Giovedì 15 Novembre 2018
   
Text Size

RACCOGLIAMO LE VOSTRE PROPOSTE E SEGNALAZIONI

2010_016

Federconsumatori  Puglia - Sezione di Rutigliano, in collaborazione con il Comune di Rutigliano, il Comando di Polizia Municipale e la testata giornalistica Rutiglianoweb, presentano l’incontro “Abbandono rifiuti speciali, amianto e plastica in campagna e in paese: cosa fare?”. Due minuti per una proposta concreta a difesa della salute e dell’ambiente.

L’incontro si terrà il prossimo 12 aprile alle ore 19,00 presso la Sala Consiliare del Comune di Rutigliano e in diretta su www.rutiglianoweb.it.

Parteciperanno i rappresentanti delle istituzioni, Regione, Provincia, Comune,  varie associazioni di settore, gli alunni delle scuole e dei licei di Rutigliano.

Attraverso la mail di redazione:  Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. stiamo raccogliendo le vostre foto, segnalazioni, consigli e proposte a difesa del nostro ambiente e della nostra salute,  suggerimenti e lettere che  saranno poi lette durate la manifestazione.

Ringraziamo i lettori  che ci scriveranno e quelli che lo hanno già fatto come la lettrice autrice delle foto che qui di seguito vi mostriamo.

Clicca sulle foto per ingrandirle

Visita http://picasaweb.google.it/redazionerutiglianoweb/ 2010/ANNUNZIATA{/gallery}Copia_di_12aprileGOOD

Commenti  

 
#23 milan 2011-02-06 10:18
chi ha l'obbligo di ritirare il materiale in agricoltura, dopo che il coltivatore ha ritirato il prodotto dalla cooperativa di appartenenza, e averlo pagato a prezzo di costo compreso iva, intendo per materiale agricolo sacchi e bottiglie di plastica ,che servono per il disserbo nei campi . Vorrei sapere una risposta GRAZIE
 
 
#22 marco81 2010-04-07 16:54
sarebbe una bella cosa, se il comune realizzasse degli opuscoli da inviare a tutte le famiglie rutiglianesi, con numeri di telefono e azienda da contattare per lo smaltimento di rifiuti pericolosi e speciali, magari inserendo delle foto dei danni che provocano, se abbandonati nell'ambiente, le ammende per i trasgressori, ecc. Insomma un vademecum, che ogni famiglia può consultare all'occorenza.
 
 
#21 La Redazione 2010-04-07 15:56
Ciao Marco81, le foto puoi inviarle anche alla nostra mail di redazione: e le pubblichiamo noi.

grazie
La redazione
 
 
#20 Marco81 2010-04-07 15:51
Per poter inserire le foto, devo essere iscritto?
 
 
#19 Greta 2010-04-06 20:43
è molto probabile che dopo l'interesse suscitato dall'argomento e dai siti più o meno coinvolti nella bonifica, tutto torni come prima.
sarebbe opportuno invece rendere alcuni siti frequentabili e quindi controllabili nel tempo. Rutigliano non ha un lungo mare, un lungo lago, nè tanto meno un lungo parco, perchè quindi non inventarci un percorso ciclabile che collegando siti archeologici, masserie fortificate ecc ecc permetta un uso e quindi un controllo "sociale" del territorio ciclabile?
sarebbe auspicabile un percorso ben segnalato e magari inserito in un itinerario turistico, come se ne vedono altrove.
RIPULIRE E VALORIZZARE QUINDI AVREBBE PIù SENSO, o è chiedere troppo per i nostri distratti e indaffarati amministratori?
 
 
#18 Norris Jr 2010-04-06 20:09
cari concittadini...dobbiamo far si ke la bonifica del territorio rurale di rutigliano non sia solo una trovata x passare la pasquetta...ma diventi una realtà di tutti i giorni...bisogna inculcare nella testa degli "agricoltori" il rispetto della natura...xke a rutigliano non c'è nessuno ke vigila sui rifiuti...i teloni vengono bruciati e nessuno se ne accorge...(o fa finta)è quella la sensibilizzazione ke si deve fare....xke di certo i primi ke inquinano sono prorpio coloro ke nella terra ci stanno dalla mattina alla sera....senza xo dimenticare ki getta materiale inerte nelle campagne abbandonate o sotto i ponti (vedi il ponte sulla strada rutigliano capurso...)
 
 
#17 pro annunziata 2010-04-06 18:16
forse sarò un pò pessimista ma abbiamo detto tante parole. anche io.ma...il comune e/o tutti gli enti che dipendono da essi, faranno mai qualcosa di positivo per la nostra Rutigliano? ieri sono stata tutta la giornata all'annunziata con l'immensa gioia di poter tornare in quesi posti come facevo nella mia infanzia ma, a parte la chiesa che Don Nicola con l'aiuto del paese ha intenzione di restaurare,ho sentito una tristezza infinita nel vedere tracce di teloni bruciati; si vedevano ancora gli occhielli con cui si agganciano. vi sembra normale?
si spendono tante belle parole ma finchè non si vedrà qualcosa di concreto non so fino a quanto possiamo parlare in questi toni.
 
 
#16 Teta 2010-04-06 17:45
Potevi girarci le foto...
 
 
#15 marco81 2010-04-06 15:39
Appena trscorso la pasquetta in compagnia di amici che mi hanno coinvinto a seguirli all'annunziata e dopo aver trascorso qualche ora li, ci siamo trasferiti nelle vicinanze della Masseria Panicelli, dove un mio amico ha un piccolo terreno, arrivati li abbiamo scoperto che erano stati abbandonati delle reti antigrandine e teli esausti, c'erano anche numerosi sacchi vuoti di concime fertillizzante e delle bottiglie vuote di fitofarmaci.
Ho invitato il mio amico a segnalare con la massima urgenza i vigili, prima che qualcuno gli metta fuoco.
Ho anche scattato delle foto.
 
 
#14 Lorenzo Gassi 2010-04-03 21:46
Meglio tardi che mai:-)
Caro Giovanni N. ti ricordi quando gia' mesi fa' ti segnalai quello scempio di inquinamento alla Nunziata?
Chissa perche' ci accorgiamo quando siamo incivili solo quando quelle zone ci servono per andare a sgranocchire o far feste.
Vigilare e denunciare e compito di ogni cittadino,in caso contrario si e' complici di reato.
In altro sito agricolo di Rutigliano,ho scoperto x caso che fuoriusciva dal terreno acqua potabile,cioe' il tronco dell'acquedotto pugliese e rotto.
Informandomi da un contadino che lavorava nella zona da quando fuoriusciva l'acqua,questo a mio grande stupore mi rispondeva che erono piu' di tre anni.
Immediatamente mi sono recato al comando dei vigili urbani a denunciare la perdita e questo non avendo a disposizione la pattuglia in quanto operativa in altra zona,mi assumevo l'onere di portare e riaccompagnare il vigile urbano resosi disponibile alla verifica e visione del sito.
Cmq Giovanni N. o altri della redazione Rutiglianoweb se siete interessati potete contattarmi quando volete per verificare se sono stati azionati interventi urgenti di riparazione da parte dell'ente preposto,visto che si tratta di un bene preziosissimo che si perde e che paghiamo molto caro.Potete avere il mio contatto da Claudio Spada o Fabrizio Lerede.
 
 
#13 futuromigliore 2010-04-03 19:34
1.RIPRISTINARE L' ISOLA ECOLOGICA DI RUTIGLIANO, PER PERMETTERE UNA ADEGUATA RACCOLTA DEI RIFIUTI INGOMBRANTI.
2.PERMETTERE AI CITTADINI DI SMALTIRE L' AMIANTO ANCORA PRESENTE IN CASA, SENZA NESSUNA SOVRATASSA, VISTO CHE QUELLA DEI RIFIUTI, PER QUANTO è ELEVATA, PENSO CHE POSSA COPRIRE QUESTE SPESE.
3.PUNIRE CON MULTE SALATISSIME TUTTI I PRODUTTORI DI TELI (RUTIGLIANESI E NON)CHE NON SI RIPRENDONO I TELI ESAUSTI(MA CHE COMUNQUE FANNO PAGARE LA TASSA DI RITIRO9
4. PUNIRE CON MULTE SALATISSIME TUTTI COLORO I QUALI ABBANDONANO TELI E AMIANTO NELLE CAMPAGNE RUTIGLIANESI(QUESTO è POSSIBILE SOLO INSTAURANDO UN SERVIZIO DI VIGILANZA ATTIVO-pagato dal comune, e non dai tesserati- SU RUTIGLIANO, CHE POSSA SORPRENDERE I TRASGRESSORI).

Ps. Dato che parliamo di rifiuti, rinnovo il mio invito all' amministrazione vigente a fare la RACCOLTA DIFFERENZIATA PORTA A PORTA.Per intensificare e spronare i cittadini alla raccolta differenziata, visto che nelle classifiche siamo uno degli ultimi paesi di tutto il SUD-EST BARESE.
 
 
#12 Marco81 2010-04-03 17:28
l'isola ecologica è importante per poter smaltire rifiuti di ogni genere, non è possibile vedere rifiuti pericolosi davanti ai cassonetti della spazzatura (TV, frigoriferi, HI FI, PC ecc.) la notte i cassonetti prolificano di tutti questi oggetti che la gente puntalmente toglie dalle proprie cantine, senza farsi lo scrupolo di abbandonarli, tanto come per magia il giorno dopo qualcuno andrà a toglierli. Bisogna informare ed educare la gente su queste cose, perchè in questo comune la popolazione è un pò insensibile, poi bisogna avere il coraggio di denunciare chi attua certi comportamenti dannosi per la collettività dal punto di vista d'immagine e economico. Alle generazioni future, abbiamo l'obbligo di lasciare un ambiente migliore di quello che abbiamo ereditato dai nostri genitori.
 
 
#11 Teta 2010-04-02 21:56
Riapertura dell'Isola Ecologica oppure istituzione di un servizio di ritiro dalle campagne. La cosa deve essere pubblicizzata adeguatamente sottolineando che è gratis (perchè è quella la nota dolente).
Ovviamente per i rifiuti speciali (amianto, bottiglie di fitofarmaci ecc.) informazione a tappeto dei modi, e luoghi a norma per lo smaltimento e dei relativi costi.
 
 
#10 menico 2010-04-02 20:58
secondo bisognerebbe fare un sito di raccolta rifiuti ingombranti. al nord ce ne sono in ogni paese, basta stisciare la tessera data dal comune a tutti quelli che pagano la tassa dei rifiuti e si apre il cancello. lo smaltimento ovviamente è gratis o comunque compreso nella tassa rifiuti. questi rifiuti saranno poi selezionati per poi essere smaltiti o riciclati sempre dal comune visto che lo smaltimento è un suo compito.
per quanto riguarda l' amianto questo discorso non si può fare in quanto essendo un rifiuto pericoloso ha dei costi alti perchè ha un procedimento particolare di lavorazione e questi costi non possono esere caricati sul comune. ognuno si deve smaltire il proprio amianto anche perchè essendo cancerogeno solo un pazzo o un' ignorante prende l' amianto e lo va a buttare in campagna.
a questo proposito direi che il comune potrebbe anche pagare un servizio di vigilanza per le principali aree verdi tipo annunziata o vallone guidotti, ma anche siti archeologici ecc. potrebbe anche chiedere una mano ai cittadini e volontari nonchè alla provincia e alla regione. di certo creare qualche posto di lavoro e fare un servizio utile al cittadino è conveniente. spero non se ne escano con la solita battuta " non ci sono soldi" anche perchè è vecchia e ormai non ci crede più nessuno!
 
 
#9 2010 2010-04-01 18:55
Qualcosa nnella scuola per la sensibilizzazione non sarebbe male
 
 
#8 pro annuniata 2010-04-01 18:40
ecco...gianni nicasto mi da la conferma
 
 
#7 Gianni Nicastro 2010-04-01 18:22
«voi sapete solo criticare mettete i volontari a pulire»

Di fronte a una frase così idiota c'è da rimanere trasecolati.
Comunque, chi ha il dovere di rimuovere i rifiuti dall'Annunziata, cioè il comune, si è attivato.
Domani quei rifiuti saranno rimossi da una ditta specializzata. Non era proprio possibile lasciare in quello stato uno dei più tradizionali luoghi delle festività pasquali.
In seguito saranno bonificati da plastica, amianto, inerti... altri siti non meno importante.
 
 
#6 pro annuniata 2010-04-01 18:14
per punto
noi non stiamo criticando ma stiamo dando dei consigli visto che in questo articolo ce lo stanno chiedendo. dietro i volontari che tu hai consigliato, servirebbe qualcuno della nettezza urbana o degli esperti che trattino e ritirino l'amianto, cosa che i volontari non penso potrebbero fare. dove li porterebbero questi rifiuti se dietro non c'è il comune che li porti a smaltire? quindi mio/a caro/a punto prima di parlare meetti davvero un punto alla tua lingua.
 
 
#5 punto 2010-04-01 16:00
voi sapete solo criticare mettete i volontari a pulire
 
 
#4 polly 2010-04-01 15:37
grazie a rutiglianoweb perchè nessun altro interpella la cittadinanza come fate voi, grazie davvero, gli amministratori dovrebbero prendere esempio da voi...
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI