produttori ed imprenditori.
 
 
#5 regata 2010-02-05 11:29
Per mennavacca, la battuta è bellissima; ma devo difendere il dott. Gunter Schweinsberg, una persona che conosco, che ha ideato la fruit logistica di Berlino ed è un editore di tre riviste del settore dell'ortofrutta, che vengono distribuite in Germania, Svizzera, Austria ed Asia.
 
 
#4 giacomo 2010-02-04 21:44
ma che dici????tutti quelli che vogliono andare a berlino ci vanno...pagano il biglietto ed entrano in fiera
 
 
#3 mennavacca 2010-02-04 21:23
dott. Gunter Schweinsberg e chi e'?:D
non sara' uno come l'americano che voleva comprare il bari?
Feste, onori e speranze ..passa il santo passa la festa.:D
 
 
#2 Aureliano Buendía 2010-02-04 18:55
Da chi è composta la "nutrita" delegazione rutiglianese?

Quella ufficiale, guidata dagli amministratori pubblici, da chi è composta e con quali requisiti devo avere per essere aggregati?

Spero di avere delle risposte ufficiali in merito, anche dall'autrice dell'articolo in questione.

Grazie.
 
 
#1 Aureliano Buendía 2010-02-04 14:01
Prima i rutiglianesi era più poverelli ed andavano a Cesena al MacFrut.
Ora che le cose vanno a gonfie vele, vanno tutti a Berlino.
A far cosa?
Staremo a vedere se la "semina di Berlino" porterà buoni frutti!
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI